Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Palmese - Carbone presenta il nuovo sponsor. “Tricarico e Mosciaro scorretti. Se a Dicembre non arrivano nuovi finanziatori il titolo sportivo sarà ceduto”

  •   Redazione
Palmese - Carbone presenta il nuovo sponsor. “Tricarico e Mosciaro scorretti. Se a Dicembre non arrivano nuovi finanziatori il titolo sportivo sarà ceduto”

di Sigfrido Parrello - PALMI (RC) - Questo è un grande giorno -esordisce Carbone-, mi trovo accanto un ottimo imprenditore ma soprattutto un amico come Filippo Abbate, proprietario della PACGE”. Riprendono le conferenze stampa del patron della Palmese Pino Carbone (http://www.approdonews.it/giornale/?p=272076).

Infatti, ieri pomeriggio presso la sede societaria sita all’interno del leggendario “Lopresti”, il patron neroverde, seduto a fianco del neo diesse Francesco Pinto e del main sponsor Filippo Abbate, titolare della PacGel, ha illustrato il nuovo, l’ennesimo, corso neroverde.

Carbone durante la lunga conferenza stampa ha detto tra l’altro: "La Palmese è stata la migliore squadra calabrese degli ultimi anni, eccetto il Crotone. Senza la penalizzazione eravamo in Serie C. L’Azienda Abbate ci ha omaggiato di uno sponsor di grande livello, uno sponsor importantissimo per la Serie D. In questa stagione si cambierà tutto, ogni Euro verrà messo nel contratto. Tricarico? Non lo abbiamo voluto noi, avevamo raggiunto un accordo e poi improvvisamente ha alzato la posta: noi siamo una società seria. La stessa cosa è avvenuta con Mosciaro. E' venuta gente di fuori regione che andrà a spendere dei soldi, ma che speriamo possano avere un ritorno nel minor tempo possibile. Da quest'anno la Palmese deve essere una vera e propria azienda. Sui progetti futuri -continua il patron Carbone- abbiamo in mente di costruire un quinquennio a Palmi e forse non ci fermeremo qui. Intanto mi aspetto che a dicembre vengano cordate di imprenditori pronti a prendere in mano la Palmese e chi verrà lo farà a costo zero, noi non vogliamo nulla. Le vertenze sono state pagate, la fidejussione c'è, la squadra c'è, lo stadio c'è. Se a Dicembre non arrivano nuovi finanziatori, il titolo sportivo sarà ceduto e farà parte di un progetto molto più ampio, la cui prerogativa sarà quella di puntare alla Serie C, insieme ad altri imprenditori".

Filippo Abbate, imprenditore, spiega il motivo del suo arrivo a Palmi: "Siamo contenti di partecipare alla crescita della Palmese. A Palmi abbiamo conosciuto brava gente e vogliamo espandere la nostra presenza in Calabria e Sicilia". 

Infine, il patron Carbone nomina e ringrazia l’avvocato Mimmo La Capria, Carmine Melara (Resort Punta Piana, Palmi), i fratelli Paolo e Alberto Ventrice (Temptations, Palmi)  Mario Manucra (Infissi in alluminio, Palmi), Antonio Ottobre (Rappresentate giocattoli, Palmi), Dott. Francesco Scampato, Orlando (Sud bevande), i fratelli Rocco e Giuseppe Simone e il dott. Zirino, persone che hanno sposato questo nuovo progetto.

Sempre ieri nell’amichevole giocata al “Lopresti” contro la Bagnarese, i neroverdi hanno avuto la meglio superando i bagnaresi per 5-2.

Continua Carbone dicendo che è doveroso ringraziare alcuni imprenditori palmesi che hanno sposato il nuovo progetto neroverde.

L’Azienda PACGEL, LO SPONSOR DELLA PALMESE:

La storia della PAC GEL è la storia di un grande successo (MADE IN ITALY) partito da Napoli e precisamente da un paese nella provincia di Napoli e cioè Torre del Greco, nel lontano 1999. La società nasce dall’idea di Michele Abbate insieme ai figli Pietro, Filippo e Andrea e dalla competenza produttiva di Nicola Panariello, che insieme decisero di dedicare tutte le proprie energie mentali ed economiche per realizzare un prodotto surgelato di alta qualità che avesse con se anche il pregio di contenere un elevato grado di conservazione ed una altrettanta facilità nella cottura del prodotto, che da sempre sono i punti di forza del prodotto PAC GEL. I primi successi commerciali dell’azienda e del suo marchio, ad oggi regolarmente registrato fin dall’anno 2008, si sono realizzati nell’area geografica intorno a Napoli, dove è diventata indiscussa leader del mercato nel brevissimo tempo per poi espandersi in tutta l’Italia ed anche in alcuni paesi dell’UE (Spagna, Germania, Francia, ecc) tanto da constatare che il marchio PAC GEL e quindi il suo prodotto è sicuramente tra le prime aziende italiane del settore del prodotto surgelato e principalmente in alcune tipologie di prodotti come: cornetti, frolle, ricce, sfogliatelle, rustici vari, pizzette, ecc. Infatti già a partire dal 2003 l’azienda ha lanciato il proprio marchio a livello nazionale ottenendo un successo superiore ad ogni aspettativa, che ha permesso alla PAC GEL di posizionarsi nelle prime posizioni e sicuramente anche nelle prime 10 sul mercato del prodotto confezionato e surgelato in Italia. Grazie alle sue “ricette” dal sapore e dal gusto unico ed inconfondibile, la PAC GEL è riuscita a conquistare subito ogni tipologia di consumatori, da quello “tocca e fuggi” che ha sempre gradito un prodotto di qualità ma di facile preparazione, a quello “sofisticato” che ha sempre avuto come priorità la qualità del prodotto, si pensi che anche i migliori chef oggi apprezzano fortemente il prodotto (infatti il top degli hotel di Napoli e Sorrento oggi hanno realizzato e venduto da PAC GEL) oltre che le storiche pasticcerie di Napoli. Negli anni si può dire che la PAC GEL ha contribuito a trasformare il gusto del consumatore medio italiano.