Menu
Corriere Locride
Cresce l'attesa per il Carnevale dell'Area Grecanica a Brancaleone

Cresce l'attesa per il Carneva…

Consueto appuntamento ...

“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Bovalino. Ingresso libero per il match di domenica prossima Gallico - Catona

Bovalino. Ingresso libero per …

#NextMatch #Boval...

Siderno. Progettazione sociale: «le periferie Sidernesi ottengono l’ennesimo riconoscimento»

Siderno. Progettazione sociale…

La proposta progettual...

Prev Next

Trasferta a Badolato per il progetto "La via dei borghi"

Si è conclusa domenica 29 dicembre a Badolato la seconda stagione del progetto La via dei borghi.

Il centro Catanzarese ha saputo stupire con le sue tante attrattive storiche, architettoniche, paesaggistiche ed umane.

Il progetto, nato dalla sinergia tra le associazioni Kalabria Experience e Il giardino di Morgana, si è avvalso dei patrocini della provincia di Catanzaro, del Consiglio Regionale della Calabria, del Comune di Badolato e della preziosissima collaborazione dell'ass. Riviera e Borgo degli Angeli, della locale Pro Loco e dei ragazzi del Servizio Civile.

Dopo il caloroso benvenuto del Vicesindaco Domenico Leuzzi e del presidente della Pro Loco Pietro Piroso, il percorso, si è articolato tra i suggestivi vicoli del borgo.

Fondamentale nel racconto di questo angolo di Calabria è risultato il contributo di Guerino Nisticò, che ha saputo incuriosire, trasmettendo passione a tutti gli escrursionisti intervenuti.

Tanti i luoghi protagonisti di questa lunga giornata, dalla pietra dell'innamorato, alle meravigliose chiese veri scrigni di opere d'arte. E poi tante vicende di odi e amori che hanno saputo rendere al meglio uno degli elementi forse più trascurati nei racconti, l'incredibile valore umano di questa terra ricca di contrasti stridenti.

Dopo la sosta presso l'azienda agrituristica Zangarsa gli escursionisti hanno fatto rotta verso le ultime bellezze di giornata, il convento dei francescani, che oggi ospita la comunità di Mondo X ed infine l'antichissima chiesa di Santa Maria della Sanità con i suoi preziosissimi affreschi.

Un ultimo sguardo al meraviglioso borgo da lontano in abito da sera e un saluto per concludere la seconda trasferta fuori provincia del progetto La via dei Borghi.

Conclusa la tappa, adesso spazio al contest fotografico sul gruppo di promozione territoriale Iuntamu, attraverso il quale si potranno rendere visibili sul web le bellezze di questi luoghi.

Leggi tutto

A Badolato (Cz) un Erasmus Day intercomunale per coniugare le dimensioni locali e globali

 “Erasmus Goes Local ∙ Locals GO on Erasmus”: un Erasmus Day intercomunale per coniugare le dimensioni locali e globali.

Grande successo per la tappa #ErasmusDays di Badolato organizzato dall’Amministrazione Comunale di Badolato, da quella di Camini, dal settore “Global Youth” della cooperativa sociale “EUROCOOP Servizi – Jungi Mundu” di Camini e dall’Istituto Tecnico Tecnologico “Giovanni Malafarina” di Soverato (CZ). Si è trattato di uno, di ampia rilevanza regionale e internazionale, tra i circa 4000 eventi organizzati in tutta Europa in risposta alla proposta lanciata dall’Agence Erasmus+ France nel 2017 ovvero l’agenzia nazionale francese per l’attuazione del programma europeo dell’Unione europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport Erasmus+ 2014-2020.

Un parterre di rilievo ha riempito la sala del Consiglio Comunale gremita di numerose persone venute anche da fuori paese. Tanti gli interventi, ricchi di spunti e proposte. Dopo il saluto istituzionale del vicesindaco, Domenico Leuzzi, ha preso la parola l’Assessora Daniela Trapasso che ha voluto rivolgere un commosso pensiero alle popolazioni curde attualmente colpite dalla guerra scatenata dalla Turchia in Siria. “Conosciamo bene il popolo kurdo – ha detto l’Assessora – e questo attacco ci colpisce profondamente. Questa giornata è dedicata a loro”. Dopo l’intervento del Sindaco di Camini, l’Architetto Giuseppe Alfarano, che ha evidenziato i crescenti e fruttuosi rapporti tra i due enti pubblici territoriali, l’Assessora ha illustrato i punti che saranno alla base del prossimo gemellaggio tra i comuni coinvolti: Badolato e Camini. A seguire l’intervento del Sindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Badolato, Raffaele Tommaseo, che ha sottolineato l’importanza di simili iniziative per i giovani. Molto articolato anche l’intervento di Francesco Candia, segretario regionale dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI). Rosario Zurzolo, presidente della Cooperativa Sociale EUROCOOP Servizi – Jungi Mundu di Camini, impegnato da molti anni nell’implementazione di progetti di accoglienza e inclusione sociale di richiedenti asilo e rifugiati in tutto il territorio calabrese, e l’avvocato Antonino Laganà del Consiglio Italiano per i Rifugiati, hanno illustrato le attività dei progetti SPRAR /SIPROIMI in corso di svolgimento nei due paesi. Molto articolati anche gli altri interventi: per la Proloco di Badolato ha portato i saluti Pietro Piroso e per quella di Camini Cosmano Fonte, Domenico Leuzzi ha rappresentato l’OTP Riviera e Borghi degli Angeli. Di notevole interesse gli interventi della professoressa Savina Moniaci dell’ITT Malafarina di Soverato, ente proponente dell’iniziativa, della dottoressa Anna Lodeserto, internazionalista impegnata nello sviluppo di processi di ripopolamento che si innestano sulle politiche giovanili e sulla mobilità armonizzata, della dottoressa Raimonda Bruno coordinatrice regionale di Amica Sofia, associazione per la promozione della filosofia dialogica, della dottoressa Francesca Saraco dell’Associazione MaMa e della dottoressa Alessandra Tuzza dello sportello Europe Direct Calabria & Europa. Sono seguite brevi dichiarazioni e saluti da parte dei giovani del gruppo informale “YOUngi Camini” e delle volontarie impegnate a Camini grazie al Corpo Europeo di Solidarietà e del dottor Alessandro Guido, uno dei sei giovani che attualmente svolgono il servizio civile presso il Comune di Badolato attraverso il progetto Badolato Landart.

Piena e convinta la soddisfazione del Sindaco Giuseppe Alfarano, il quale sottolinea “l’importanza della cooperazione orizzontale che emerge, tanto più, da un processo partecipativo in grado di coinvolgere sin dall’inizio le nuove generazioni. Questo risulta di particolare importanza in contesti geografici che negli ultimi decenni hanno scontato in maniera determinante l’impatto dell’invecchiamento demografico e lascia ben sperare nel proseguimento dell’inversione di tendenza in corso proprio a Camini, piccolo borgo della Locride che fino a pochi anni fa era sull’orlo dell’estinzione e oggi può, invece, ospitare iniziative di calibro internazionale come i dieci progetti europei in corso di implementazione anche grazie al protagonismo giovanile che accompagna quello della società civile e dell’imprenditorialità sociale, già attive nei percorsi di inclusione sociale della popolazione migrante.

Un gemellaggio di prossimità è particolarmente ambizioso, in misura maggiore rispetto a quanto possano esserlo le relazioni instaurate con entità lontane, e questo riconoscendo le difficoltà tradizionalmente legate alle dinamiche competitive che molto spesso soffocano le opportunità di cooperazione. Il recupero di tale dimensione e della prossimità attraverso la sussidiarietà, rispondendo tanto all’articolo 5 della Costituzione quanto all’articolo 5 del Trattato di Lisbona relativo al principio di sussidiarietà, giungono in soccorso invitando all’azione comune in un’ottica di maggiore vicinanza alla cittadinanza che tale rapporto sinergico ispirato proprio a una condivisione di problematiche e prospettive comuni che partano dal contesto locale per aprirsi ulteriormente sul piano globale intende rafforzare ulteriormente anche attraverso la formula del gemellaggio.”

Il titolo specifico scelto per dal comitato organizzatore ovvero “Erasmus Goes Local ∙ Locals GO on Erasmus” intendeva richiamare proprio le sinergie di un dialogo continuo e bidirezionale rese possibili anche grazie a una declinazione strategica delle specifiche direttrici nazionali. Grazie al programma Erasmus+ una platea sempre più ampia di partecipanti – dalla popolazione adulta a quella giovanile, passando per la comunità di discenti della formazione professionale e di quella universitaria senza escludere i contesti sportivi e quelli scolastici – riesce a essere coinvolta in percorsi di crescita personale e professionale sia a livello locale ospitando progettualità condivise, sia a livello internazionale partendo da contesti periferici per poter maturare esperienze formativi di rilievo altrimenti inaccessibili e inimmaginabili. Questo è ampiamente dimostrato dal caso di Camini, dove parallelamente al lavoro di preparazione in corso per l’attività di mobilità transnazionale del progetto sul benessere giovanile “GOOD PRACTICES FOR A BETTER YOU(th). Empowering youth well-being” che vedrà l’arrivo di ben 40 adolescenti da 8 diversi paesi europei, due gruppi di giovani sono partiti a poche ore dalla conclusione dell’evento grazie ai progetti Erasmus+ in corso in questi giorni in Lussemburgo attraverso un partenariato siglato dalla cooperativa EUROCOOP con il Servizio Nazionale della Gioventù del Ministero dell’educazione nazionale, dell’infanzia e della gioventù del Granducato di Lussemburgo e in Croazia con la partecipazione dei membri della neo-costituita comunità giovanile “YOUngi Camini” al progetto “Road to Employment” sull’occupabilità giovanile e sul rafforzamento delle capacità dei giovani per garantire un migliore e più efficace ingresso nel mondo del lavoro.

Leggi tutto

Badolato ospita l’Erasmus Day 2019 con l’evento “Erasmus Goes Local ∙ Locals Go on Erasmus”

In virtù del successo delle precedenti celebrazioni tenutesi nell’area circostante nel corso dell’anno 2018 e del forte lavoro sinergico con le vicine realtà del sistema pubblico e privato di Soverato (Istituto Tecnico Tecnologico “Giovanni Malafarina”) e di Camini (Cooperativa Sociale “EUROCOOP Servizi – Jungi Mundu”) consolidato negli ultimi mesi grazie a eventi tematici di carattere internazionale come la “Giornata Internazionale della Gioventù di Camini” dello scorso 12 agosto, l’Amministrazione comunale di Badolato ha deciso non soltanto di aderire per l’anno 2019 all’invito dell’Agenzia Nazionale francese - Agence Erasmus+ France – del programma Erasmus+ e dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Giovanni Malafarina” di Soverato (CZ) programmando insieme le modalità maggiormente efficaci per declinare nella maniera più efficace i temi del programma sul proprio territorio, ma anche di ospitare le presentazioni dei risultati dei progetti più significativi in corso di realizzazione grazie al programma dell’Unione europea per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport 2014-2020. Questo avviene in un’ottica di vera e propria cooperazione trasversale pubblico-privato che guarda al futuro, alla sostenibilità e al protagonismo delle nuove generazioni, soprattutto a partire da tutti quei contesti nei quali queste ultime erano pressoché scomparse prima dell’avvio di processi dinamici di ripopolamento.

«Perché un Erasmus Day a Badolato? – spiega Daniela Trapasso, Assessora alle Politiche sociali e all’Istruzione del Comune di Badolato (CZ) – Perché crediamo fermamente che il mondo di domani sarà in mano ai giovani di oggi e che dobbiamo fornire loro tutti gli strumenti necessari per poter affrontare tale compito nel migliore dei modi. I nostri bellissimi borghi rischiano di restare isolati e solo un impegno sinergico che vede come attori adulti e giovani può salvaguardare questi piccoli gioielli. Uno sforzo congiunto che sappia coniugare le tradizioni con le innovazioni, le radici con il futuro. Siamo anche convinti che, con le politiche giuste, si possano ricreare canali lavorativi che “riattirino” i nostri giovani (e non solo) nei luoghi che li hanno visti nascere e dove hanno lasciato i ricordi più belli. I giovani sono la nostra forza, il nostro futuro, la nostra speranza ed abbiamo il compito di preparare per loro e con loro un domani migliore.»

Badolato nell’ultimo ventennio è stato protagonista di un progressivo, anche se lento e difficoltoso, ripopolamento. A cominciare dal lontano 1997 quando, primo paese in assoluto, accolse profughi provenienti dal mare dando vita al primo esempio di “ospitalità diffusa”: grazie a un progetto pilota circa 20 alloggi vennero consegnati ad altrettante famiglie di rifugiati. Da quel momento, e sino ad ora, Badolato non ha mai smesso di fare accoglienza e di promuovere progetti di integrazione, consci che solo con pratiche integrative si possa far fronte non solo alle necessità di chi viene ospitato ma anche a quelle delle comunità ospitanti.

Tra le delegazioni che presenteranno i progetti in corso di implementazione, è importante citare sin d’ora il contributo dei giovani/e volontari/e dei Corpi Europei di Solidarietà in servizio a Camini (RC) grazie al progetto “Camini Corps: Chance – Creativity – Community for Solidarity Actions” e del primo gruppo informale di giovani della Locride recentemente costituito da ventenni locali e migranti con il nome di “YOUngi Camini” che è di forte ispirazione per la popolazione giovanile di tutto il territorio. Il caso di Camini è particolarmente significativo poiché insieme alle sfide del ripopolamento e della ricostruzione di un tessuto architettonico così come di welfare, è stato possibile – attraverso il percorso collettivo denominato “Camini Giovane” – anche contare sull’abbassamento dell’età media della popolazione in netta controtendenza con i dati che emergono dal livello nazionale e che vedono nell’invecchiamento della popolazione un elemento strutturale, in Italia come in altri paesi dell’Europa meridionale.

Proprio con il Comune di Camini è in via di definizione un protocollo di intesa che prevede una serie di azioni attuate in sinergia, nella prospettiva della promozione dell’amicizia e della collaborazione tra i due borghi, del favorire le relazioni tra i due Comuni, in particolare sotto l’aspetto formativo e organizzativo, al fine della trasferibilità delle buone pratiche intraprese al servizio dei cittadini, del favorire scambi di natura turistico-culturale ed economico-professionale.

Di forte ispirazione per il conseguimento di tali sviluppi è stato ed è ogni giorno anche il lavoro dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Giovanni Malafarina” di Soverato che rappresenta un esempio straordinario in materia di partecipazione ai programmi europei grazie a ben 20 progetti all’attivo dal 2014 a oggi nell’ambito di cinque diverse, ma interconnesse, azioni del “programma europeo per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport Erasmus+ 2014 – 2020”.

Tali attori, insieme a oltre venti realtà attive su scala regionale e nazionale, renderanno omaggio al programma “Erasmus+” e ai suoi valori attraverso una delle 3.600 Giornate Erasmus attualmente in corso di organizzazione in 35 diversi paesi europei e non soltanto, tra cui anche l’Italia con circa 300 diversi eventi daChiavenna (evento più a Nord) a Pachino (evento più a Sud).

Tutti gli eventi in programma dal 10 al 12 ottobre 2019 sono raccolti e presentati nella mappa costantemente aggiornata all’interno del sito ufficiale: https://www.erasmusdays.eu/

L’appuntamento a Badolato è per sabato 12 ottobre alle ore 16:30 nella Sala Consiliare del Comune di Badolato a Badolato Borgo.

Il Comune di Camini, la Proloco di Badolato e quella di Camini, l’ANCI Calabria, il Consiglio Comunale Ragazzi Badolato, le associazioni “Amica Sofia”, “Elicriso”, “FOCS – Formazione e Lavoro” e “MaMa”, la cooperativa Hermes 4.0, gli operatori e le operatrici del distretto turistico territoriale “Riviera e Borghi degli Angeli” il gruppo di giovani in Servizio Civile Nazionale “Badolato Land Art” e lo Sportello Europe Direct “Calabria&Europa” hanno già aderito all’iniziativa e confermato la loro presenza accanto a quella degli enti promotori. La coordinatrice del gruppo di lavoro “Erasmus+ dell’ITT Giovanni Malafarina, nonché Ambasciatrice EPALE (Piattaforma elettronica per l’ambito dedicato all’educazione degli adulti all’interno del programma Erasmus+) per la regione Calabria, presenterà le 5 diverse azioni nell’ambito del programma Erasmus+ intraprese dal proprio istituto dall’anno 2014 a oggi.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed