Menu
Corriere Locride
Svolto il raduno delle sezioni di Locri e Cosenza nella splendida cornice di Casali del Manco (Cs)

Svolto il raduno delle sezioni…

Si è svolto nelle gior...

Bovalino. Sabato 29 settembre al Caffè Letterario Mario La Cava si terrà la Presentazione del romanzo "Il cielo comincia dal basso"

Bovalino. Sabato 29 settembre …

«Rosa Sirace è una che...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: «Il 22 ottobre presenteremo il primo rapporto sulla mortalità stradale negli anni 2013-2017 sulla S.S.106»

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Il lavoro dell’Associa...

Legambiente: «La Calabria seconda per abusivismi»

Legambiente: «La Calabria seco…

È stato presentato que...

Coldiretti: la Regione autorizza carburante in più per l’irrigazione di soccorso su tutto il territorio regionale

Coldiretti: la Regione autoriz…

Coldiretti aveva chies...

In occasione del nuovo anno scolastico inaugurazione del plesso “Carrera” della Scuola Primaria e nuovo scuolabus comunale a Roccella

In occasione del nuovo anno sc…

In occasione dell’iniz...

Regione. In programma il 25 e 26 settembre la conferenza internazionale sulla tratta delle donne nigeriane

Regione. In programma il 25 e …

"Doppio sguardo. La tr...

Legge di Bilancio 2019: Oliverio scrive ai parlamentari Calabresi

Legge di Bilancio 2019: Oliver…

Il Presidente della Re...

Gemellaggio internazionale per il Rotary di Locri

Gemellaggio internazionale per…

Il Rotary club di...

WWF: «Le Marche salvano lupi e allevatori»

WWF: «Le Marche salvano lupi e…

«Le Marche stanno segu...

Prev Next

Teatro. “Storia di Rocco Gatto vittima di mafia”, il coraggio di non piegarsi alla ‘ndrangheta

  •   Redazione
Teatro. “Storia di Rocco Gatto vittima di mafia”, il coraggio di non piegarsi alla ‘ndrangheta

Domani, 10 marzo, alle ore 20,30, a Crotone, andrà in scena “OPERA APERTA. Storia di Rocco Gatto vittima di mafia.”, a cura del “Piccolo Teatro Umano”, di e con Nino Racco.  L’opera rievoca Rocco Gatto, vittima di mafia nel marzo del ’77 a Gioiosa Jonica. Molte le cause che hanno portato l’organizzazione criminale all’uccisione di Gatto. Tra le tante il coincidere della sua denuncia ai Carabinieri con la chiusura del mercato domenicale. Tale gesto, imposto dalla ‘ndrangheta, è conseguenza della scomparsa del boss Vincenzo Ursino, vittima di un conflitto a fuoco contro le forze dell’ordine. La storia di Rocco Gatto grida forte “No alla Mafia”, e lo fa senza nascondersi, senza sussurri. Proprio questo suo atteggiamento fu causa delle ingerenze ndranghetiste. Le sue dichiarazioni televisive, il suo continuo denunciare, il suo urlare chiaramente “io non pagherò il pizzo alla mafia, fino alla morte” lo dipinsero come scomodo, troppo scomodo. Alla base dell’opera teatrale, da cui l’autore ha ampiamente attinto, il libro “il sangue dei giusti” dei giornalisti C.Careri e D.Chirico. Nino Racco è un attore di teatro che da molti anni si dedica alla riscoperta e all’evoluzione della figura del cantastorie e chiaramente immette in queste sue performance delle tecniche teatrali.

Lo spettacolo è un appuntamento “Diteca”, Distribuzione teatrale in Calabria, per la precisione “Diteca Centro”, gestita e organizzata dalla Compagnia Porta Cenere diretta da Mario Massaro nel territorio corrispondente alle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia.  La Direzione Artistica del Progetto è di Dante de Rose.

Lo spettacolo è al Teatro della Maruca Via Vittorio Veneto 124 d – Crotone.

Il numero di Nino Racco (autore e attore) è 328 9007736.