Menu
Corriere Locride
Bovalino. Agave presenta la sua sede operativa e molte altre novità

Bovalino. Agave presenta la su…

Presente anche l’Ammin...

Cosenza. Studenti in piazza contro il governo: «Le scuole sicure sono quelle che non crollano»

Cosenza. Studenti in piazza co…

Centinaia di studenti ...

Regione Calabria. Rifiuti, il Dipartimento Presidenza replica ad Abramo

Regione Calabria. Rifiuti, il …

Corre l'obbligo replic...

La piccola Victoria Cosentino debutta su RAI 1 alla 61^ Edizione dello ZECCHINO D’ORO

La piccola Victoria Cosentino …

Finalmente ci siamo. D...

Ambiente. Giornata nazionale degli Alberi, Costa: “Piantiamo un albero insieme ai nostri figli, avranno un amico di cui prendersi cura per tutta la vita”

Ambiente. Giornata nazionale d…

«Per la Giornata degli...

Reggio. Inaugurato l'Auditorium dell'istituto comprensivo "Catanoso - de Gasperi"

Reggio. Inaugurato l'Auditoriu…

Martedì 13 Novembre è ...

Caulonia sbanca "Mezzogiorno in famiglia". Il sindaco Belcastro: «Risultato esaltante»

Caulonia sbanca "Mezzogio…

Per Caulonia "Mezzogio...

Bovalino. Agave presenta il suo “Sportello per il cittadino”

Bovalino. Agave presenta il su…

Lo sportello si muover...

Calcio. A.S.D. Roccella 1935: Il dottor Enzo Federico nuovo ds

Calcio. A.S.D. Roccella 1935: …

Enzo Federico è il nuo...

“Il labirinto e il filo. I Costituenti calabresi”: sabato 10 novembre la presentazione a Taurianova

“Il labirinto e il filo. I Cos…

Evento accreditato dal...

Prev Next

Tutto pronto per la fiaccolata in ricordo delle vittime della S.S.106 a Cropani

  •   Redazione
Tutto pronto per la fiaccolata in ricordo delle vittime della S.S.106 a Cropani

Incontro operativo: ottenute le autorizzazioni è stato organizzato ogni aspetto dell’iniziativa. Le associazioni invitano tutti a partecipare a questa importante iniziativa che ha, tra gli altri, l’intento di voler illuminare le coscienze di chi può e deve fare qualcosa per rendere più sicura la “strada della morte”.  

Ancora oggi l’intera comunità di Cropani, a distanza di un mese dall’ultima tragedia che si è consumata sulla S.S.106 in contrada Difesa, in cui ha perso la vita Raffaele Gnutti di appena 18 anni, è enormemente dispiaciuta e mortificata per l’ennesimo figlio sottratto anche perché in quel famigerato tratto di “strada della morte” sono decine le vittime avute nel corso degli anni.

Nasce, quindi, da questa sensibilità l’intenzione di dar vita, domani 10 settembre, ad una fiaccolata in ricordo di Raffaele ma anche di tutte le vittime della S.S.106. Subito dopo la santa messa che avrà luogo presso la Chiesa di San Marco Evangelista a Cropani alle ore 18:30, inizierà la fiaccolata che da lì si concluderà presso il cimitero.

Alla fine della santa messa le Associazioni distribuiranno le candele ai partecipanti mentre lungo il percorso della fiaccolata si resterà in silenzio: solo una voce, scandirà attraverso un megafono, i nomi di tutte le vittime della tristemente nota “strada della morte”. All’arrivo al cimitero ci sarà un breve ricordo del giovane Raffaele Gnutti e verranno, inoltre, ricordate le vittime della S.S.106 nel comune di Cropani.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” insieme al Forum delle Associazioni Cropanesi auspicano una forte partecipazione all’iniziativa: cittadini, rappresentanti istituzionali, amministratori, stampa, associazioni, ecc.. Tutto il territorio calabrese è atteso ad una iniziativa che ha l’intenzione di sensibilizzare tutti: cittadini ed istituzioni sul tema della S.S.106.

«Questa bellissima iniziativa – dichiara Fabio Pugliese, presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – è aperta a tutti e non ha e non vuole avere colori ideologici e/o politici. Si tratta di una autentica iniziativa di sensibilizzazione e di ricordo su un tema che accomuna purtroppo tutti. Tutta la Calabria jonica è investita dalle diverse criticità ed è contrassegnata da tante tragedie legate alla S.S.106: un problema che resta da sempre irrisolto. Domani sera a Cropani, nel silenzio e nel buio, ricorderemo Raffaele e tutte le vittime della S.S.106, accenderemo migliaia di luci con la speranza ma anche con l’intenzione e la determinazione di riuscire attraverso queste ad illuminare le coscienze di chi guida sulla S.S.106 ma anche e, soprattutto, di chi deve e può fare qualcosa per cambiare e rendere la “strada della morte” una strada diversa e, magari, la faccia diventare la “strada della vita”».

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 9 Settembre 2018