Menu
Corriere Locride
Siderno. Lunedì 28 la parrocchia Maria ss Immacolata di Mirto-Donisi presenta la proposta progettuale “Coltiviamo talenti”

Siderno. Lunedì 28 la parrocch…

“COLTIVIAMO TALENTI” ...

L’appello alla Regione di Federalberghi Vibo Valentia: «Ci manca un assessorato al Turismo»

L’appello alla Regione di Fede…

Da ripensare il modo d...

Siderno (RC): “L’amore al tempo dei voucher”, alla Calliope Mondadori il romanzo di Loredana Mazzone e Beppe Liotta

Siderno (RC): “L’amore al temp…

Tra colloqui di lavoro...

Agriturismo: colmare subito il grave “vulnus” nella Legge Regionale che penalizza i giovani, il diritto della continuità dell’attività e gli investimenti

Agriturismo: colmare subito il…

La Regione predisponga...

Reggio. Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri: «Violenze in corsia: ora basta»

Reggio. Ordine dei Medici Chir…

Riceviamo e pubblichia...

XXVI anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio: concerto a Palermo dell’Orchestra Giovanile "Giuseppe Scerra"

XXVI anniversario delle stragi…

Il Concerto dell’Orche...

Siderno (RC): Anna Luana Tallarita alla libreria Calliope Mondadori con il suo saggio “Il potere del potere”

Siderno (RC): Anna Luana Talla…

La parola quale luogo ...

Locri, gli studenti dell'alberghiero in visita a Montecitorio

Locri, gli studenti dell'alber…

Un'esperienza indiment...

Windsurf – Il reggino Scagliola sfiora la vittoria di categoria in Germania

Windsurf – Il reggino Scagliol…

Nessun rimpianto. Fran...

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 maggio presentazione della lista e del programma di Gioiosa bene comune – sindaco Salvatore Fuda

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 mag…

GIOIOSA BENE COMUNE pr...

Prev Next

Sant'Ilario dello Ionio. Emozionante "Presepe vivente" nel borgo di Condojanni

  •   Redazione
Sant'Ilario dello Ionio. Emozionante "Presepe vivente" nel borgo di Condojanni

Un intenso momento di fede, condivisione e integrazione per il "Presepe vivente" del giorno di Santo Stefano, nello splendido scenario del borgo di Condojanni, a Sant'Ilario dello Ionio (RC). Oltre cento partecipanti, molti bambini e alcuni ospiti dello Sprar hanno dato vita e voce a Maria, Giuseppe, Gesù Bambino e poi, ancora, i Re Magi, i soldati romani e i tanti bottegai che fanno da cornice alla Natività.

La rappresentazione, con originali parti recitate in dialetto calabrese, è stata ideata e organizzata dalla parrocchia di Sant'Ilarione Abate, con il parroco Don Lorenzo Spurio, dalla Chiesa del Sacro Cuore e dalla Chiesa di Sant'Antonio, grazie ai tanti parrocchiani che animano la comunità e che con passione e dedizione hanno cooperato per la realizzazione dell'evento. Le strette vie del borgo si sono accese di luci, musica e sapori con l'allestimento di luoghi simbolo della Natività, come la casa di Maria, e delle botteghe dei mestieri, dal fabbro al falegname, al panettiere, e nella grande piazza centrale la capanna per la nascita di Gesù.

L'evento ha richiamato un pubblico numeroso, giunto anche dalle cittadine vicine, che ha vissuto con emozione la trasformazione del borgo in un vero, grande presepe.