Menu
Corriere Locride
Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Nuova 106: ma cosa serve ancora per l’avvio dei lavori?

Nuova 106: ma cosa serve ancor…

«1,3 miliardi di euro ...

Roccella Jonica. Circolo del Partito Democratico: «resoconto degli incontri con la Cittadinanza di Sabato 28 Settembre e Domenica 6 Ottobre»

Roccella Jonica. Circolo del P…

Su indirizzo del segre...

Taurianova. Domenica 6 ottobre si è svolto il convegno dal titolo “Prescrizione ed ergastolo ostativo: processo senza limiti”

Taurianova. Domenica 6 ottobre…

Dall’assise è emerso c...

Badolato ospita l’Erasmus Day 2019 con l’evento “Erasmus Goes Local ∙ Locals Go on Erasmus”

Badolato ospita l’Erasmus Day …

In virtù del successo ...

Ferruzzano. Domenica 13 ottobre a Rudina per Elita

Ferruzzano. Domenica 13 ottobr…

Domenica 13 nel sugges...

Uil Calabria: «La relazione del “Tavolo Adduce”, ancora una volta, mette in evidenza le problematiche del Servizio sanitario calabrese»

Uil Calabria: «La relazione de…

Sant’Eufemia Lamezia 9...

Bovalino. Pulmino per disabili, nota stampa dell'Associazione ADDA: «nessuna speculazione e falsa ricostruzione, questi sono i fatti documentati!»

Bovalino. Pulmino per disabili…

«In merito al comunica...

Prev Next

A New York Lidia Bastianich lancia i viaggi del gusto in Calabria che diventa meta per le crociere di lusso

Per il terzo anno consecutivo Lidia Bastianich è la testimonial d’eccezione per la Calabria, capace di galvanizzare l'attenzione della Stampa e degli stakeholders che contano durante l'evento al Jacob Javits Center di Manhattan. Al suo fianco in rappresentanza degli chef calabresi Nino Rossi, che ha ottenuto da poco una stella Michelin. Intorno a loro una strategia di promozione delle eccellenze calabresi, un piano di internazionalizzazione efficace grazie al brand “Rosso Calabria” nato per tutelare e promuovere le eccellenze del territorio.  

La Bastianich, riconosciuta icona mondiale della buona cucina italiana del mondo, le cui trasmissioni hanno un seguito di oltre 196 milioni di spettatori in tutti i continenti, ha instaurato con la Calabria un legame profondo. Ha anche partecipato nel Giugno 2018 ai lavori del 1° Meeting Internazionale della Dieta Mediterranea, durante il quale è stato istituito l'Osservatorio Regionale sulla Dieta Mediterranea, e presentata la Legge sulla “Valorizzazione della Dieta Mediterranea Italiana di Riferimento di Nicotera”, approvata dal Consiglio Regionale per valorizzare lo stile di vita legato ad una sana alimentazione."Un vero viaggio nel gusto, quello descritto da Lidia Bastianich durante il suo tour attraverso la Calabria" - ha dichiarato al riguardo il presidente della Regione Oliverio - " Lidia ha saputo veramente cogliere l'essenza della nostra terra rimasta per un lungo periodo fuori dalle grandi rotte del turismo, conservando intatti valori, riti, sapori. Il New York Times Travel Show rappresenta un momento di grande visibilità per la nostra regione". A proposito della segnalazione su di un magazine di yachting il presidente ha poi aggiunto: "Un altro importante obiettivo centrato è per noi anche quello di essere riusciti a posizionare la nostra regione all'attenzione del turismo da diporto di lusso, che si muove su yacht alla ricerca di nuove coste, approdi e porticcioli. Questo è un target esigente, ma in grado di contribuire a cambiare l'economia di un territorio, come è accaduto in Sardegna, in Toscana, in Grecia. Gli operatori turistici calabresi devono essere pronti ad un salto di qualità che può segnare un punto di svolta importante". La prestigiosa segnalazione da parte di un magazine destinato ai vip amanti dello yachting di lusso descrive così la Calabria: "DESTINAZIONE YACHTING CALABRIASe stai cercando di esplorare la costa calabrese e tutte le sue gemme nascoste, allora dovresti considerare la crociera come modo di viaggiare, in modo da visitare tutti gli angoli della costa. La Calabria potrebbe essere una delle prime idee che ti vengono in mente quando immagini uno yacht charter di lusso in Italia: diversi porti sono pronti ad accoglierti durante il tuo viaggio; 500 miglia di costa selvaggia che si alternano a tratti di sabbia, villaggi affacciati sul mare incontaminato". La promozione del magazine statunitense prosegue poi con una dettagliata descrizione delle coste e dei porti di riferimento. La Regione Calabria sta lavorando dal 2015 alla creazione di un sistema sinergico tra i giacimenti culturali, l'offerta turistica, l'ospitalità della Calabria con i suoi sapori antichi, affidati ad una leva di giovani chef capaci di attirare l'attenzione di insigni influencer e giornalisti che sono rimasti affascinati dal richiamo di questa parte d'Italia che ha ancora tanto da svelare. Una strategia molto precisa quella portata avanti dal Dipartimento Turismo e dal Settore Internazionalizzazione sotto la guida del Presidente Mario Oliverio che sta dando riscontri concreti, considerati i significativi risultati ottenuti dal settore turistico che in Calabria dal 2015 in poi ha visto un progressivo incremento delle presenze di turisti, che ha portato ai record assoluti del 2017e del 2018. Dopo aver visto passare i voli internazionali che collegano la Calabria con città estere da meno 10 del 2014 ad oltre 40 dell'estate 2018, anche grazie alla nuova legge regionale a favore della charteristica approvata nel 2017 per incentivare i pacchetti turistici dei Tour Operators, ora finalmente la Regione Calabria scende in campo mettendo a regime tutti i porti. Grazie a significativi investimenti messi in campo la Regione si è impegnata a dare impulso al sistema portuale con programmi mirati. Sparsi lungo la sua costa porti e porticcioli turistici in Calabria sono pronti a fare da punto d'approdo per un settore dal grande potenziale, considerato che quello dello yachting di lusso è un comparto che difficilmente conosce momenti di crisi.

Leggi tutto

Nicotera. Lidia Bastianich: «In Calabria genuinità e gusto per attirare sempre più»

É stata la chef Lidia Bastianich la madrina d’eccezione del I° Meeting internazionale sulla Dieta Mediterranea promosso dalla presidenza della Regione, in collaborazione con il Comune di Nicotera, l’Accademia Internazionale della Dieta Mediterranea Italiana di riferimento, l’Unione regionale Cuochi, giornalisti e testate del settore gastronomico, tenuto nel Palazzo Convento della città. Testimonial della cucina italiana nel mondo, di origini friulane e naturalizzata americana, autrice e conduttrice di programmi televisivi di grande successo, nominata nel 1999 “Best Chef in New York” dalla prestigiosa James Beard Foundation e nel 2002 “The First Lady of italian cuisine and restaurants in the United States” dal senatore americano George Onorato, Lidia Bastianich ha partecipato ai lavori dell’importante incontro che ha unito più livelli di approfondimento intorno alla Dieta Mediterranea.

“La cucina regionale è la realtà italiana, non puoi dire ‘la cucina italiana in totalità. Ci sono venti regioni ed ognuna ha le sue bontà, i suoi prodotti, il suo stile di cucinare, la cultura nel crescere le cose; la topografia cambia e dunque cambiano i gusti” afferma la chef vincitrice di un Emmy per i suoi programmi tv, blogger e seguitissima youtuber, che si sofferma sulla Calabria, regione che, dice, “è un mercato che ho scoperto di recente, ma nemmeno troppo, perché sono stata qui 17 anni fa a fare ricerche.”“ Ho sentito parlare di ‘nduja- ricorda- , della cipolla di Tropea, del bergamotto, tutte cose che non avevo assaggiato e usato prima. Sono andata in America quando avevo 12 anni, dunque sono tornata qui alla ricerca. Mi sono innamorata, perché questa regione è molto genuina. E’ genuina la sua gente, lo sono il territorio, le spiagge, i prodotti ed il cibo.”“ E’ questo un messaggio che va portato: la genuinità e il gusto, che possono aprire ad un turismo reale e vero” sottolinea con convinzione l’autrice di best seller come ‘Lidia’s Italian-American Kitchen’ o “Lidia Italy” e ‘Lidia’s Family Table’ che prosegue parlando di un  rapporto consolidato per il tramite della Regione e del suo presidente, Oliverio.“Mario Oliverio- indica-  ha avuto la visione di come promuovere la Calabria e le sue bontà. Ci siamo incontrati come amici; poi ha capito che la mia passione è il cibo, il cibo italiano e la diversità della regionalità italiana. E’ ciò che io comunico all’America; sono venti anni che faccio show televisivi, sono 48 anni che gestisco ristoranti, sono partner di Eataly in America. Faccio quindi parte di questa rete di comunicazione del cibo italiano alla popolazione americana. Il presidente Oliverio ha visto questo, ma ancor di più il mio interesse e la mia passione per una regione che era ancora quieta, che era ancora in se stessa, ma che ha tanto da offrire. Quello che io ho portato è stata la realtà di quello che avete qui, che è voluto.”