Menu
Corriere Locride
Cresce l'attesa per il Carnevale dell'Area Grecanica a Brancaleone

Cresce l'attesa per il Carneva…

Consueto appuntamento ...

“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Bovalino. Ingresso libero per il match di domenica prossima Gallico - Catona

Bovalino. Ingresso libero per …

#NextMatch #Boval...

Siderno. Progettazione sociale: «le periferie Sidernesi ottengono l’ennesimo riconoscimento»

Siderno. Progettazione sociale…

La proposta progettual...

Prev Next

Calcio, Lega Pro: Beffa per la Reggina, nel derby dello stretto passa il Messina 0-1

  •   Fonte: Reggio nel Pallone
Foto Reggio nel Pallone Foto Reggio nel Pallone

Il Messina espugna Reggio Calabria, evidenziando una delle molteplici sfaccettature dell'imprevedibile mondo del calcio. In un ‘Granillo’ che così rumoroso non lo si sentiva da tanto tempo, va in scena il 49esimo derby dello Stretto, anticipo della 3a giornata del girone C di Lega Pro. 

Sugli spalti si avverte l’entusiasmo delle due tifoserie che sostengono in ogni istante i propri beniamini. Cozza conferma il 4-3-3 con la sola variazione di Viola, preferito a Masini. Grassadonia dispone invece il Messina con un 3-5-2 che assume i contorni del 5-3-2 in fase di non possesso, visto che gli esterni Benvenga e Donnaruma divengono difensori aggiunti. 

I primi passaggi del derby vedono maggiore propositività da parte dei padroni di casa, con Viola pescato in un fuorigioco millimetrico, prima che il Messina, grazie al suo pressing alto, riesca a prevalere almeno fino al quarto d'ora. Forse anche un po’ di tensione nelle gambe e nella mente dei padroni di casa, almeno in avvio. Ed allora c’è la palla-gol capitata sulla testa di Nigro (di poco al lato) e l’uscita di Kovasick che ferma Vincenzo Pepe.Dall’Oglio al 18’ suona la carica con un tiro che termina alto. Una conclusione che va però letta come crescita degli amaranto che, manco a dirlo, con Insigne sfiorano il punto del vantaggio. Quest’ultimo si inserisce bene su un rimpallo in area e da posizione defilata ci prova d’esterno sinistro, con la sfera che attraversa tutto lo specchio. Clamoroso l’errore poco più tardi, al termine di un’azione travolgente nella quale viene saltato anche Lagomasini e conclusione alta incredibilmente. Reggina ora stabilmente nella metà campo peloritana, quadrata, e che cerca il fraseggio breve davanti all’area nel tentativo di scavalcare la linea difensiva ospite. Di fatto però, in chisura di tempo, Di Michele manda alta una punizione dal limite mentre dall’altra parte si rivede il Messina con il bolide di Bencivenga, largo non di molto.  

Reggina ancora in avanti ad inizio ripresa. Armellino “cicca” all’ingresso dell’area dopo un bel dialogo con Viola, mentre Insigne schiaccia ed ancora Lagomarsini non ha problemi a bloccare. Novità tattiche per gli uomini di Cozza, con Insigne che aglisce alle spalle di Viola e Di Michele in fase di possesso e con la sovrapposizione sulla sinistra di Jacopo Dall’Oglio. Proprio Dall’Oglio al 15’ imbecca su punizione Di Michele che a tu per tu con Lagomarsini colpisce centralmente di testa da ottima posizione. Monologo amaranto, con gli uomini di Cozza sempre in possesso palla e sempre sul punto di rendersi pericolosi negli ultimi 25 metri. Dopo una fase di stanca, Cozza cerca forze fresche dalla panchina e le trova in Louzada e Maita che prendono il posto di Di Michele e Dall’Oglio. Pochi secondi dopo questa doppia sostituzione, Armellino impegna severamente Lagomarsini che salva in angolo, lasciando l’urlo strozzato in gola ai tifosi di casa. Nel momento in cui ci si attendeva la rete amaranto, doccia fredda sul ‘Granillo’: Aquino si fa saltare troppo facilmente nella ripartenza peloritana e dal cross di Damonte, Orlando, troppo solo, beffa Kovacsick con un tacco volante molto bello stilisticamente. Cozza si gioca il tutto per tutto inserendo Masini per Camilleri e la risposta è nel tiro-cross di Louzada sul quale Insigne non ci arriva per un soffio. L’epilogo è però amaro. Fanno festa i peloritani, Reggina al primo stop stagionale, una sconfitta probabilmente immeritata, figlia soprattutto delle tante occasioni da rete mancate, ma nonostante ciò Di Michele e soci escono tra gli applausi.