Menu
Corriere Locride
A Ferruzzano domenica 27 arriva La Via dei Borghi

A Ferruzzano domenica 27 arriv…

Domenica 27 ottobre il...

Camini (RC): giovanissimi da tutta Europa per la fase conclusiva del progetto GOOD4YOU(th)

Camini (RC): giovanissimi da t…

Sono giunti ieri a Cam...

La nuova vincita al Superenalotto chiamata “vitalizio dei consiglieri regionali calabresi”

La nuova vincita al Superenalo…

«L’ex capo della Proci...

Libri. 1° posto ex equo a Milano per “La  mia vita oltre il cancro”, opera della scrittrice calabrese Patrizia Pipino

Libri. 1° posto ex equo a Mila…

“La mia vita oltre il ...

Processo “Terramara Closed”: La Cassazione ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico Domenico Scoleri e Rosario Scoleri accusati di far parte della cosca Zagari-Fazzalari

Processo “Terramara Closed”: L…

La prima sezione della...

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musicale, per il Sindaco Conia: «è una Giornata storica per il comune»

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musi…

Oggi presso l'attuale ...

Locri. Domenica 6 Ottobre si è concluso il raduno pre-campionato dei fischietti locresi

Locri. Domenica 6 Ottobre si è…

Domenica 6 Ottobre 201...

Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Prev Next

A.A.A. tra pupari e servi, allenatore cercasi per la Palmese

  •   Sigfrido Parrello
A.A.A. tra pupari e servi, allenatore cercasi per la Palmese

di Sigfrido Parrello - PALMI (RC) - S’era partiti con Dal Torrione. Acqua passata perché il tecnico artefice della straordinaria salvezza nello spareggio di Marsala è stato esonerato l’altro ieri, quando i dirigenti della Palmese hanno pensato di incollare al mister di Gioia Tauro tutti i problemi.

Adesso, la mossa della dirigenza neroverde per trovare un nuovo allenatore, è fallita. Ora si profila un derby siciliano tra Brucculeri e Venuto. Due ottimi allenatori con ottimi curriculum che nelle ultime stagioni hanno fatto vedere cose buone, ma che ormai, visti che i tentativi per prendere Ciccio Cozza sono svaniti, possono essere considerate scelte quasi obbligate per una piazza che sta piangendo lacrime amare il ritorno in Serie D che si sta rivelando pesante come un macigno per il futuro della ultracentenaria Palmese.                                                                                            

Serve un allenatore in grado di far dimenticare le polemiche ed i tanti problemi. C’è bisogno di una personalità capace di far dimenticare una stagione iniziata malissimo su tutti i fronti, partendo dalle cinque sconfitte consecutive, passando per la totale confusione che regna tra tutti, dirigenza in primis e tifoseria neroverde che continua, incoscientemente supponiamo, a credere e sperare che le cose possano risolversi velocemente. Ma la realtà sta nel vedere precipitare sempre di più l’umore dei tifosi.

Perché anche Cozza avrebbe detto di no?Ma, ad essere onesti, la domanda più corretta dovrebbe essere: perché avrebbe dovuto dire di sì? Palmi è una grande piazza e sicuramente ha storia, bacino d’utenza e potenzialità decisamente maggiori rispetto a tante altre. Al momento però la società neroverde che garanzie può promettere a chi contatta per offrire un posto da allenatore? La societàneroverde ha un’organigramma indecifrabile: il presidente Rocco Simone si vede ma non si capisce! Il suo vice e fratello Giuseppe si vede e si capisce ancora di meno! L’altro vice presidente, il mitico ed amatissimo dott. Franco Scampato, barcolla ma non molla! Il ruolo di Scampato è tanto importante quanto incomprensibile: scrive su facebook cose prive di ogni fondamenta con lo scopo solo ed esclusivamente di prendere per il fondoschiena i tifosi. Da Scampato a Spataro. Il diesse per passione continua imperterrito a mietere vittime: si dimette ma continua a frequentare quotidianamente Palmi ed il “Lopresti”. Spataro, invece di restare al fianco di Dal Torrione fino alla fine, lo abbandona dopo poche settimane. Telefona a potenziali allenatori che, ovviamente, non gli danno abbastanza retta. Da Locri a Palmi per fare danni morali e immateriali. Cosa ci fai ancora a Palmi direttore Fortunato Spataro? Continuiamo con il rampante Nicola Esposito, Direttore Generale dimessosi una settimana fa, ma ancora in piena attività fisica e mentale. Mah! Vogliamo concludere in maniera decente? Proviamoci allora con i pupari neroverdi, quelli che sono abili a nascondersi tra la gente. Quelli che indegnamente gestiscono la situazione tra l’ambiguità del loro essere al cospetto di tifosi incapaci di comprendere! Complimenti eterni pupari! Riproviamo a concludere in maniera decente? Capitolo servi. I servi schiavi del loro padrone, del loro mentore, che li usa come una la lametta: usa e getta! I servi sciocchi sono la carta igienica del loro padrone, dieci piani di morbida inconsistenza. Alla fine (la loro fine forse in tutti i sensi, tranne la loro dignità, che non ha fine ne inizio!) anche i servi schiocchi si dimettono.

Concludiamo vivamente con i grandi ritorni, coloro che, in pompa magna, fanno il loro ritorno nella gloriosa Palmese. Colori i quali, dopo un paio di anni, qualcuno solo dopo pochi mesi, decidono di riprendersi ciò che hanno lasciato dopo aver gettato fango e fatto vertenze a gogo alla gloriosa U.S. Palmese 1912. Il loro detto: “Lo faccio per amore verso la Palmese”. La loro vergogna? Nessuna. Approfittatori.

Lode a te dott. Larizza.