“ La gente fuori lo apprezzerà, dovete portarlo fuori di qui, nella sua genuinità, tenerlo sempre alle basi e rispettare la cultura calabrese, portarlo fuori perché c’è un mercato che è interessato” suggerisce sentendosi partecipe, e dando un proprio, favorevole, giudizio sull’azione del presidente della Regione per valorizzare quelli che sono insieme valori, doti, opportunità:“ Mario Oliverio è un visionario, un visionary- accentua usando l’inglese-. Vede lontano. Con il tempo ho capito che conosce il suo popolo, sa come prendere questa energia che c’è nella terra, sa organizzare l’energia nel popolo stesso. Nei due anni che collaboriamo ho visto, ad esempio, che il gruppo dei ristoratori di Bagnara si sono radunati perché c’è un bisogno di trasmettere queste idee, queste forze, in unità. Uno, solo, non fa niente, dunque il presidente è il conduttore di questa grande orchestra. Però- tiene a precisare -, ognuno deve far la sua parte, che a sua volta deve essere fatta insieme per dare l’energia. Il beneficio che ne consegue poi è per tutti.” Un punto, questo che Lidia Bastianich esprime con nettezza, quella che proviene dalla sua esperienza, dalla sua autorevolezza, conquistata sul campo, per passione, amore, tenacia, sacrifici. Tornando sui prodotti della Calabria, dei quali si è fatta ‘ambasciatrice’, riferisce: “ In America sono stati accolti con molto interesse, perché sono prodotti che, se uno legge, se uno si interessa, sono nella storia, non sono prodotti nati ieri. Per questo, prodotti molto interessanti. Pensiamo ad esempio ai mandarini, alle clementine, intensi di gusto e di grande potenziale in cucina; i formaggi, poi, il caciocavallo, il pecorino. L’americano, del quale posso parlare, è pronto e disponibile a scoprire, usare, gustare, comprare, anche a venire a trovare in situ queste cose. Gli americani sono cosi, sono innamorati dell’Italia, dell’Italia tutta, e adesso vanno sempre di più nelle regionalitá. E scoprire una regione che ancora non è della massa dei turisti a loro interessa.” “Ci sono prodotti, come le patate della Sila, che non sono patate normali, ma particolari, buone, dolci. C’è una ricetta che ho scoperto: le patate con i peperoni. Una cosa così semplice, ma incredibilmente buona. Gli americani la prendono e la fanno: non avranno le patate della Sila, ma la cultura di cucinare semplice, con del buon olio calabrese, del peperoncino calabrese che ci va, e accompagnare anche con i vini” dice ancora la famosa e seguita chef che ha inserito nei libri di ricette quelle a base di prodotti della Calabria, che ritorna ancora sui vini: “ I vini che si producono qui in Calabria sono ad un livello mondiale, molto buoni.”Da Nicotera, infine, al termine del meeting, la volontà di Lidia Bastianoch di proseguire nel suo rapporto oggi stretto con la Calabria, con la stessa Regione, che è certa si rafforzerà. “Faccio volentieri il messaggero- conclude accompagnando le parole con il suo bellissimo sorriso-. Sta poi nella regione stessa, nella gente stessa, radunarsi, capire che hanno un valore in mano e darsi da fare.” 

Leggi tutto

Il presidente Oliverio con Lidia Bastianich a progetto Sud di don Panizza

Una occasione bella, ed importante, nata, e vissuta, per sottolineare le connotazioni positive di una terra anche attraverso il suo cibo, elemento culturale, portatore di valori.
Così, la cena voluta dal Presidente della Regione Mario Oliverio, ieri sera a Lamezia Terme, nella Comunità Progetto Sud di Don Giacomo Panizza, quella stessa realtà oggetto di ripetuti atti intimidatori che nel tempo non ne hanno tuttavia fermato né scoraggiato l'azione, presente Lidia Bastianich, la chef, imprenditrice, autrice e conduttrice televisiva conosciuta in tutto il mondo e testimonial nel mondo stesso dell'enogastronomia calabrese, dei prodotti che peculiarmente la sostanziano e la rendono riconoscibile. Per gli ospiti, cucinati, benissimo, nel rispetto della tradizione dai ragazzi della Comunità Progetto Sud, prodotti da coltivazioni biologiche, offerti alla tavola dalle donne della Cooperativa " Le Agricole" che rendono fertili e fruttuosi i terreni confiscata alla 'ndrangheta. Menu eccezionale, come la serata che raccolto gli ospiti per condividere il cibo, ed insieme il coraggio, l'impegno, testimoniando sostegno. " Non a caso- ha detto il Presidente Oliverio- abbiamo scelto di essere qui con Don Giacomo Panizza, con la sua comunità, perché questo è un luogo di accoglienza. Ringrazio Lidia Bastianich per essere con noi stasera. Questa è la Calabria vera, la Calabria positiva, la Calabria che non vuole lasciare indietro nessuno che anzi, rispetto alla sofferenza, ha un'attenzione particolare. Noi abbiamo voluto portare proprio qui Lidia- ha sottolineato ancora- , perché oltre conoscere la qualità dei prodotti calabresi, della quale lei è stata ed è tuttora una formidabile ambasciatrice, perché ha una autorevolezza riconosciuta a livello internazionale. Negli Stati Uniti è un punto di riferimento importante; nei suoi programmi ha trasmesso la qualità delle produzioni calabresi, le stesse ricette, che sono presenti nel suo ultimo libro, fresco di stampa. Noi abbiamo avuto quest'anno un'attenzione internazionale anche grazie a lei ed alla sua capacità di proiettare la Calabria, la sua qualità, la sua enogastronomia. Lidia ha visitato la nostra regione, l'ha conosciuta a fondo, anche attraverso incontri con le comunità, con le tradizioni enogastronomiche che in ogni luogo ha avuto modo di approfondire; qui conosce la Calabria ancora più in profondità, la Calabria di don Giacomo, della sua comunità, una terra che non è indifferente e vuole essere accogliente, promuovere il territorio e anche la sua anima." "Siamo qui- ha poi evidenziato Oliverio- anche qui per dire che don Giacomo non è solo e che è sostenuto dalle istituzioni, dalle comunità, dalla stragrande maggioranza dei calabresi. Proprio oggi- ha informato- sono stato in Parlamento, ospite alla Commissione Antimafia per un confronto con i presidenti di altre regioni, per mettere in rete le istituzioni e contrastare la criminalità. Don Giacomo sa bene che siamo qui, vicini a lui, e insieme a tanti e tanti calabrese; stiamo combattendo una battaglia per estirpare la malapianta della criminalità , che ha prodotto solo danni alla Calabria. La buona politica, quella che serve, quella che mette al centro il bene comune deve porre come prioritario il contrasto e la lotta alla criminalità organizzata. Ecco il senso della nostra presenza a fianco di don Giacomo." Nella serata, positivamente colpita Lidia Bastianich. "E' una impressione straordinaria- ha voluto partecipare-; è un calore dentro al cuore vedere questi ragazzi così entusiasti e questa organizzazione. Questa gente, queste persone che hanno più bisogno, sono le più importanti della nostra società, pronte a farci riflettere. Conosco la Calabria già da tempo - ha inoltre affermato -; sono stata qui anche sei mesi fa, abbiamo fatto anche delle riprese. In quella occasione ho conosciuto a fondo il prodotto e la produzione calabrese e la gente, che mi è rimasta nel cuore. Torno qui con tanto piacere." " Ho portato con me tanti bei ricordi" ha sottolineato, scherzando quindi : " ho portato anche un bel caciocavallo, che è piaciuto molto , del peperoncino, un po' di ‘nduja, prodotti, per dirlo all'americana, interessanti . Qui è una cultura vera, e credo che sia una grande opportunità di farla conoscere anche all'estero sempre più." " Un territorio- ha messo in rilevo- è anche queste persone, come questi ragazzi che mi commuovono. Ringrazio il presidente Oliverio e don Giacomo per questa grande opportunità. Continuate così. Io porto la voce di una Calabria buona, e bellissima nella sua natura, sempre più viva. Una Calabria che ha tanto da comunicare del suo popolo e tanta voglia di vivere bene, di aiutare i figli a crescere nel giusto: il mondo fuori accetta queste cose e le apprezza. Tramite il cibo viaggiano tante cose e io sono portatrice del cibo. All'estero c'è molto interesse per la Calabria." La stessa Calabria che ha rappresentato i suoi sapori nella sala della struttura di Lamezia della Progetto Sud chiamata, significativamente, ‘Sintonia'.Una circostanza richiamata nel suo saluto agli ospiti da Don Giacomo Panizza che ha ricordato come sia nata l'idea della cena, subito dopo l'ultimo atto intimidatorio subito da una della realtà che fanno capo alla Comunità. " Il Presidente della Regione mi ha telefonato dicendo: ‘devo venire a trovarvi' e dopo due giorni ha detto: ‘veniamo, cucinate voi'. Così si fa. Si a trovare qualcuno che è nei guai per portagli non chissà che cosa, ma a dirgli ‘sono con te' ma anche ‘ fai qualcosa'. Si va da chi ha qualcosa da ricevere, ma anche tanto da dare. La gente cresce quando si ha fiducia" ha sottolineato don Panizza che ha voluto ancora affermare: "La vita grandiosa è quando c'è convivenza, quando si riesce a vivere insieme. Se ci mettiamo in sintonia, la musica riuscirà meglio. "

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed