Menu
Corriere Locride
Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Rapporto Svimez 2019, nota stampa del Segretario generale Uil Calabria

Rapporto Svimez 2019, nota sta…

«La fotografia scattat...

A Martone tre giorni di festa dedicati alla castagna

A Martone tre giorni di festa …

E’ tutto pronto a Mart...

Bovalino.  Serranò ( F.d.I): «l’avviso esplorativo per la realizzazione di nuovi porti è una grande opportunità»

Bovalino. Serranò ( F.d.I): «…

«L'avviso per partecip...

Prev Next

Reggio. Sabato 5 ottobre, al Planetarium Pythagoras, si celebra la decima edizione de “La Notte internazionale della Luna: Moonwatch party”

Sabato 5 ottobre si celebra la decima edizione de “La Notte internazionale della Luna: Moonwatch party”, l’interessante esperienza che dal 2010 ha portato tutto il mondo ad osservare la Luna nella stessa serata.

L’iniziativa è promossa dalla NASA, l’agenzia spaziale americana, e nel nostro paese è supportata dalla Società Astronomica Italiana e dall’Istituto Nazionale di Astrofisica.

L’obiettivo è quello di proporre osservazioni al telescopio dedicate alla Luna, di approfondire temi quali la genesi e le caratteristiche fisiche, la mitologia, la poesia, la musica e le diverse espressioni artistiche ispirate al nostro satellite naturale.

Sono migliaia le manifestazioni previste a livello mondiale, tra queste anche quella organizzata dal Planetarium Pythagoras - Città Metropolitana di Reggio Calabria, che aderisce all’iniziativa fin dalla sua prima edizione.

Dopo la presentazione dell’iniziativa, sul piazzale antistante il planetario, gli esperti del planetario

guideranno il pubblico all’osservazione con i telescopi della Luna che, essendo al primo quarto, regalerà splendidi contrasti di ombre sui crateri e sui mari e del sempre affascinante “Signore degli anelli” il pianeta Saturno con cui la Luna entrerà in congiunzione nella costellazione del Sagittario.

Il programma della serata continuerà con la conversazione della prof.ssa Melania Borzumati, componente lo staff del Planetario, che a mezzo secolo dallo storico sbarco, ci aggiornerà sulle notizie che provengono dal nostro satellite.

La serata si concluderà con lo spettacolo sotto la cupola.

Nella convinzione che una corretta diffusione della cultura scientifica costituisce uno dei presupposti per il pieno esercizio dei diritti democratici dei cittadini, parafrasando il poeta Petrarca: “io aspetto tutto il dì la sera che l' sol si parta e dia luogo a la Luna”, vi aspettiamo per osservare insieme il nostro satellite a cui la Terra deve moltissimo.

L’appuntamento, gratuito, è per tutti alle ore 19.00 presso il Planetarium Pythagoras.

Leggi tutto

Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria: Venerdì 27 Settembre, dalle ore 20.00 si terrà la notte europea dei ricercatori 2019

Torna a Reggio Calabria, venerdì 27 settembre, l’appuntamento con la Notte Europea dei ricercatori.

Una festa che si svolgerà in contemporanea, con oltre 200 appuntamenti, in città europee ed italiane.

Alle iniziative promosse dai tre Atenei calabresi si aggiungono quelle organizzate dal Planetarium Pythagoras della Città Metropolitana di Reggio Calabria, che si avvale della collaborazione dell’Università Mediterranea.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto non formale.

Nell’accezione comune, fare ricerca sottintende l’utilizzo di laboratori, ma è pur vero che non si può non riconoscere che la scuola è un soggetto permanente di ricerca didattica.

Coniugare l’approfondimento delle discipline scientifiche con l’acquisizione di nuove competenze didattiche e metodologiche non è cosa semplice, e se questo non si può ottenere senza l’impegno e la responsabilità della scuola e quella individuale degli insegnanti,  il percorso formativo non si può limitare soltanto a quanto sviluppato nelle aule scolastiche e gli studiosi, sempre più auspicano una didattica non formale e suggeriscono di utilizzare la capacità educativa dei Planetari e dei Musei scientifici. In questo contesto il Planetario Pythagoras, nel suo piccolo, è impegnato per diffondere l’innovazione scientifica nella scuola, incrementare la qualità dell’insegnamento ed aumentarne la sensibilità.

Il supporto, proposto dal Planetario, al piano dell’offerta formativa delle scuole consente di coniugare l’approfondimento culturale all’interesse per l’astronomia e l’astrofisica, con l’acquisizione di nuove competenze didattiche e metodologiche non disgiunte dall’innovazione tecnologica.

Il programma elaborato per l’edizione 2019 ha come titolo: “Il Cielo come laboratorio”, prevede, nella prima parte, gli interventi dei giovani che presenteranno l’esperienza maturata nelle Olimpiadi italiane ed internazionali di Astronomia e nel percorso di “Alternanza scuola lavoro”, successivamente si ragionerà su “Tecnologia ed Ambiente” con particolare riguardo all’inquinamento luminoso e all’utilizzo della tecnologia della termografia con drone che trova impiego in svariati contesti, dal controllo energetico e strutturale di impianti ed edifici, fino alle applicazioni in campo ambientale.

Al pubblico presente verranno fornite delle centraline SQM (Sky Quality Meter) con le quali potranno monitorare lo stato dell’inquinamento luminoso nella nostra città.

Non possono mancare, nella parte conclusiva del programma, i laboratori dedicati alle stelle ed i telescopi puntati al Cielo per osservarne le bellezze.

L’iniziativa ricade all’interno della Terza edizione Festival calabrese dell’Astronomia: “Sulla via dei Greci di Calabria a riveder le stelle - Il cielo come laboratorio di didattica, divulgazione, conservazione, recupero, conoscenza dei valori ambientali, culturali e paesaggistici della Calabria.”

Il progetto è stato presentato per la Selezione e il Finanziamento nell’ambito degli interventi della Regione per la valorizzazione del sistema dei Beni Culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria - Annualità 2019 - Tipologia 1.3 - Eventi innovativi non storicizzati.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare: l’inizio delle attività al Planetario è previsto alle ore 20.00.

Leggi tutto

Reggio. Sabato 14 Settembre, dalla Terrazza del Museo Archeologico, il Planetarium Pythagoras accoglie la Sacra Effige

Sabato 14 Settembre 2019, dalle ore 19.30 alle ore 22.45

Terrazza del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria

 BENTORNATA IN CITTÀ

Il Planetarium Pythagoras Città Metropolitana Reggio Calabria accoglie la Sacra Effige

Il Planetarium Pythagoras aderisce alle iniziative culturali messe in atto in occasione della festa patronale.

In collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, organizza, sabato 14 settembre, un incontro a carattere scientifico nello scenario della splendida terrazza di Palazzo Piacentini.

Dalle ore 19.30 sarà possibile osservare il Cielo con gli strumenti, ed alle ore 21.00 il dott. Giuseppe Cutispoto, Astronomo presso l’Osservatorio Astrofisico di Catania, terrà una conferenza dal titolo “Siamo soli nell’Universo? Dove sono tutti quanti?”.

Anche se l’autunno, conosciuto come la porta del buio, è alle porte, il cielo sarà ancora arricchito dalla presenza di molte costellazioni estive e soprattutto si potranno osservare la Luna e i pianeti Giove e Saturno.

L’argomento che tratterà il Dott. Cutispoto: “Siamo soli in questo Universo? Esiste vita intelligente, una civiltà tecnologicamente progredita all’interno della nostra Galassia? C’è qualcuno là fuori?” trova conferma nella

recentissima notizia che c'è acqua nell'atmosfera di un pianeta che si trova a 110 anni luce dalla Terra e che ruota intorno a una stella più piccola e fredda del Sole alla distanza ideale per avere una temperatura che permetta all'acqua di essere allo stato liquido e, forse, per poter ospitare la vita.

A prescindere dalle considerazioni di carattere scientifico e filosofico che stanno alla base del tema, è una domanda che l’uomo si chiede da sempre.

Anche Enrico Fermi, nel 1950 si domandava: “se l'Universo pullula di civiltà aliene, dove sono finiti tutti quanti?”

In attesa delle risposte del Dott. Cutispoto a queste ed altre domande, vi aspettiamo sabato sulla Terrazza del Museo!

L’incontro si inserisce nel programma “Stelle d’Estate” del Festival Calabrese dell’Astronomia - terza edizione.

 

Come già comunicato dalla Direzione del Museo, che ringraziamo per la collaborazione, l’ingresso è gratuito.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed