Menu
Corriere Locride
Musica. "Chitarrese": il nuovo brano di Francesco Loccisano

Musica. "Chitarrese"…

Diciotto chili di cord...

Viola Basket. Monastero: "Contenti della squadra che abbiamo allestito, siamo pronti per la nuova stagione"

Viola Basket. Monastero: …

Il Presidente della Me...

“Basta Vittime Sulla 106”. Siglata oggi la convenzione che permette all'Associazione di tutelare meglio i diritti dei cittadini

“Basta Vittime Sulla 106”. Sig…

Pronti ad azioni legal...

Cittanova: Virginia Raffaele inaugura la 15a Stagione Teatrale

Cittanova: Virginia Raffaele i…

Sarà Virginia Raf...

Calciomercato di Serie D - La Palmese prende il centravanti Orlando

Calciomercato di Serie D - La …

di Sigfrido Parr...

Calcio, Serie D: la gara Paceco-Palmese arbitra Arena di Torre del Greco

Calcio, Serie D: la gara Pacec…

di Sigfrido Parrello -...

Bovalino. Caffè Letterario Mario La Cava: Sabato 16 settembre apertura della stagione 2017 – 2018

Bovalino. Caffè Letterario Mar…

Inaugurerà la nuova st...

Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace agli studenti per il nuovo anno scolastico

Messaggio del Vescovo di Locri…

Caro studente, No, no...

Locri. Oggi giornata di sciopero e presidio dei lavoratori Call&Call Lokroi

Locri. Oggi giornata di sciope…

Le segreterie regional...

Gravi problemi della sanità nelle aree disagiate, il CISADeP chiede un incontro al Ministero della Salute

Gravi problemi della sanità ne…

Il Coordinamento Itali...

Prev Next

Martedì 11 luglio presentazione della tavola della Madonna del Borgo di Stilo

La Madonna del Borgo di Stilo, torna finalmente a Stilo, nella sua città, dopo alcuni decenni di parmanenza nei laboratori della Soprintendenza di Cosenza, per il restauro eseguito da Alba Nudo e Mimmo Visciglia. E’ un vero capolavoro di Salvo d’Antonio, nipote dello straordinario Antonello da Messina e artista che ha avuto la capacità di interpretare mirabilmente l’arte del caposcuola coniugandola alle tendenze emergenti a cavallo tra Quattro e Cinquecento. La tavola di Stilo è vicina alla Dormitio Virginis del 1509 del Duomo di Messina, o meglio a quel che resta del polittico dopo il terremoto del 1908. Su un frammento compare la preziosa firma dell’artista. La Madonna del Borgo è una tempera su tavola che gli storici dell’arte, fanno risalire al XVI secolo. Non si comprende quando e come l’opera sia arrivata a Stilo considerato che la data di fondazione del Convento di Santa Maria del Borgo o Santa Maria delle Nevi rimonti al 1550. Costituiva la parte centrale del grande altare ligneo barocco un tempo appartenuto alla chiesa del Convento dei Cappuccini di Stilo e ora a quella di San Francesco, dove l’altare venne trasferito prima della demolizione dell’originario luogo di culto.

La preziosa tavola, tornata definitivamente a Stilo e in attesa di essere risistemata sull’altare ligneo anch’esso restaurato e in attesa del rimontaggio, verrà presentata martedì 11 luglio 2017, alle ore 17,30, durante un incontro organizzato nella Chiesa di San Francesco di Stilo. A tale momento storico parteciperanno esperti e autorità regionali.

Dopo i saluti del parroco di Stilo, don Salvatore Monte, e del Sindaco Giancarlo Miriello, interverranno il Soprintendente dei beni archeologici, belle arti e paesaggio di Cosenza, Mario Pagano, Enrichetta Salerno, Responsabile della Soprintendenza al patrimonio storico-artistico di Cosenza e Direttore del Laboratorio di restauro, Alba Nudo, Direttore tecnico del restauro, e Giuseppe Mantella, Restauratore e coordinatore del progetto, insieme all’architetto Ivan Simonetti, e a don Fabrizio Cotardo e don Angelo Festa, dell’ufficio tecnico della Diocesi di Locri-Gerace.

Concluderà il Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace, mons. Francesco Oliva. Modera l’incontro il giornalista Francesco Sorgiovanni.

Leggi tutto

Centinaia di turisti tedeschi in visita all’antico borgo ed alla Cattolica di Stilo

Proprio in queste ore, oltre quattrocento visitatori tedeschi, sono giunti a Stilo con lo scopo di visitare la Cattolica di Stilo e i numerosi siti d’interesse storico-culturale che l’antico borgo custodisce. Gianluca Crea, presidente della cooperativa San Giorgio - fortemente impegnata nell’ambito dei servizi turistici, oltre che concessionaria dei servizi al pubblico della Cattolica - si dice molto soddisfatto per tale risultato, auspicando che questo rappresenti solo l’inizio di un lungo percorso. Infatti, per apportare un flusso costante e continuo di turisti, soprattutto esteri, è necessario continuare a lavorare in questa direzione, instaurando forti rapporti di collaborazione con tour operator e con strutture ricettive, presenti su tutto il territorio calabrese e non solo. L’attività turistica rappresenta infatti l’arma più forte per far conoscere e apprezzare il nostro territorio, cogliendo l’opportunità offerta dal progetto “ANNO DEI BORGHI”, promosso dal Mibact, e sulla scia, anche, di quanto riportato dal New York Times, che inserisce la Calabria tra le 52 mete da visitare.

Leggi tutto

Controllo straordinario del territorio. Tre arresti a M.Gioiosa e Riace

Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri finalizzati alla repressione dei reati in genere, con particolare attenzione a quelli di natura predatoria, nonché al contrasto di attività illecite legate allo spaccio di sostanze stupefacenti alle violazioni della normativa sul controllo delle armi.

A tal proposito, negli ultimi giorni, sono state passate al setaccio le aree più “degradate” dei maggiori centri della locride ove maggiore è la percentuale di soggetti dediti ad attività criminali e in particolare quelli della zona nord, ricadenti nelle c.d. vallate del “Torbido” e dell’”Allaro”.

In tale ambito i Carabinieri hanno eseguito numerose perquisizione personali, veicolari e domiciliari.

All’esito dei mirati controlli:

I Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica, unitamente ai colleghi del N.O.RM. della Compagnia di Roccella Jonica hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di violazione degli obblighi imposti e guida senza patente, BEVILACQUA Fiore, 40enne di Marina di Gioiosa Jonica, già noto alle FF.OO. L’uomo, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S., è stato sorpreso dai Carabinieri alla guida di un’autovettura, nonostante la patente di guida gli fosse stata  revocata dalla Prefettura. Lo stesso è stato sottoposto agli arresti domiciliari come disposto dall’A.G.;

I Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno tratto in arresto SCHIRRIPA Anna Maria, 44enne del posto, già nota alle FF.OO., destinataria di un ordine di esecuzione per espiazione di pena in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria. La stessa, riconosciuta colpevole del reato di associazione finalizzata alla produzione e traffico di sostanze stupefacenti, è stata condotta presso la propria abitazione dove dovrà scontare la pena di 8 mesi di reclusione;

I Carabinieri della Stazione di Riace hanno tratto in arresto BARBERA Antonio, 59enne del posto, già nota alle FF.OO., destinatario di un ordine di esecuzione per espiazione di pena in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri. L’uomo, riconosciuto colpevole del reato di ricettazione e detenzione illegale di armi comuni da sparo e con matricola abrasa, è stato condotto presso la sua abitazione dove dovrà scontare la pena di 1 anno e 2 mesi di reclusione;

I Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno denunciato un 46enne del posto per furto di energia elettrica. Lo stesso, in un terreno a lui in uso, avrebbe realizzato un allaccio abusivo alla rete dell’Enel, mediante l’utilizzo di cavi elettrici che sono stati sottoposti a sequestro;

I Carabinieri della Stazione di Stilo, hanno denunciato un 61enne del posto e la figlia 32enne, per furto di energia elettrica. Gli stessi avrebbero eluso i reali consumi di corrente mediante l’utilizzo di un by-pass al contatore istallato nella loro abitazione. Durante tale controllo è stato sequestrato vario materiale elettrico.

Leggi tutto