Menu
Corriere Locride
Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Rapporto Svimez 2019, nota stampa del Segretario generale Uil Calabria

Rapporto Svimez 2019, nota sta…

«La fotografia scattat...

A Martone tre giorni di festa dedicati alla castagna

A Martone tre giorni di festa …

E’ tutto pronto a Mart...

Bovalino.  Serranò ( F.d.I): «l’avviso esplorativo per la realizzazione di nuovi porti è una grande opportunità»

Bovalino. Serranò ( F.d.I): «…

«L'avviso per partecip...

Prev Next

Desertificazione, Costa: Stop consumo di suolo e gestione sostenibile risorsa idrica

I Cambiamenti climatici e la desertificazione sono interconnessi e ci riguardano molto da vicino. Un quinto del nostro Paese è a rischio desertificazione: sicuramente il Sud Italia è particolarmente vulnerabile ma ormai anche il Centro è coinvolto. Siamo in piena emergenza. In occasione della giornata mondiale contro la desertificazione, indetta dall’Onu, serve una riflessione sistemica sulle azioni da intraprendere. Infatti, non è possibile pensare a una politica di contrasto contro il depauperamento del nostro territorio senza interrogarci complessivamente sulle strategie globali, come Paese Italia e anche nel resto d’Europa. 

Secondo il Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti Climatici entro fine secolo in Italia la temperatura potrà aumentare tra 3 e i 6 °C: si prevede un’estremizzazione del nostro clima, con fortissime precipitazioni e periodi di aridità. 

«Oggi parto per Berlino – dice il ministro dell'Ambiente Sergio Costa - dove con i rappresentanti di circa 35 Paesi in vista della Conferenza sul clima dell’Onu di dicembre dialogheremo sulle politiche ambientali in atto. Questo è il primo di una serie di appuntamenti internazionali durante i quali il nostro obiettivo sarà portare avanti una politica ambientale coraggiosa e coordinata e che tenga conto delle urgenze. In Italia, dobbiamo agire sull’eccessivo sfruttamento della risorsa acqua: stiamo utilizzando il 30% delle risorse d’acqua rinnovabili disponibili, mentre l’obiettivo europeo indica la soglia del 20%, e la superficie dei ghiacciai continua a ridimensionarsi. Senza contare la conseguente perdita di biodiversità e i pericoli per la sicurezza alimentare. Uno degli impegni sarà portare avanti il disegno di legge sullo stop al consumo di suolo e quello per la gestione pubblica dell’acqua. Sono le nostre priorità, per un’azione di governo nel segno della sostenibilità ambientale e della tutela delle nostre risorse», conclude il ministro.

Leggi tutto

La fogna era una visione…

di Bruno Salvatore Lucisano - Ho scritto molto a proposito, in lingua e dialetto e solo per onestà intellettuale e per quanti mi seguono vi propongo un comunicato stampa, fresco di giornata. Voglio aggiungere anche che c’è un comunicato ufficiale del Comune dove si legge che l’acqua del mare, zona “Pontile”, e per lunghi tratti di mare, è tornata balneabile.

Tornata, vuole dire, che prima era… partita.

Questo è il comunicato di stammattina e, siccome avevo promesso di lasciare in mano ad altri le sorti del nostro bel paese, ve lo propongo così com’è stato partorito:

“I militaridel N.I.P.A.A.F. – Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri Forestale di Reggio Calabria, con l’ausilio dei CC.TT. nominati dalla Procura della Repubblica di Locri,in seguito ad un attività di accertamento e controllo del sistema delle reti fognarie e dei sollevamenti delle acque reflue presso il Comune di Brancaleone, hanno proceduto di iniziativa al sequestro preventivo ex art. 321 c. 3 bis c.p.p. del Depuratore comunalesito in località Pantano Grande e delle stazioni di sollevamento poste a servizio dell’impianto fognario. I militari operanti, unitamente al supporto tecnico dei CC.TT., accertavano il completo stato di abbandono del Depuratore Comunale, acclarato dai quadri elettrici risultanti spenti e dal mancato funzionamento di ogni parte meccanica ed elettrica costituente l’impianto.Da un controllo eseguito presso le singole stazioni di sollevamento si accertavano, inoltre, significativi sversamenti di liquami fognari non depurati in più aree dell’abitato di Brancaleone e sul relativo arenile, con evidente deturpamento delle spiagge edelle coste marinee compromissione della salubrità ambientale e dellasalute pubblica. Accertata la violazione della normativa ambientale di settore, valutato il pericolo che la libera disponibilità degli impianti potesse aggravare o protrarre le conseguenze dei reati ivi perpetrati,  ovvero agevolare la commissione di altri reati, la P.G. operante procedeva ad eseguire il sequestro preventivo del depuratore e degli impianti di sollevamento non funzionanti. Il sequestro è stato convalidato in data odierna dall’Ufficio del Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Locri.  Sono in corso i dovuti accertamenti di polizia giudiziaria al fine di individuare il/i soggetto/i responsabile/i circa le violazioni alla normativa ambientale contestate”.

 

Per quanto mi riguarda, e come ogni anno, continuerò a fare il bagno a mare, ma non mi chiedete se potete farlo voi, perchè non lo so. Io, ivece delle scarpe, ho la pelle di coccodrillo.

Buona estate.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed