Menu
FanduCorriere Locride
Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Sant'Ilario festeggia i 100 anni della signora Rosa. Gli auguri dell'amministrazione comunale

Sant'Ilario festeggia i 100 an…

Ha festeggiato 100 ann...

Roccella Jonica. Il Circolo PD scrive al Sindaco

Roccella Jonica. Il Circolo PD…

"Lettera aperta al sin...

Poste Italiane e Microsoft rafforzano la collaborazione per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft raf…

«Lanciato un piano con...

Nota stampa di Cisl Fp: «il lavoro silente del pubblico impiego»

Nota stampa di Cisl Fp: «il la…

«Istituita una Task fo...

Bovalino. Il Circolo di Fratelli d'Italia «si complimenta con l'amico Denis Nesci per la nomina a Commissario di Fd'I della Provincia di Reggio Calabria»

Bovalino. Il Circolo di Fratel…

«Malgrado gli ottimi r...

Prev Next

Ferruzzano. Domenica 13 ottobre a Rudina per Elita

Domenica 13 nel suggestivo Bosco di Rudina di Ferruzzano Superiore si svolgerà "Uniti per la solidarietà".

L'iniziativa che vede come capofila l'associazione Kalabria Experience e che coinvolgerà ben 18 realtà associative giunge alla sua terza edizione.

"Uniti per la solidarietà" è un appuntamento che unisce la vicinanza fattiva a favore dell Hospice di Reggio Calabria con la conoscenza e la promozione del territorio. L'idea nasce tre anni fa per rendere possibile il ricordo di Elita, una giovane donna appassionata di escursionismo che amava profondamente il territorio che è prematuramente scomparsa proprio 3 anni fa. 

L'iniziativa nasce da una volontà della giovane espressa poco tempo prima di morire. Fu proprio Elita ad indicare il desiderio di promuovere iniziative che potessero aiutare l' Hospice che nell'ultima fase della sua vita la ha accolta. L'evento quest'anno assume un carattere ancora più incisivo in merito alla sensibilizzazione sulle problematiche dell'Hospice di Reggio Calabria che come tutti sanno rischia la chiusura per mancanza di fondi.  

Il messaggio che si eleverà da Ferruzzano sarà quello di garantire che l'Hospice vada avanti. Il ricavato delle offerte versate verrà interamente devoluto all'importante struttura reggina. 

Infine, durante la giornata verrà piantato un albero alla memoria di Elita. 

Dott. Domenico Guarna

Operatore turistico per destinazioni eco-compatibili

Pres. Ass. Culturale Il Giardino di Morgana 

Tel. 3489308724

Web. www.ilgiardinodimorgana.it

Blog. www.viaggioapiedi.net

Social. Facebook Twitter Instagram

Leggi tutto

Ferruzzano. Domenica 13 ottobre, per il terzo anno consecutivo, torna l'evento "Uniti per la solidarietà in memoria di Elita"

  • Published in Eventi

Torna per il terzo anno consecutivo l'evento "Uniti per la solidarietà in memoria di Elita", evento escursionistico che si prefigge di raccogliere fondi a favore dell'Hospice Fondazione a via delle stelle di Reggio Calabria. Domenica 13 Ottobre il gruppo di promozione territoriale Kalabria Experience (Pro-Loco di Brancaleone) unitamente alle associazioni del territorio: CAI sez. Reggio Calabria, Ass. Rudina, Ass. Gente in Aspromonte, Aspromonte Wild, Porpatima Treking, Area51, Ass. Col tuo tempo,Ass. Vincenzo Luca Romeo, Movimundi, Osservatorio Ambientale Diritto per la Vita, Le Pro-Loco: di Bruzzano Zeffirio, Bova Marina, Ferruzzano, Reggio Sud, e gli sponsor Caffè Santo Antonio, Azienda Agricola Panzera e Fioreria del Corso di Brancaleone invitano tutti coloro che desiderano contribuire all'opera dell'Hospice di Reggio Calabria a partecipare a questo evento che sarà anche un modo per ricordare Elita, una ragazza scomparsa tre anni fa che amava il trekking, la natura ed tutte le meraviglie del creato. Gli escursionisti si daranno appuntamento Domenica 13 ottobre alle ore 09:00 a Ferruzzano Marina e partiranno alla volta di Ferruzzano Superiore fino a raggiungere il punto di partenza dell'escursione. Il Bosco di Rudina è un sito (s.i.c.) Sito di Interesse Comunitario che rappresenta un unicum sul territorio Reggino, luogo magico e intriso di storia e archeologia, con una ricca e variegata biodiversità tutta d scoprire e conoscere. Infatti, tra le peculiarità di questo luogo sono, la presenza di numerosi palmenti rupestri dell'età Bizantina protetti da vincoli archeologici. 

La giornata vedrà un percorso ad anello lungo 6.5km facile e adatto a tutti, tra boschi e stradine mulattiere che si concluderanno con un pasto offerto dall'Associazione Rudina e Azienda Agricola Panzera che ci ospiteranno. Al termine della pranzo grazie alla collaborazione del gruppo Movimundi e Osservatorio Ambientale Diritto alla Vita verrà piantumato un albero in memoria di Elita, non prima di aver annunciato il totale del ricavato della giornata che sarà interamente devoluto all'Hospice Fondazione La via delle stelle di Reggio Calabria.

Per partecipare l'organizzazione come ogni anno ha attivato un numero telefonico 347 0844564 a cui è possibile chiamare per  comunicare le adesioni. Già attiva la macchina della solidarietà nel territorio reggino con le associazioni che stanno promuovendo varie iniziative per raccogliere fondi a favore dell'Hospice, che confluiranno in questo evento.

Per maggiori informazioni sul programma e le modalità di adesione basta visitare il sito: www.kalabriaexperience.altervista.org

Leggi tutto

Pentedattilo. Svolta la prima tappa del progetto #camminamelito

Domenica 26 maggio 2019 si è conclusa a Pentedattilo l’escursione “L’anello di Pentedattilo, circumcamminando la roccia delle cinque dita”, la prima delle quattro tappe del progetto “I Sentieri di Caposud – #CamminaMelito”, che vede coinvolta Kalabria Experience e l’Associazione Culturale Kronos Arte in collaborazione con l’arch. Santina Marateia, uniti e guidati da una matrice comune che è quella della conoscenza e valorizzazione del territorio melitese.

La mattinata è iniziata con la visita alla chiesetta della Candelora sita ai piedi del Borgo di Pentedattilo illustrata dalla guida del luogo, gli escursionisti si sono poi messi in cammino lungo il sentiero che circumnaviga il monte Calvario tra suggestive vedute e scorci davvero unici nel suo genere.

“È stato una prima tappa davvero significativa” - ha dichiarato Carmine Verduci promotore del progetto Kalabria Experience i- “noi abbiamo colto con grande entusiasmo l’occasione di collaborare al progetto #CamminaMelito perché è un segnale di forte apertura al territorio, ed il nostro intento è stato sempre quello di collaborare con ogni realtà associazionistica del territorio, dando un segnale forte al territorio che deve proiettarsi verso la direzione della rete culturale tra associazioni ed organizzazioni territoriali”

“Nell’affrontare le tematiche relative alla valorizzazione del territorio” - spiega l’architetto Santina Marateia – “non dobbiamo considerare quest’ultimo soltanto come un contenitore di beni e risorse culturali, ma nell’accezione più ampia di luogo e spazio fisico in cui si sono manifestate e strutturate le varie stratificazioni antropiche che hanno contribuito in maniera più o meno marcata a definire quell’immagine identitaria che noi tutti percepiamo. Il territorio è il frutto dell’azione combinata di più fattori antropici e naturali che insieme lo hanno plasmato e modellato, è il luogo degli insediamenti umani conformatisi nel corso dei secoli si sono adattati alla morfologia del sito e hanno instaurato con esso un forte condizionamento ambientale. Il territorio è storia, è il frutto di una sedimentata ed ereditata evoluzione territoriale e antropica, uno scrigno che contiene frammenti sacri in grado di trasmetterci la memoria storica dei fatti e della vita passata, in quanto somma di componenti significativi che hanno fatto la nostra storia. Appare quindi chiaro, alla luce di tutto ciò, che la tutela e la salvaguardia di questo patrimonio culturale e naturale può avvenire solo e solo se si conosce a fondo lo spazio fisico in cui si opera. Non si può pensare di tutelare qualcosa che si disconosce. Lo scopo di #Cammina Melito è proprio questo, quello di interagire con il proprio territorio, attraverso il cammino, da sempre uno strumento di conoscenza, alla scoperta di luoghi che ci appartengono, che fanno da sfondo al nostro vivere quotidiano e che ancor di più hanno fatto la nostra storia”.

Continua ancora l’artista Maria Carmela Romeo, vicepresidente di Kronos Arte: “C’è qualcosa di nuovo che sta muovendo gli animi dei giovani calabresi: “la consapevolezza della bellezza dei nostri luoghi”, nata da questo continuo camminare e scoprire radici che oggi diventano più robuste e tangibili. Sul territorio melitese verranno attivati nuovi percorsi escursionistici che ricalcheranno sentieri antichi rimasti anonimi troppo a lungo. Prima tappa Pentedattilo, punta all’occhiello del territorio melitese uno dei borghi più pittoreschi e misteriosi dell’intera Calabria. Il fascino di questo luogo catturò l’attenzione di famosi artisti stranieri, come il viaggiatore inglese Edward Lear incantato dalle “meravigliose rocce scoscese di Pentedattilo”. Quest’ultimo, nella metà dell’Ottocento, insieme al suo compagno John Proby, una guida locale e un asino, percorsero a piedi gli angoli più belli dell’area grecanica, immortalandone grazie e bellezze attraverso acquerelli e disegni, così come il litografo olandese Maurits Cornelis Escher che dai numerosi disegni realizzati su Pentedattilo trasse quattro splendide incisioni. Sull’esempio di questi grandi personaggi si muovono i passi della nostra associazione e siamo conviti che la bellezza deve essere assorbita per poter essere restituita al mondo che verrà. Creiamo insieme una nuova visione”.  

L’itinerario effettuato, è un classico ma pur sempre attualissimo percorso che perimetra il SIC e il geosito di Pentedattilo, in cui si ha avuto modo di godere della bellezza della rocca dalle cinque dita da angolazioni e punti di vista inusuali, cogliendone i diversi aspetti geomorfologici e naturalistici, nonché il paesaggio circostante dominato dalle Rocche di Prastarà e l’Etna lungo lo stretto di Messina, la rocca di Santa Lena, di Smiroddu e la Rocca Smeraldo, un unicum di monumenti naturali di grande bellezza. Suggestiva è stata la visita al borgo e ai suoi monumenti, alle chiese e ai resti del castello, respirando e immergendosi lungo il cammino nella storia di questo caratteristico insediamento calabrese.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed