Menu
Corriere Locride
"Riace che incontra il mare". Martedì 19 all'hotel Federica di Riace Marina la prima presentazione del romanzo di Giuseppe Gervasi

"Riace che incontra il ma…

Inizia martedì 19 nove...

Elezioni Regionali. Santo Biondo (Uil Calabria): «Siamo disponibili al confronto costruttivo con chi ne abbia la volontà»

Elezioni Regionali. Santo Bion…

«Che i bisogni della C...

Bovalino. "Emergenza rifiuti": Avviso del Sindaco  Avv. Vincenzo Maesano

Bovalino. "Emergenza rifi…

C O M U N E  ...

Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Prev Next

Uniti per Gerace interroga il Sindaco sul riacquisto auto elettriche

Quasi novanta giorni dopo il vile gesto verificatosi a Gerace (presso il parcheggio sito in località- Barbàra nella notte tra il 29 e 30 Maggio u.s), quando un incendio ha reso inutilizzabili 10 autovetture elettriche acquistate per volontà dell’Amministrazione guidata da Pino Varacalli mediante i fondi P.I.S.L, il gruppo Consiliare "Uniti per Gerace" ha presentato in data 25 Agosto, ai sensi dell’art. 46 del “Regolamento per il funzionamento del Consiglio e delle Commissioni Consiliari” un'interrogazione al Sindaco di Gerace Dott. Giuseppe Pezzimenti in merito al riacquisto delle stesse autovetture elettriche.

Nei fatti la reazione della società civile subito dopo il fatto non si è fatta attendere e alla solidarietà espressa dai rappresentanti delle istituzioni e alla manifestazione organizzata dalla Pro Loco si è unito lo stesso presidente della Regione Calabria Mario Oliverio che, giunto sul posto dove erano presenti le “carcasse" delle auto elettriche, ha subito dimostrato l’intenzione di provvedere tramite apposito finanziamento al riacquisto delle stesse.

A conferma di ciò, con nota del Dirigente della Regione Calabria (Dipartimento n. 5 - Programmazione nazionale e comunitaria, Settore n. 1 - Programmazione) Ing. Luigi Zinno, acquisita dall’Ente Comunale con protocollo nr. 4142 del 03/06/2016, avente ad oggetto: “Riqualificazione del parcheggio Barbara per la mobilità sostenibile per i turisti e i visitatori”. PISL “Slow Life: in viaggio tra culture e nature del Parco nazionale dell’Aspromonte, dal tre Pizzi al Limina - Linea d’intervento 8.2.1.5 del POR Calabria 2007/13 - PAC” si invitava l’Amministrazione a produrre ogni documentazione utile al fine di riconoscere le spese aggiuntive da sostenere per le nuove forniture (importo presunto pari a euro 165.000,00).

L’incendio ha distrutto un importante progetto che era a un passo dalla sua realizzazione se non fosse appunto per quello che la scrittrice Hannah Arendt chiama “La banalità del male”. Si consideri che le stesse autovetture rappresentavano per la città un'opportunità per il futuro sia in termini di sviluppo economico che di mobilità.

La gestione dell’utilizzo delle stesse poteva essere foriera per la creazione di posti di lavoro. Le stesse auto elettriche avrebbero semplificato il traffico del centro storico, non adatto a contenere le numerose auto che transitano (anche e sopratutto nel periodo estivo) in occasione di cerimonie religiose, civili, eventi culturali, visite alla città e via dicendo.

L’auspicio è che le indagini degli inquirenti portino alla individuazione dei colpevoli di un delitto su cui l'opinione pubblica quotidianamente s'interroga e per il quale chiede giustizia avendo offeso un'intera collettività e le sue sane tradizioni morali, civili e culturali.

Il gruppo consiliare Uniti per Gerace si costituirà parte civile una volta accertati i responsabili, proponendo che lo faccia anche la stessa amministrazione.

Detto ciò e vista la nota della regione Calabria, si chiede al Sindaco di “sapere quali azioni sono state prodotte per il riacquisto delle vetture dall'Amministrazione comunale a fronte della comunicazione dell’Ente regionale (protocollo Regione Calabria nr. 0178428 del 03.06.2016).”

Leggi tutto

Da "Uniti per Gerace" una lettera aperta sulle criticità delle strade provinciali

I consiglieri Comunali del gruppo Uniti per Gerace, con una lettera aperta rivolta alla Provincia/Città metropolitana sollecitano un intervento per il ripristino della viabilità sulle strade provinciali. Nello specifico, sulla strada provinciale che da Locri porta a Gerace e sulla diramazione provinciale terme Antonimina che collega Gerace.

Affinché in un periodo di affluenza turistica e quindi di aumentata mobilità la città di Gerace non rimanga isolata, si chiede di attuare tutte le procedure del caso a salvaguardia dell’incolumità pubblica e delle potenziali situazioni di pericolo che si potrebbero venire a creare per gli utenti.

Le suddette strade provinciali presentano gravi dissesti che si sono accentuati negli ultimi mesi, è quindi necessario un intervento urgente.

Leggi tutto

"Uniti per Gerace" sul Borgo Incantato: "Non ha funzionato tutto bene"

Riceviamo e pubblichiamo

"Terminato l'evento il “Borgo Incantato” a Gerace, riteniamo opportuno fare delle precisazioni. Al contrario di quanto affermato nell’ultimo comunicato stampa del Comune di Gerace, il quale dice che tutto ha funzionato a dovere, vogliamo qui segnalare (tralasciando tanti aspetti che non citiamo per amore nei confronti della città di Gerace) che non è proprio andata così: un'amministrazione in stato confusionale ha gestito una manifestazione per fortuna già “rodata” da tempo che come una nave che percorre sempre la stessa rotta, può contare su automatismi propri che solo grandi eventi come il “Borgo incantato” sanno mettere in funzione. L’incapacità di gestire un evento del genere da parte dell'amministrazione comunale, si è manifestata quando i componenti della maggioranza hanno violato le modifiche al regolamento comunale che loro stessi hanno fortemente voluto e approvato in consiglio tra proclami di un nuovo ordine e appassionati “sermoni” del Sindaco.

Il rigore imposto è stato quello di una commedia “fantozziana”: spazzato via dal vento della prima serata. In maniera ostinata e contraria al buon senso, la maggioranza pur sapendo che viale Castello almeno una volta a settimana è colpito da raffiche di vento per la sua posizione, ha deciso qui di installare delle casette di legno da adibire per dei punti ristoro in un’area destinata a parcheggio auto. L’intento, certo positivo, era di evitare che i "fumi" invadessero il centro storico, ma ad essere danneggiati sono stati i commercianti dei punti ristoro allocati nelle casette - i quali versata la quota per la partecipazione hanno poi seguito la manifestazione da spettatori, visto che il vento non permetteva alcuna attività. Nello specifico, la violazione del regolamento avviene nel momento in cui non era prevista nel parcheggio suddetto la sistemazione dei prefabbricati in legno, l'art. 12 prevedeva infatti che fossero installati nel piazzale di Santa Maria Egiziaca all'entrata del paese. Le casette sono state sistemate in una zona adibita a parcheggio e solo i residenti della zona Baglio conoscono i disagi che hanno patito in quei giorni per la mancanza di posti auto.

In violazione sempre del citato regolamento sembra che i commercianti confinati a Viale Castello, successivamente nelle ultime due serate, siano stati fatti spostare nel centro della manifestazione dovendo tuttavia provvedere da sé, in fretta e furia, a una nuova organizzazione logistica.

I prefabbricati in legno sono rimasti chiusi per tutte e tre le serate. Ci chiediamo quindi a fronte di ciò: quali sono stati i costi di montaggio, smontaggio, allaccio luce, etc., sostenuti dal Comune? Risorse, tempo e disagi che potevano essere evitati se “l’esilio” di Viale Castello non fosse altro che una scelta “ideologica” volta a porre un forzato e radicale cambiamento agli occhi dell’opinione pubblica per distinguere il presente dal passato.

Da segnalare pure, nell'ultima serata della manifestazione, la mancanza dell'acqua nelle ore centrali che ha mandato in "tilt" le attività commerciali. Propriamente non ha funzionato tutto bene.

Leggendo il comunicato stampa si discorre poi di un aumento di presenze rispetto al passato: ne siamo felici. Tuttavia, il responsabile dell’Ufficio stampa del Comune di Gerace non ci risulta che sia dotato di un registro delle presenze dei visitatori, la sua propaganda politica ignora le scorse edizioni del Borgo incantato perché egli stesso impegnato all’epoca a promuovere altri eventi, altre location. Noi lo ricordiamo (fino a Febbraio 2015) direttore responsabile del settimanale gratuito "La Riviera" occupato piuttosto a screditare l'azione dell’amministrazione comunale perché guidata da Pino Varacalli, trovando buona ogni occasione per dare adito a polemiche e attraverso di esse mettere in cattiva luce Gerace. Oggi si proclama “ospite” di Gerace quando invece la sua permanenza in Città è dovuta a un contratto di consulenza con l’ente comunale per il quale ci riserviamo di avanzare dubbi di "presunta incompatibilità" dell'incarico ai sensi dell'art. 9 Legge 150/2000 "Disciplina delle attivita' di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”, per le altre attività giornalistiche che lo stesso addetto stampa sembra svolgere e che la Giunta Comunale non può fare a meno di conoscere".

 

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed