Menu
FanduCorriere Locride
Bovalino. Emergenza Covid19, nota stampa del Capogruppo di “Nuova Calabria”: «i Comuni mettano in campo tutte le strategie per fare emergere i bisogni delle famiglie»

Bovalino. Emergenza Covid19, n…

«L’emergenza Covid19 h...

Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Sant'Ilario festeggia i 100 anni della signora Rosa. Gli auguri dell'amministrazione comunale

Sant'Ilario festeggia i 100 an…

Ha festeggiato 100 ann...

Roccella Jonica. Il Circolo PD scrive al Sindaco

Roccella Jonica. Il Circolo PD…

"Lettera aperta al sin...

Poste Italiane e Microsoft rafforzano la collaborazione per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft raf…

«Lanciato un piano con...

Nota stampa di Cisl Fp: «il lavoro silente del pubblico impiego»

Nota stampa di Cisl Fp: «il la…

«Istituita una Task fo...

Prev Next

Il live di Paolo Sofia ha chiuso la rassegna “Benestare Teatro”

  •   Redazione
Foto Maurizio Albanese Foto Maurizio Albanese

Canta, recita, si racconta. Paolo Sofia, con “Vi racconto una storia”, spettacolo emozionante e coinvolgente, ha concluso la settimana scorsa la rassegna “Benestare Teatro”, promossa dall’amministrazione comunale della cittadina ionica e diretta da Nino Racco. Gli anni della formazione nei piano-bar a Milano, il grande successo con i QuartAumentata, il nuovo progetto e la dimensione del teatro d’impegno civile: la voce calda di Paolo Sofia cattura il pubblico in un crescendo emozionale tra musiche e testi che hanno la cifra distintiva della poesia. Con Salvatore Gullace alla chitarra e Dario Zema alle percussioni, il musicista di Bovalino propone canzoni cult come “L’occhiu du passanti” e “Mbiviti nattru” e brani impegnati, legati allo spettacolo teatrale “Avvelenati” (in scena con Enzo de Liguoro), passando attraverso il tango appassionato di “Mani” e il romanticismo di “Dolce sposa”, entrambi parte de “Il navigante del 3000”, progetto globale tra album, teatro e cinema, in via di realizzazione con Tanto di Cappello production.

Nell’accogliente Piazza della Memoria Civile, ad aprire la rassegna agostana è stato Antonio Tallura con il suo monologo “Vaju llà”: esilaranti storie delle rughe locresi per una maschera di estremo realismo, straordinariamente dipinta e interpretata dal noto attore calabrese. Il “Gruppo Spontaneo” di Bovalino ha poi proposto “Scherìa – La ricerca di un sogno”, commovente spettacolo sul tema delle migrazioni e dell’accoglienza con testi di Pino Macrì e Franco Costabile; protagonisti Enzo Marzano, Marianna Locri, Pino Ammendolea, con le musiche di Alessandro Alia. Il terzo appuntamento ha visto protagonista lo stesso Nino Racco che, insieme a Vincenzo Mercurio, ha portato in scena “La guerra di prima”: tra dramma e ironia, uno spaccato critico a cento anni dalla Grande Guerra, tutto giocato sul talento dei due attori e sul riuscito intreccio delle loro differenti peculiarità artistiche. Infine, Paolo Sofia con “Vi racconto una storia”. «È stata una piccola rassegna-vetrina di teatro della Locride – dice Nino Racco ‒ fa parte di un percorso che continuerà in inverno al Teatro della Chiesa Nuova, una bella sala ritagliata all'interno di una chiesa sconsacrata e adottata dal Comune di Benestare. Insomma: fermenti, entusiasmi per una Locride che non vuole morire anzi si candida come centro culturale regionale e nazionale. Molte idee. Fra queste una rassegna di teatro per ragazzi e un festival della "narrazione del Sud". Sosterranno l'iniziativa il Comune di Benestare e la Regione Calabria. Stiamo cercando di lavorare bene, con professionalità e umiltà». Soddisfatto il sindaco Rosario Rocca: «Ci piace l’idea di appuntamenti teatrali che avvicinino il pubblico, che facciano sentire coinvolti, come è stato per questa rassegna. È nostra intenzione continuare questo percorso culturale che parte dal teatro aprendosi a diverse forme di arte».