Menu
Corriere Locride
Il docufilm “Terra Mia” di Ambrogio Crespi vince al Festival Internazionale del Cinema di Salerno

Il docufilm “Terra Mia” di Amb…

TERRA MIA non è un pa...

Diocesi di Locri-Gerace: « Monsignor Cornelio Femia è tornato alla Casa del Padre»

Diocesi di Locri-Gerace: « Mon…

Questa sera, all’età d...

Nota stampa del Partito Comunista calabrese sulla Sanità regionale

Nota stampa del Partito Comuni…

«Stamane, una delegazi...

Bovalino. Nota stampa del Capogruppo Gruppo consiliare di “Nuova Calabria” sull'emergenza rifiuti

Bovalino. Nota stampa del Capo…

«L’emergenza rifiuti d...

Discarica Comunia, Tansi vs Verduci: “Il vero allarme è sottacere i problemi ai cittadini”

Discarica Comunia, Tansi vs Ve…

«Il geologo replica al...

"Riace che incontra il mare". Martedì 19 all'hotel Federica di Riace Marina la prima presentazione del romanzo di Giuseppe Gervasi

"Riace che incontra il ma…

Inizia martedì 19 nove...

Elezioni Regionali. Santo Biondo (Uil Calabria): «Siamo disponibili al confronto costruttivo con chi ne abbia la volontà»

Elezioni Regionali. Santo Bion…

«Che i bisogni della C...

Bovalino. "Emergenza rifiuti": Avviso del Sindaco  Avv. Vincenzo Maesano

Bovalino. "Emergenza rifi…

C O M U N E  ...

Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Prev Next

Disagi Ufficio Postale Sant’Eufemia d’Aspromonte, il Sindaco Creazzo: “Superati i limiti di tollerabilità”

“Per i nostri concittadini diventa un’impresa ardua anche il semplice pagamento di un bollettino o la riscossione della pensione. Si è giunti ormai al limite di ogni comprensibile tollerabilità”.

Lo scrive, nell’ennesima accorata lettera indirizzata ai Vertici nazionali e Regionali di Poste Italiane, tra cui l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Dott. Matteo Del Fante, il Sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte Domenico Creazzo rimarcando, ancora una volta, la situazione di disagio ed ai disservizi riguardanti l’Ufficio postale del Comune aspromontano, più volte segnalati dal Primo Cittadino sia attraverso le vie ufficiali, sia per le “vie brevi”.

“Nonostante l’ultima lettera da me inviata nel febbraio di quest’anno, durante il lungo intervallo temporale intercorso le nostre richieste sono state puntualmente disattese e, la nostra segnalazione, non ha avuto alcun riscontro concreto e tangibile, se non una laconica ed insufficiente lettera di risposta. Così come viene disatteso, ad oggi, il senso dell’incontro voluto a Roma il 26 novembre scorso dai Vertici Nazionali di Poste, definito “un importante momento di confronto con i Sindaci sulle esigenze delle singole Comunità, sui bisogni specifici di ciascun territorio, sulle opportunità comuni  di crescita e sostenibilità economica e sociale”, ma che rischia di limitarsi ad un facile slogan.

Ci venga consentito dissentire sul concetto di adeguatezza – prosegue il Sindaco Creazzo - in un contesto in cui, non la straordinaria eventualità coincidente con periodi di scadenze particolari, bensì l’ordinaria quotidianità è rappresentata da lunghe ed estenuanti code, che si protraggono per un tempo dilatato, in cui rimangono “incastrati” i suddetti flussi di clientela. Tale sollecito si rende indispensabile e doveroso, e d’altronde ciò che si chiede non è altro che l’attualizzazione concreta di quella politica di attenzione mirata ai bisogni concreti delle piccole comunità quale la nostra, la soluzione delle problematiche contingenti, la messa in opera di piccoli accorgimenti volti a migliorare la funzionalità e l’efficienza degli uffici prima di qualunque altro progetto stratosferico, auspicabile ed encomiabile sì, ma in un secondo momento.

Crediamo questo sia un atto dovuto nei confronti dei cittadini eufemiesi - conclude il Sindaco Domenico Creazzo -  e, nella convinzione che insieme si possa valutare con maggiore oculatezza la soluzione del problema, ci dichiariamo disponibili ad un confronto diretto, che riteniamo opportuno e necessario”.

IL  SINDACO

Domenico Creazzo

Leggi tutto

Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte. Dichiarazione del Vice Presidente Domenico Creazzo

“Le dichiarazioni fatte dal prof. Bombino all'indomani della mia partecipazione all’evento “S’Intesi” di Reggio Calabria mi lasciano profondamente amareggiato e perplesso. Ecco perché ritengo necessaria una replica che vada a tutelare innanzitutto l'istituzione Ente Parco e in secondo luogo il mio ruolo, la mia persona e le mie intenzioni. 

Non credevo che prendere parte ad un convegno, come ce ne sono stati tantissimi in questi 20 giorni di "reggenza", potesse sollevare malumori e ingiurie, con un linguaggio sino a ieri sconosciuto e pronunciato con un ingiustificato plurale maiestatis, da parte di chi in questi anni ha predicato bellezza. 

La mia presenza alla manifestazione, infatti, non è da intendersi quale segno di militanza, bensì vuole e deve inquadrarsi in quel rapporto tra istituzioni indispensabile per progettare occasioni di sviluppo per il nostro territorio. Nel mio intervento, tra l’altro, ho evidenziato proprio la necessità di una sinergia tra istituzioni, quale strumento irrinunciabile per raggiungere obbiettivi importanti nell'interesse del territorio e dei cittadini. E questo tanto più quando si tratta di sistemi territoriali che vedono coinvolti numerosi comuni montani, rurali, svantaggiati. Ribadisco l'importanza di "fare rete" in ogni occasione al di là del colore politico in quanto servitori della collettività. Oggi é la Città Metropolitana, domani saranno i Gal, la Regione e così via. Rimanere chiusi nella propria campana di vetro, dispensando consigli e lezioni, ma stando lontanissimi dalla realtà, quella vera, non porta e non porterà mai alcun risultato. 

Ed è per questo che, insieme al Consiglio Direttivo, stiamo già lavorando e continueremo a lavorare per esaltare il ruolo del Parco nella Città Metropolitana, quale elemento di unicità e di potenzialità, senza prestarsi e piegarsi ad alcun gioco di partito. Ritengo infatti che il tempo degli individualismi sia terminato e che solo una programmazione consapevolmente condivisa possa aiutare le nostre comunità a ragionare su nuove frontiere di sviluppo sostenibile. Del resto, essendo prima di tutto un sindaco, ho sempre ragionato in questo senso e mi sono adoperato da sempre per fare e per cercare di risolvere i problemi reali del nostro territorio e della sua gente, cosa ben più difficile del fare facili proclami, demagogia e filosofia spicciola.

La vita di un Parco non può essere riconducibile a un depliant o ad altisonanti programmi spesso incomprensibili ai più. Ma si deve fondare su obiettivi di tutela e soprattutto di crescita concreta e misurabile, tanto più se in sinergia con gli altri Enti interessati. É l'unica strada e presto verrà dimostrato con i fatti.

Io riconosco l'impegno del prof. Bombino in questi anni nella promozione culturale e scientifica del Parco d’Aspromonte, ma i cittadini e le aziende del territorio poco o niente hanno percepito di tutto questo, perché, al di là degli "addetti ai lavori", occorre aprire le porte per far conoscere a tutti il suo grande valore scientifico, culturale, ambientale e naturalistico, così come è del resto previsto dallo statuto e dalla normativa istitutiva dell'area protetta.

In tal senso ritengo sia stato fatto tanto, ma occorre fare di più. Occorre principalmente, e non mi stancherò di dirlo, che ci sia una sinergia istituzionale, fondamentale per far percepire ai cittadini la speranza di un cambiamento. Se non saremo noi a cambiare il nostro modo di pensare e di agire non possiamo pretendere che lo facciano i cittadini: noi dobbiamo essere da esempio per dare speranza. 

Infine fa tristezza leggere parole piegate alla bruttezza e non alla tanto esaltata bellezza di questi anni. Bellezza che è prima di tutto rispetto per ciò che si è, ma soprattutto per ciò che si è stato. Bellezza è il pensiero che lega non quello che frusta incautamente chi non merita simili mortificazioni. Non solo, ricordo a chi in un batter di ciglio sembra averlo dimenticato, quanto di bello è stato fatto negli anni che abbiamo condiviso, nella consapevolezza che si lavorava non per farsi notare ma per farsi ricordare come uomini laboriosi e senza secondi fini.

Ad ogni modo, mi sento di tranquillizzare il prof Bombino, perché finché sarò io il "reggente" non permetterò a nessuno di strumentalizzare l'Ente Parco per ragioni personali ed elettorali.  Del resto, quando si confonde la sintassi con la grammatica si crea un imbarbarimento di pensiero che ben altri percorsi ci aveva indicato nel corso degli anni.  Ma in fondo è proprio vero, quando il sole della cultura si abbassa, improvvisamente anche i nani riflettono lunghe ombre”.

Domenico Creazzo

Vice Presidente Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte – Con Funzioni di Presidente

Leggi tutto

Ente Parco: «La Vice Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Laura Molteni, in escursione nel Parco Nazionale dell’Aspromonte»

La Vice Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Laura Molteni, in escursione nel Parco dell’Aspromonte, accompagnata dal Vice Presidente Domenico Creazzo e dalle Guide Ufficiali del Parco. La rappresentante dell’Amministrazione Milanese, in Calabria per partecipare ad alcune iniziative organizzate a Sant’Eufemia dall’Associazione “Aspromonte” del presidente Rositano, ha potuto ammirare ed apprezzare l’eccezionale bellezza di luoghi incontaminati e dal grande potenziale turistico. 

L’occasione della visita ha anche consentito un incontro istituzionale alla presenza dell'On. Laura Molteni, Vice Presidente del Consiglio comunale di Milano, del Vice Presidente del Parco, Domenico Creazzo e del Vice Sindaco Metropolitano di Reggio Calabria, Riccardo Mauro, che hanno gettato le basi per una sinergia interistituzionale tra Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte, Città Metropolitana di Reggio Calabria e Città Metropolitana di Milano per elaborare possibili progettualità condivise, dagli scambi culturali ad iniziative collaterali. 

Nelle prossime settimane verrà creata una equipe di tecnici dei diversi Enti, coordinata dal Parco dell'Aspromonte per pianificare attività e progettualità comuni, di concerto con i sindaci Falcomatà e Sala, anche sul versante milanese.

“Fondamentale questo approccio sinergico tra gli Enti - ha spiegato Creazzo- e tra Enti ed Associazioni, unico modo per portare avanti iniziative capaci di creare sviluppo culturale e socio-economico nel nostro territorio. Abbiamo già individuato insieme a Riccardo Mauro e all’Onorevole Molteni, alcune linee di intervento su cui i nostri tecnici potranno elaborare progettualità di ampio respiro, coniugando gli aspetti della rilevanza culturale con quelli della crescita economica dell'Aspromonte.

Un ringraziamento all’associazione Aspromonte per aver organizzato questo incontro e all’associazione Magna Grecia, altra realtà importante del Nord Italia grazie alla quale, nel mese di settembre, il Parco dell’Aspromonte avrà una grande vetrina di promozione nel territorio di Milano”.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed