Menu
Corriere Locride
Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Rapporto Svimez 2019, nota stampa del Segretario generale Uil Calabria

Rapporto Svimez 2019, nota sta…

«La fotografia scattat...

A Martone tre giorni di festa dedicati alla castagna

A Martone tre giorni di festa …

E’ tutto pronto a Mart...

Bovalino.  Serranò ( F.d.I): «l’avviso esplorativo per la realizzazione di nuovi porti è una grande opportunità»

Bovalino. Serranò ( F.d.I): «…

«L'avviso per partecip...

Prev Next

Reggio Calabria. Francesco Anoldo (Confintesa Sanità Calabria): proclamato lo stato di agitazione dei dipendenti della Casa di Cura Villa Aurora

In più occasioni, 23/03/2019, 29/04/2019 e 20/05/2019, Confintesa, unitamente ad altre OO.SS, ha tentato di intraprendere con i vertici della Casa di Cura Villa Aurora, un percorso condiviso, per tentare di risolvere i molteplici problemi che incombono sui dipendenti della struttura, anche attraverso l'intervento dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Reggio Calabria. Sono avvenute palesi violazioni del CCNL di riferimento, inerenti la carenza di personale, riduzioni orarie arbitrarie, programmazione della turnazione irregolare, irregolarità palesi nei cedolini, irregolarità nelle modalità e tempistica dei pagamenti degli emolumenti, problemi di sicurezza sul lavoro, cambi di mansione decisi unilateralmente senza il coinvolgimento delle OO.SS.

"In virtù di quanto sopra esposto, Confintesa unitamente alle altre OO.SS, anche a seguito dell'assemblea dei dipendenti della Casa di Cura Villa Aurora, ha deciso di proclamare lo stato d'agitazione. L'assemblea del personale ha inoltre deciso che, decorsi i termini previsti per il possibile raffreddamento, si passerà ad altre iniziative di lotta a partire dallo sciopero dei dipendenti della struttura", così dichiara Francesco Anoldo, Segretario Regionale Confintesa Calabria.

Leggi tutto

Reggio. Arrestate 6 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 21 GIU - La Guardia di finanza di Reggio Calabria ha eseguito sei ordinanze di custodia cautelare, tre in carcere e tre ai domiciliari, nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica sul dissesto della casa di cura privata convenzionata "Villa Aurora", procedendo contestualmente al sequestro di beni per un valore complessivo di 12 milioni di euro.
I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria reggino, che hanno condotto l'operazione, hanno anche eseguito un obbligo di dimora. I destinatari dei provvedimenti emessi dal Gip su richiesta della Procura sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta, all'autoriciclaggio ed all'omesso versamento di ritenute.
Arrestati, tra gli altri, gli ex amministratori della casa di cura, Pietro Domenico Mangiapelo, di 50 anni, e Francesco Margiotta, di 35. Tra i beni sequestrati c'é la stessa casa di cura, già in passato oggetto di un analogo provvedimento poi annullato per un vizio formale.

Leggi tutto

Reggio. «Continua il momento di totale incertezza per i lavoratori di Villa Aurora»

Riceviamo e pubblichiamo - Comunicato stampa congiunto di CGIL - CISL - UIL - CIMOP: «La triste situazione di Villa Aurora»

Nonostante trascorrano inesorabili le settimane, continua il momento di totale incertezza per i lavoratori di “Villa Aurora”, in quanto l'annosa vicenda di crisi che affligge la Struttura non sembra destinata ad una positiva, né tantomeno rapida conclusione.

Il Piano concordatario, redatto dall’Amministrazione Giudiziaria, è stato depositato già alla fine del mese di Febbraio scorso e, il 19/03/2018 è stato ufficializzato il DCA, con il quale il Commissario Scura ha confermato il budget della Casa di Cura per l’anno corrente.

Dal mese di Aprile, quindi, pur disponendo del valore relativo all’accreditamento della Struttura, sommato a quello risultante dalla stima dei beni immobili dell’Azienda, sarebbe stato possibile pubblicare il Bando per una manifestazione pubblica di interesse, finalizzato all’individuazione di un imprenditore in grado di rilanciare le sorti della Casa di Cura.

Niente di tutto questo è stato fatto.

Non è stata nemmeno presa in considerazione l’offerta economica formulata da un imprenditore del settore della sanità.

Il tempo trascorre nel più totale immobilismo.

Al contrario, l’iter procedurale sembra essere tornato al punto di partenza, stante la nomina di un nuovo perito da parte del Commissario Giudiziale, Dott.ssa De Simone Saccà, cui è stato affidato il compito di stimare l’Azienda. Valutazione che il perito ha formulato, attribuendo all'Azienda (che ormai non esiste più) nel suo complesso, un valore pari a € 9.000.000,00 circa.

Se la vendita avverrà, e quando avverrà, a questo prezzo, Villa Aurora è destinata al Fallimento, con le conseguenze che abbiamo già visto in tante situazioni che si sono consumate  drammaticamente in questa città.

Villa Aurora non ha più tempo e ogni giorno trascorso nella situazione attuale ipoteca definitivamente il futuro della Struttura.

Come se non bastasse, nelle attuali condizioni, la casa di Cura non è in grado di garantire una produzione economica tale da soddisfare il budget annuale assegnato, con il rischio concreto di vedere decurtato lo stanziamento per l’anno venturo.

Villa Aurora ha assoluta e urgente necessità che vengano poste in essere, nel tempo più breve possibile, da parte degli Organismi competenti, tutti gli atti finalizzati alla immediata individuazione di un soggetto imprenditore che abbia riconosciute capacità in campo sanitario, il quale, con un investimento economico e un corretto piano industriale, crei le condizioni per il definitivo rilancio dell’Azienda.

Altre vie non sono praticabili, ivi compresa quella indicata dal Commissario, che se praticata porterà alla chiusura della struttura, con la fine di ogni speranza per i lavoratori.

Ciò innescherà una gravissima tensione sociale, per il notevole danno economico arrecato a tutti i lavoratori e alle loro famiglie.

Per questo chiediamo alla Procura della Repubblica, al Tribunale Fallimentare e alla Prefettura di Reggio Calabria, cui vanno i nostri ringraziamenti per la vigilanza e l'attenzione sin qui riservata al caso Villa Aurora, di assumere ogni decisione che riterranno opportuna affinchè Villa Aurora venga immediatamente messa in vendita a condizioni economiche corrette, in modo tale da garantire la continuazione dell'aattività e il mantenimento dei livelli occupazionali.

Le OO.SS. sono disponibili ad accompagnare il piano di vendita già predisposto, assicurando con i lavoratori tutte le mediazioni necessarie per agevolare il passaggio all'imprenditore che sarà individuato.

CGIL                           CISL                            UIL                             CIMOP

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed