Menu
Corriere Locride
Premio “Palmi Città della Varia”: il 24 agosto la Cerimonia di premiazione

Premio “Palmi Città della Vari…

Si è conclusa con succ...

Coldiretti: Calabria vendemmia in corso di svolgimento. La seconda fotografia del vigneto Calabria

Coldiretti: Calabria vendemmia…

Già da qualche settima...

Poste Italiane: installato il primo postamat dell’ufficio postale di marina di Palizzi

Poste Italiane: installato il …

Nuova tappa del progra...

Condofuri. Ai nastri di partenza il Mercatino Estivo Condofurese

Condofuri. Ai nastri di parten…

Mancano poche ore all’...

Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Prev Next

Reggio. Martedì 13, al MArRC, “Donne in orbita: l'universo al femminile” con la prof.ssa Patrizia Caraveo

Dopo lo straordinario successo di pubblico registrato  in occasione dello spettacolo: “Atlas Coelestis: la musica e le stelle” tenutosi sulla terrazza del Museo Archeologico Nazionale della nostra città, proseguono gli incontri all’interno della convezione tra Planetarium Pythagoras ed il MArRC.

Martedì 13 agosto alle ore 17.30 nella sala conferenze del Museo la prof.ssa Patrizia Caraveo terrà una conversazione su: “Donne in Orbita”.

Da Valentina Tereshkova, la prima donna nello spazio, alla nostra Samantha Cristoforetti, la prof.ssa ripercorrerà, tra pregiudizi e stereotipi, la storia che ha restituito il cielo “all'altra metà del cielo”.

Le donne non sono mai state la prima scelta per i selezionatori di astronauti: una storia di ordinario maschilismo.

Ci sono voluti decenni per convincere le agenzie spaziali che le donne sono perfettamente adatte alla carriera dell’astronauta.

All’inizio la cosa è stata considerata una stravaganza e la Nasa ha ostinatamente chiuso le porte alle donne aviatrici che pure avevano superato gli stessi test psicofisici dei candidati maschi.

Oggi le donne astronaute non sono più un’eccezione ma rimangono pur sempre una minoranza e la loro presenza si attesta intorno al 10% del totale.

Miglioreranno le quote rosa nello spazio? Come hanno fatto le donne a raggiungere le stelle?

Nella sua conversazione la prof.ssa Caraveo cercherà di dare risposte a queste e ad altre domande.

La prof.ssa Patrizia Caraveo è dirigente di ricerca e direttore dell'Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Milano (IASF) ed ha collaborato a diverse missioni spaziali internazionali dedicate all'astrofisica delle alte energie.

L’incontro si inserisce nel programma “Stelle d’Estate” del Festival Calabrese dell’Astronomia - terza edizione.

L’ingresso è gratuito, la cittadinanza è invitata a partecipare.

Leggi tutto

Stilo (RC). Dal 22 al 27 luglio, all'Hotel Città del Sole, si terrà la scuola estiva di astronomia: “Uno sguardo verso l'infinito. Scienza, poesia, arte”

Al via la ventiquattresima edizione della scuola di alta formazione.

La Società Astronomica Italiana, che ha il privilegio di collaborare, attraverso vari protocolli di intesa, con la Città Metropolitana di Reggio Calabria fin dal 1994 e che, attraverso un’articolata convezione, dal 2004 ha la responsabilità scientifica del Planetarium Pythagoras, assieme all’Ente Città Metropolitana, alla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, all’Istituto Nazionale di Astrofisica ed al Comune di Stilo, organizza la XXIV edizione della Scuola Estiva di Astronomia.

Ventiquattro anni di attività didattica e divulgativa i cui risultati sono testimoniati dai successi raggiunti dai giovani studenti calabresi nelle Olimpiadi nazionali ed internazionali e dai riconoscimenti istituzionali.

Il tema generale della scuola è: “Astronomia e Astrofisica nella progettazione di percorsi formativi”.

La XXIV edizione della Scuola ha per tema: “Uno sguardo verso l'infinito. Scienza, poesia, arte”.

Il tema proposto da un lato vuole rendere omaggio, a duecento anni della sua composizione, ad una delle liriche più intense e significative di tutta la letteratura italiana: l’Infinito di Giacomi Leopardi e dall’altro intende favorire l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della discipline scientifiche e consentire ai docenti di guidare gli studenti ad approfondire le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative.

Quanto programmato all’interno della scuola è in linea con il profilo culturale educativo previsto dalle Indicazioni Nazionali che sollecitano i docenti a sviluppare negli allievi le conoscenze necessarie per cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi all’interno di un quadro culturale che, riservando attenzione, anche, alle discipline umanistiche, consente di cogliere le intersezioni tra i vari saperi e di elaborare una visione critica della realtà che permetta ai giovani affrontare i problemi e le tematiche complesse associate al ruolo della scienza nella nostra società.

La Scuola, a carattere residenziale, riservata a trenta docenti provenienti da tutta Italia, si svolgerà presso la gradevole struttura dell’Hotel Città del Sole di Stilo.

La cerimonia inaugurale, alla presenza delle Autorità, si terrà lunedì 22 Luglio ore 17.00 con la conferenza di apertura del prof Roberto Buonanno sul tema: “I Pericoli dall’infinito”.

Le Istituzioni che organizzano la scuola, nel loro Statuto non hanno solo la didattica ma, anche, quello di promuovere e diffondere gli studi e la conoscenza dell'Astronomia, pertanto, le scuole estive rappresentano, anche una modalità di divulgare la scienza e in questa ottica sono previste delle conferenze aperte alla cittadinanza.

Contestualmente alla Scuola, si svolgerà lo Stage nazionale di preparazione alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia, in programma a Piatra Neamt (Romania), dal 19-27 Ottobre 2019.

Della squadra italiana, costituita da cinque elementi, fanno parte Altomonte Vittoria (Liceo Scientifico “Euclide”, Bova Marina), Cama Andrea e Carbone Marco (Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”, Reggio Calabria).

Il programma completo della scuola è pubblicato sul sito del Planetarium Pythagoras www.planetariumpythagoras.com

Programma

Lunedì 22 luglio

16.00-20.00

Apertura della Scuola - Saluti Istituzionali

Conferenza di apertura: “Pericoli dall’infinito” Roberto Buonanno, Università Tor Vergata Roma

Martedì 23 luglio

09.00-13.00

“L’universo calcolabile” Anna Brancaccio, Direzione Generale Ordinamenti Scolastici MIUR

“Infinito fra scienza ed arte” Rossella Spiga, Università di Padova

15.00-19.00

Gruppi di lavoro

“Il primo passo dell’uomo verso l’infinto: la conquista della Luna” Giuseppe Cutispoto, Osservatorio Astrofisico Catania

Mercoledì 24 luglio

09.00-13.00

“Il multiverso”  Roberto Buonanno, Università Tor Vergata Roma

“La misura dell’infinito” Ginevra Trinchieri, Presidente SAIt

15.00-19.00

Gruppi di lavoro

“Lo sguardo astronomico verso l'infinito: i telescopi” Gaetano Valentini, Osservatorio Astronomico d’Abruzzo

21.00 Piazzetta Duomo (Stilo)

Conferenza pubblica: “Serata a Stilo sotto le stelle” Roberto Buonanno, Università Tor Vergata Roma

Giovedì 25 luglio

09.00-13.00

“Le potenze di dieci, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande” Pierluigi Veltri, Università della Calabria

“Luna, Marte ed Asteroidi: esplorazione del sistema solare all’Università dell’Arizona” Roberto Furfaro, Università dell’Arizona

15.00 - 19.00

Gruppi di lavoro

“Dove sono tutti quanti?” Giuseppe Cutispoto, Osservatorio Astrofisico Catania

“Comunicare la Scienza” Rossella Spiga, Università di Padova

Venerdì 26 luglio

09.00-13.00

Immagini dell’infinito in fisica e in matematica” Giuseppe Mussardo, SIS Trieste

“Un infinito che non comprendiamo: Giacomo Leopardi tra infinito ed indefinito” Giuseppe Polizzi, Dir. Gen. per il Personale Scolastico MIUR

15.00-19.00

Gruppi di lavoro

“L’estasi nell’infinito di Leopardi” Natalia Polimeni, già Docente Liceo - Esperto Planetario Pythagoras

“Lo stupore dell’infinito nella letteratura straniera” Silvana Comi, già Docente Liceo - Esperto Planetario Pythagoras

Sabato 27 luglio

09.00-13.00

Verifica finale

Chiusura del corso

Direttore della Scuola: Fabrizio Mazzucconi, Osservatorio Astronomico di Arcetri

Coordinatore dei gruppi di lavoro: Angela Misiano, Planetario Pythagoras Reggio Calabria

Leggi tutto

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

La sezione Calabria della Società Astronomica Italiana_ Planetarium Pythagoras Città Metropolitana di Reggo Calabria, sostiene l’Hospice “Via delle Stelle” e si unisce all’appello delle istituzioni e della società civile affinché la struttura sia preservata.

«Il ruolo svolto dall’Hospice per i malati terminali e le loro famiglie è noto - commenta la responsabile del Planetario Prof.ssa Angela Misiano Martino.

Nei momenti difficili il personale medico e sanitario ha fornito il supporto necessario per alleviare le sofferenze fisiche e psichiche degli ammalati e delle loro famiglie.

Un punto di riferimento importante per la città di Reggio Calabria, non solo per la qualità dell’assistenza, ma anche per la disponibilità di strumenti diagnostici e di un ambiente protetto e riservato - continua Misiano.

Il Planetario ha già sostenuto in passato l’Hospice, in particolare nel 2014, devolvendo alla struttura il ricavato di una rappresentazione teatrale ispirata alla scienza.

Tutti noi - conclude la referente del Pythagoras - abbiamo il dovere di impegnarci affinché la struttura e il personale tutto possano continuare a esercitare le attività professionali e mettere in campo l'impegno personale profuso sino ad oggi».

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed