Menu
Corriere Locride
La nuova vincita al Superenalotto chiamata “vitalizio dei consiglieri regionali calabresi”

La nuova vincita al Superenalo…

«L’ex capo della Proci...

Libri. 1° posto ex equo a Milano per “La  mia vita oltre il cancro”, opera della scrittrice calabrese Patrizia Pipino

Libri. 1° posto ex equo a Mila…

“La mia vita oltre il ...

Processo “Terramara Closed”: La Cassazione ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico Domenico Scoleri e Rosario Scoleri accusati di far parte della cosca Zagari-Fazzalari

Processo “Terramara Closed”: L…

La prima sezione della...

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musicale, per il Sindaco Conia: «è una Giornata storica per il comune»

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musi…

Oggi presso l'attuale ...

Locri. Domenica 6 Ottobre si è concluso il raduno pre-campionato dei fischietti locresi

Locri. Domenica 6 Ottobre si è…

Domenica 6 Ottobre 201...

Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Nuova 106: ma cosa serve ancora per l’avvio dei lavori?

Nuova 106: ma cosa serve ancor…

«1,3 miliardi di euro ...

Roccella Jonica. Circolo del Partito Democratico: «resoconto degli incontri con la Cittadinanza di Sabato 28 Settembre e Domenica 6 Ottobre»

Roccella Jonica. Circolo del P…

Su indirizzo del segre...

Prev Next

Condofuri. Nota stampa del Sindaco sulla "mancata corresponsione degli stipendi alle maestranze occupate nel cantiere dell’Istituto Alberghiero"

Condofuri, 19.07.2019. «Dalla lettura dei quotidiani ho appreso che l’Amministrazione comunale è stata chiamata in causa dalla minoranza consiliare per la vicenda afferente la mancata corresponsione degli stipendi alle maestranze occupate nel cantiere dell’Istituto Alberghiero. È accaduto, infatti, che giovedì scorso i lavoratori, d’intesa con i sindacati, hanno incrociato le braccia.

Gli è, però, che né i lavoratori né le sigle sindacali interessate (CISL e FENEAL UIL) hanno inteso informare dello stato di agitazione l’Amministrazione comunale, tenuta volutamente all’oscuro. Come che sia, l’invito a partecipare è pervenuto, invece, ai consiglieri di minoranza i quali, fedeli al loro motto «insieme si può» (che cosa?), si sono presentati all’appuntamento esibendo l’abbronzatura d’ordinanza e gli occhiali da sole, manco fossimo a Palm Beach…

E siccome ogni sceneggiatura che si rispetti si conclude con il colpo di scena ecco affiorare dagli abissi delle scienze politiche un comunicato stampa che punta l’indice contro l’Amministrazione comunale accusata di inadempienze che in realtà nessuno sa quali possano mai essere. Si tratta di un’operazione di sciacallaggio politico, pianificata meticolosamente, che ricorda le tragedie greche il cui spirito – lo sappiamo - alberga diffuso in Aspromonte.

Paolo di Tarso era uno che la sapeva lunga: consapevole che molte calunnie e dubbi erano stati diffusi sulla sua persona e dovendo recarsi a Roma scrisse una lettera nella quale rivelò che  «tutto coopera al bene per coloro che temono Dio». Con la certezza, quindi, che anche il male diffuso attraverso lo sciacallaggio politico coopera al mio bene, fornisco alcuni chiarimenti dai quali emergono ipocrisia e «spessore» di quei consiglieri che hanno strumentalizzato i problemi dei lavoratori per colpire alle spalle  l’Amministrazione comunale.

In primo luogo va detto che gli stipendi ai lavoratori devono essere corrisposti dalla ditta a prescindere dai ritardi nei pagamenti da parte della pubblica amministrazione. Il committente dell’appalto è la Città Metropolitana mentre il Comune non ha alcun potere e/o attribuzione in merito. L’Amministrazione comunale ha sempre operato per favorire il dialogo e la distensione tra le parti tanto che le stesse si sono ritrovate più volte a discutere presso la Delegazione Municipale. E così sarà anche stavolta, con buona pace degli oppositori politici: ho interpellato il Dott. Demetrio Marino, consigliere metropolitano delegato al quale va riconosciuta serietà e puntualità, e abbiamo convenuto che a breve si aprirà un tavolo tecnico a Condofuri presso la Delegazione municipale. Lo faremo, come sempre, in umiltà e con spirito di servizio per la collettività.

Mi sia consentita, infine, una precisazione: è vero, il sottoscritto e l’Assessore Maria Pontari hanno manifestato innumerevoli volte a difesa degli interessi degli studenti, ma in quei cortei e in quelle piazze non abbiamo mai incrociato, neppure una volta, gli attuali consiglieri di minoranza. Radio fante segnala che in quel periodo se ne stavano distesi al sole in una spiaggia di Palm Beach!»

Condofuri li, 19.07.2019

Il Sindaco

Tommaso Iaria

Leggi tutto

Condofuri. Nota stampa del Sindaco sulle criticità causati dalla Diga del torrente Menta

Tra i punti irrinunciabili del nostro programma amministrativo vi è quello molto complesso inerente la richiesta di riparazione dei danni ambientali, sociali ed economici causati dalla Diga del torrente Menta, un’infrastruttura pensata negli anni sessanta ed ultimata dopo quasi cinquant’anni.

Lo scopo dello sbarramento consisteva nel soddisfacimento del deficit idropotabile dell’area comprendente i Comuni di Reggio C., Campo Calabro, Fiumara, Melito P.S., Montebello J., Motta S.G., San Lorenzo, Scilla, Villa S. G. con esclusione del comune di Condofuri.

Al nostro comune, quindi, è stata preclusa ab origine la possibilità di attingere dal bacino idrico. Una scelta scellerata resa possibile dal compiacente silenzio delle Amministrazioni succedutesi fin qui, poco interessate alle ricadute negative che l’invaso avrebbe prodotto. Come riconosciuto dalla stessa So.ri.cal., infatti, «per quel che riguarda la fiumara Amendolea si verifica che, senza rilasci garantiti durante il periodo estivo, la portata diminuirebbe considerevolmente e provocherebbe dei danni agli ecosistemi acquatici»!

La diga, per come gestita, è motivo di grave turbamento per le sorti dell’economia locale e, per riflesso, della produzione e trasformazione del bergamotto - bene riconosciuto da tutti quale eccellenza mondiale per le sue intrinseche caratteristiche di unicità - che se anche solo parzialmente ridotta, a causa del deficit di acqua collegato alla innaturale diminuzione, comporterebbe la riduzione delle ditte coinvolte nella produzione con conseguente aumento dei disoccupati.

Alla luce di tutto ciò il Consiglio comunale ha conferito mandato al Sindaco, Dott. Tommaso Iaria, di intraprendere ogni iniziativa utile a rimuovere gli ostacoli che impediscono al Comune di procedere verso il suo ordinato sviluppo.

Tale iniziativa è stata approvata e condivisa dal Consorzio di Bonifica del Basso Jonio, dalla Commissione Straordinaria di Bova Marina, dal Consiglio comunale di Palizzi e da quello di Roghudi ai quali va il nostro ringraziamento: siamo riusciti a fare sinergia su un tema cruciale per lo sviluppo dei territori dell’area grecanica.

Il Ministero dell’Ambiente, già interessato dal Sindaco Iaria, ha sollecitato l’Autorità di Bacino dell’Appennino Meridionale a voler fornire un parere tecnico riguardo le criticità evidenziate dal Consiglio comunale di Condofuri e, qualora queste siano ritenute effettivamente sussistenti, a voler comunicare quale misura intenda adottare per ripristinare il positivo bilancio idrico dell’area.

È un primo passo nella direzione della difesa del territorio e della sua gente.

Condofuri li, 10.04.2019

L’Assessore

Carmelo Mesiano

Il Sindaco

Tommaso Iaria

Leggi tutto

Condofuri (RC). Nota stampa del Sindaco Tommaso Iaria

Condofuri (RC) 06.04.2019. Sono trascorsi nove mesi dall’insediamento di quest’Amministrazione ed una mole enorme lavoro è stata profusa nel tentativo di evitare che alcuni finanziamenti assegnati all’Ente andassero persi a causa della colpevole inerzia che ha caratterizzato la precedente gestione amministrativa.

Per realizzare il programma amministrativo in un momento delicato per l’economia - dominata da una crisi finanziaria acuta e dal taglio lineare dei fondi destinati agli Enti locali - diventa fondamentale adoperarsi per intercettare e reperire risorse utili allo scopo.

Siamo, quindi, riusciti a firmare in tempo utile la convenzione inerente il progetto di adeguamento sismico della scuola di San Carlo (€ 165.500,00) e stiamo per firmare quella relativa alla messa in sicurezza della strada Mangani Gallicianò  (€ 591.000,00); intervento, quest’ultimo, atteso da parecchi anni.

Qualche giorno fa, infine, è arrivata la conferma che il Ministero dell’Interno ha concesso al nostro Comune un ulteriore finanziamento di € 900.000,00, richiesto a settembre del 2018,  per la manutenzione della rete stradale e degli annessi sotto servizi. Grandissima, al riguardo, la nostra soddisfazione.

Questo è solo l’inizio di un lungo percorso di rinnovamento e rigenerazione urbana. Tali interventi, infatti, vanno inquadrati in un discorso di più ampio respiro che attiene allo sviluppo socio economico del paese  e contempla la possibilità per i nostri operatori turistici e commerciali di usufruire di un Piano spiaggia e di un Piano Strutturale che consentano al paese di ripartire.

I risultati raggiunti sono frutto dell’impegno profuso non solo da chi ha direttamente lavorato alle pratiche, ma anche da parte di chi, con grande senso di appartenenza e condivisione, ha assorbito su di sé l’attività di chi era momentaneamente occupato da tale incombenza.

Ritengo, pertanto, quanto mai opportuno ringraziare tutto lo staff di lavoro per il raggiungimento di questi importanti risultati .

IL SINDACO

Tommaso Iaria 

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed