Menu
Corriere Locride
Processo “Terramara Closed”: La Cassazione ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico Domenico Scoleri e Rosario Scoleri accusati di far parte della cosca Zagari-Fazzalari

Processo “Terramara Closed”: L…

La prima sezione della...

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musicale, per il Sindaco Conia: «è una Giornata storica per il comune»

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musi…

Oggi presso l'attuale ...

Locri. Domenica 6 Ottobre si è concluso il raduno pre-campionato dei fischietti locresi

Locri. Domenica 6 Ottobre si è…

Domenica 6 Ottobre 201...

Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Nuova 106: ma cosa serve ancora per l’avvio dei lavori?

Nuova 106: ma cosa serve ancor…

«1,3 miliardi di euro ...

Roccella Jonica. Circolo del Partito Democratico: «resoconto degli incontri con la Cittadinanza di Sabato 28 Settembre e Domenica 6 Ottobre»

Roccella Jonica. Circolo del P…

Su indirizzo del segre...

Taurianova. Domenica 6 ottobre si è svolto il convegno dal titolo “Prescrizione ed ergastolo ostativo: processo senza limiti”

Taurianova. Domenica 6 ottobre…

Dall’assise è emerso c...

Badolato ospita l’Erasmus Day 2019 con l’evento “Erasmus Goes Local ∙ Locals Go on Erasmus”

Badolato ospita l’Erasmus Day …

In virtù del successo ...

Prev Next

Reggio. «Archi ed incuria, il pericolo incombe sulle nostre teste»

Per chi ancora avesse tempo e voglia di sostenere che in questa città manca il verde pubblico, il “ficarazzo” che sorge in bella vista e sempre più robusto sul ciglio dell’autostrada, all’altezza della Chiesa del Carmine di #Archi, potrebbe costituire un brutto colpo.

Freddure a parte, è davvero VERGOGNOSO che sia trascorso addirittura un anno dalla segnalazione degli abitanti della zona. Ogni mattina, passando da sotto il ponticello, non è bello vedersi sulla testa questa pesante pianta che prima o poi, a causa della sua inevitabile e ulteriore crescita, si appesantirà a tal punto da crollare di sotto, rischiando seriamente di fare danni e molto gravi. Nessuno, sinora, ha provveduto a rimuovere il fico d’India (che intanto ha fruttificato) da quella pericolosa posizione. 

Senza contare che la pianta, per farsi largo, sta ovviamente scalzando il cemento ai suoi piedi, che in piccoli blocchi cade giornalmente dabbasso. Cosa potrebbe accadere se uno di questi pezzi, qualche giorno, incontri sulla sua caduta il parabrezza di una macchina in transito?

Insomma, chi deve (a naso l’Anas, ma il Comune quantomeno dovrebbe segnalare la cosa) provveda. Prima che ci scappi la tragedia!

#AmaReggio / Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto

Reggio. Nota stampa di Antonino Castorina sui lavori di riqualificazione nel quartiere Archi

«Il lavoro che stiamo svolgendo sulle periferie della città è un riconoscimento doveroso delle istanze che provengono dai territori. I lavori di manutenzione delle arterie stradali cittadine, possibili grazie alla convenzione che come città Metropolitana abbiamo siglato con ANAS, rafforza ulteriormente la volontà di avvicinamento delle periferie al centro storico. I lavori che stiamo svolgendo in questi giorni su Archi, con il rifacimento della bitumazione di via Vecchia Provinciale è un punto fondamentale di questa azione di riavvicinamento, che vuole ridare la giusta attenzione ad un territorio che soffre oggi come in passato, problematiche non imputabili agli abitanti.

Il senso di questo percorso di attenzione verso la zona nord della città, attraverso il rifacimento del manto stradale ma anche attraverso i lavori direstyling della palestra del quartiere erano un impegno che avevamo assunto e che stiamo portando a compimento.

Una politica del fare che non si ferma alle buone intenzioni, ma che invece rivendica il ruolo di attore principale di un cambiamento che ambisce a ripristinare la normalità dei territori, per troppo tempo negata.

Oggi il quartiere di Archi cambia volto, torna ad essere più vivibile, vuole proporsi come esempio di convivenza civica sociale e solidale.

Il nostro impegno non si arresta, perché oltre alla bitumazione di via Vecchia Provinciale Archi e alla consegna della palestra ristrutturata e pronta per essere messa a disposizione della collettività, abbiamo in programma altri interventi sul quartiere.

A breve partirà, grazie ad un accordo in convenzione con Terna S.p.A, un restyling del verde pubblico e dell’arredo urbano che cambierà radicalmente il volto di Archi e che finalmente lo renderà un quartiere a misura di abitante.

Un impegno, il nostro che non può e non deve far scemare l’attenzione dell’amministrazione sulle importantissime opere che si stanno ultimando. Una attenzione che deve essere rivolta però anche dagli stessi abitanti che dovranno essere i primi custodi del quartiere.

Noi come amministrazione abbiamo inteso concentrare una particolare attenzione sulla zona, come abbiamo fatto in occasione delle problematiche riguardanti la raccolta differenziata e bonificando quelle micro discariche che spesso sono state create lungo le vie principali del quartiere.

Vogliamo riportare Reggio e le sue periferie alla normalità. Vogliamo farlo insieme ai cittadini, consapevoli del fatto che noi saremo da esempio insieme a loro e che la popolazione sarà il primo custode del bene pubblico. Insieme, uniti, l’affermazione della normalità, sarà certamente una conquista collettiva, una vittoria condivisa, un obiettivo a portata di mano».

Antonino Castorina

Consigliere Metropolitano delegato al Bilancio

Capo Gruppo PD Comune di Reggio Calabria

Leggi tutto

Reggio. Palestra comunale di Archi, incontro tra il comitato di quartiere e i tecnici

Il Popolo di Archi comunica che nella mattinata di ieri, lunedì 1° ottobre 2018, si è tenuto un incontro presso la palestra comunale di Archi, con i tecnici del comune e della ditta che dovrà eseguire i lavori. Dopo due anni di presidi popolari finalmente è stato fatto un piccolo passo in avanti ossia un confronto tecnico tra il geometra del Comune di Reggio Calabria e l’ingegnere della ditta “G. Costruzioni Generali” con sede a Crucoli (KR). Nella nostra conversazione abbiamo voluto specificare che l’importanza della palestra per il territorio è fondamentale, che la stessa è stata distrutta dagli immigrati con il tacito consenso delle istituzioni pubbliche e delle cooperative private, che domenica 23 settembre 2018 siamo scesi per la seconda volta in strada a manifestare in favore dell’apertura e per lanciare un monito alle istituzioni che fino ad oggi hanno abbandonato il territorio al proprio destino. Dall’incontro si è passati ad un approfondito sopralluogo in cui è emersa una novità, che abbiamo voluto far notare, le gronde della palestra vanno pulite – e alcune sostituite perché rotte – in quanto ostruite da terra ed erbe selvatiche cresciute nel corso del tempo. Abbiamo chiesto la data di inizio e di fine lavori ma non ci è stato comunicato il giorno preciso ma che comunque nell’imminenza (si presume la prossima settimana); abbiamo chiesto anche di essere informati sia sull’inizio sia sulle fasi di avanzamento dei lavori. Gli interventi riguarderanno sia l’esterno della palestra che va bonificata e sia l’interno. I lavori dureranno 120 giorni, l’importo finanziato è di € 175.490,00, i lavori che andranno effettuati riguarderanno il rifacimento dei servizi igienici e degli spogliati, la revisione dell’impianto elettrico, il sistema di allarme, il rifacimento del campo di gioco, la sostituzione delle porte interne e dei maniglioni anti-panico, la bonifica dell’area esterna, la pulizia del parcheggio e la pittura degli interni e degli esterni. Dopo una lotta durata due anni, Il Popolo di Archi ha mosso le coscienze delle istituzioni e finalmente dovrebbero partire i lavori. Altre iniziative sono previste nel territorio per recuperare quanto le istituzioni non hanno fatto negli ultimi anni, invitiamo la cittadinanza a venire a conoscerci e a partecipare alle nostre iniziative, non chiediamo né soldi né voti ma solo passione e amore per il nostro territorio.

Comitato di quartiere
Il Popolo di Archi
Ilpopolodiarchi.altervista.org

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed