Menu
Corriere Locride
Condofuri. Ai nastri di partenza il Mercatino Estivo Condofurese

Condofuri. Ai nastri di parten…

Mancano poche ore all’...

Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Storie, note e sapori della nostra Terra al castello Ruffo di Scilla con Maria Barresi, autrice de "L'essenza della Felicità"

Storie, note e sapori della no…

Evento promosso dalla ...

Siderno (RC): a Palazzo Falletti, per "L'Ulisse calabrese" la presentazione del romanzo "Omero al Faro" di Mimmo Rando (Rubbettino)

Siderno (RC): a Palazzo Fallet…

Ci sono Omero, il cant...

Addio a don Cosimo Simone, papà del Presidente della Palmese e mitico custode del “Lopresti”

Addio a don Cosimo Simone, pap…

di Sigfrido Parrello -...

Prev Next

Nicotera. Festival dell'ospitalità: «messi in rete oltre 350 operatori»

«La 3 giorni si è occupata, tra i vari argomenti, di social media marketing, turismo responsabile, narrazione territoriale partecipata e strategia».
L'entusiasmo dei grandi eventi ha caratterizzato la tre giorni del Festival dell'Ospitalità, che si è tenuto a Nicotera. Ricca di spunti, la IV edizione del Festival, dedicato come sempre a quel turismo che affonda le sue radici nell'ospitalità greca e che non può prescindere dall'accogliere il viaggiatore rendendolo parte integrante delle tradizioni e del territorio che lo circonda, con i suoi numerosi speaker, provenienti da tutta Italia, ha affrontato tematiche strettamente attuali per confrontarsi su come rendere il viaggiatore protagonista di un'esperienza che difficilmente dimenticherà.

Questa è la filosofia del Festival e dei suoi organizzatori, Evermind, Home for Creativity e Kiwi. "L'obiettivo - hanno spiegato i promotori Francesco Biacca, Roberta Caruso eAngelo Carchidi - è quello di ispirare attraverso il Festival, nuove attività imprenditoriali e formare gli operatori del settore grazie al racconto di altri operatori, che oggi vivono di turismo intervenuti durante la tre giorni parlando della loro esperienza e condividendola con gli altri".

Sono sempre meno i turisti alla ricerca della vacanza in riva al mare per lunghi periodi e non è solo il luogo in sé ad attirare. Saranno sempre di più le persone di uno specifico territorio con le loro culture e tradizioni, l'emozione, il ricordo, l'esperienza vissuta e il passaparola insieme ad una strategia del marketing e del social media marketing, studiata a tavolino con esperti del settore a fare di un luogo una destinazione di successo, il motivo di un viaggio, ma alla base di tutto ci sarà sempre l'accoglienza ospitale.

Le tematiche affrontate nella tre giorni che ha attirato, con circa 300 iscritti, realtà imprenditoriali provenienti da tutta la penisola sono state: strutture recettive; offerta dei servizi sui territori quindi esperienze, con focus su chi si occupa della promozione e, infine, si è discusso di destination marketing.

Momenti di vero e proprio confronto tra gli operatori e i relatori che hanno raccontato, attraverso la loro competenza, che di turismo è possibile vivere sotto diverse forme: quelle editoriali, guide turistiche e giornali che si occupano quotidianamente di viaggi ed esperienze da raccontare; quelle progettuali, fatte di giovani innovativi che mettono la loro fantasia e inventiva al servizio del territorio e delle popolazioni che lo abitano narrando la vita che lo anima; ma anche l'impresa pura o la destagionalizzazione e la possibilità di vivere la, Campania, la Puglia, la Calabria e altre regioni d'Italia, esclusivamente in periodi dell'anno che non sono i tre mesi estivi. Tutto questo, infine, narrato, sui social network attraverso la strategia di professionisti scelti con oculatezza perché ormai i viaggiatori prenotano prevalentemente la propria vacanza online e ne parlano sempre sui social o ne sono citati anche loro malgrado.

"Riuscire a connettere - hanno aggiunto gli organizzatori - attraverso una grande rete collaborativa e strutturata di operatori gli ingranaggi delle strutture recettive, dei servizi e del destination marketing, è possibile. In questo modo si può scardinare quelli che spesso diventano alibi che portano a pensare che non è possibile vivere di turismo. Il festival mette già in relazione oltre 350 operatori e quest'anno abbiamo presentato l'area riservata al cui interno si possono registrare tutti i professionisti del settore, avere una propria vetrina dedicata, cercare altri operatori ed attingere, gratuitamente, a tutto il materiale delle quattro edizioni. Questo ci consente di mettere in campo una strategia per raggiungere degli obiettivi reali e creare una economia più sostenibile per tutti i territori".

Territori e comunità che sono completamente assorbiti e parte integrante del progetto, come quello di Nicotera che dalla prima sera con la camminata tra le vie e la visita della giudecca insieme all'esibizione della cantastorie Francesca Prestia, all'ultimo momento di convivialità del pranzo sociale della domenica a due passi dal mare, è stato il borgo ideale e accogliente che da sempre contraddistingue questa comunità.

Il Festival è stato realizzato con il patrocinio dell' Agenzia nazionale del Turismo (Enit) e del Touring Club d'Italia, per il 2018 ha ricevuto il marchio Mibac per l' Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Continua inoltre, l'intreccio narrativo con Calabria Ispirata durante la quale blogger, influencer e giornalisti anche stranieri, visitano grazie al Festival, alcune zone della regione alla ricerca di quell'autenticità e di quelle realtà territoriali che possono ispirare un viaggio, per raccontarle.

 

Leggi tutto

Nicotera Marina. Parte la IV edizione del Festival dell'ospitalità

FESTIVAL DELL'OSPITALITÀ

IV EDIZIONE 28-29-30 SETTEMBRE

AL VIA DOMANI LE ATTIVITÀ CON

LA CONFERENZA DI APERTURA ALLE 9.30

Al via il "Festival dell'Ospitalità" per cui il turismo fatto di tradizioni ed ospitalità, che affonda le sue radici profonde nella Calabria più antica, diventa un modello al quale ispirarsi. Il Festival lo racconta e lo fa vivere in una 3 giorni full immersion, dal 28 al 30 settembre, fatta di ispirazione e formazione, con workshop formativi e tutor che hanno fatto del turismo un mestiere di vita, che forniranno indicazioni e strategie legate al marketing territoriale per ogni settore specifico. Storie imprenditoriali e case history per rendere concrete e tangibili le sessioni formative.

Tutti gli eventi in programma al mattino si terranno al Chiostro di Palazzo Convento, all'interno del Municipio di Nicotera. I "Caffè con" si terranno presso l'hotel Antica Marina – Nicotera Marina.

La conferenza di apertura prevista domani 28 settembre, alle ore 9.30, si terrà al Chiostro di Palazzo Convento, all'interno del Municipio di Nicotera. Ad introdurre l'evento saranno gli stessi organizzari: Francesco Biacca, fondatore di Evermind, Angelo Carchidi, tra gli ideatori della cooperativa culturale Kiwi, e Roberta Caruso, ideatrice di Home for Creativity.

Seguiranno i primi workshop della giornata e in serata la Camminata notturna per il borgo di Nicotera, lungo le strade tortuose della Giudecca, con performance di Francesca Prestia

Il Festival, realizzato con il patrocinio dell'Agenzia nazionale del Turismo (Enit) e del Touring Club d'Italia, per il 2018 ha ricevuto il marchio Mibac per l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Leggi tutto

Scilla. In arrivo il "Festival dell'ospitalità"

COMUNICATO STAMPA - Per tre giorni Scilla e la Calabria torneranno ad essere capitali dello sviluppo turistico. Venerdì 29 settembre parte ufficialmente la terza edizione del Festival dell’Ospitalità, l’evento nato in Calabria e organizzato da Evermind, Home For Creativity, Fare Digital Media e dal club reggino del Touring Club, che si terrà a Scilla, è ormai alle porte e si candida ad essere il primo appuntamento di caratura nazionale della stagione autunnale in cui fare il punto della stagione appena conclusa e programmare investimenti e innovazioni per il nuovo anno.

In quest’ottica il Festival dell’Ospitalità in tre anni si è già posizionato come punto di riferimento degli operatori turistici calabresi e di tutto il sud Italia data la qualità dei relatori, provenienti da tutto il paese, e degli interventi previsti e  per le tematiche affrontate che spazieranno dalla valorizzazione dei beni territoriali e culturali fino alle tecnologie digitali più utili per lo sviluppo delle aziende turistiche. Focus importante verrà inoltre dato al prodotto turistico, alla capacità di accogliere e ospitare viaggiatori e visitatori in maniera sincera e in sinergia con le eccellenze, anche umane, del territorio calabrese. Tutte risorse da valorizzare in maniera decisiva.

Tutto il paese verrà coinvolto nelle iniziative previste. Non solo quelle dedicate a professionisti e aziende già attive nel settore, il Festival dell’Ospitalità è anche un’opportunità concreta per giovani e meno giovani che hanno deciso di puntare per il proprio futuro sul settore turistico e sulla valorizzazione del proprio territorio. Per queste persone il Festival è cassetta degli attrezzi, visione di un futuro possibile, occasione di formazione su temi strategici e opportunità di relazione con tanti esperti e aziende già attive e riconosciute sul piano nazionale.

L’evento di Scilla, però, sarà l’appuntamento finale di un percorso a tappe iniziato mesi fa e che ha coinvolto diverse location da nord a sud della Calabria e non solo. E’, inoltre, la tappa finale di un educational tour dal nome significativo “Calabria Ispirata”, un percorso dedicato a media ed influencer nazionali che proprio in questi giorni stanno esplorando la Calabria da nord a sud entrando in contatto con alcune delle buone pratiche turistiche, culturali e ambientali d’eccellenza della regione. Obiettivo dichiarato è quello di ribaltare un’immagine ancora troppo stereotipata in favore della scoperta di ciò che molti non si aspettano di trovare in Calabria. Potremmo definirlo turismo ispirato o turismo dello stupore.

Il gruppo di otto influencer, accompagnato da Roberta Caruso di Home4Creativity di Montalto Uffugo, giungerà a Scilla proprio venerdì 29 settembre. Giornalisti, travel blogger e social influencer dopo aver esplorato la regione si troveranno a conoscere tante altre best practice dalla viva voce dei loro creatori. Una vera full immersion nella Calabria più bella che va raccontata e promosso.

Durante la tre giorni non mancheranno appuntamenti dedicati alla cultura e al dialogo con autori di libri come Domenico Nunnari che presenterà il suo “La Calabria raccontata gli italiani” edito da Rubettino, un’altra eccellenza calabrese. Sabato pomeriggio presso il Castello Ruffo saranno due gli appuntamenti di formazione gratuita aperti a tutti sui temi del turismo digitale mentre domenica il Festival si concluderà con un’InstaWalk, passeggiata “promozionale”, per le vie del paese e del borgo di Chianalea. Perché non c’è turismo senza sincera condivisione.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed