Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Roccella Jonica. Si è svolta al Porto delle Grazie l'esercitazione denominata “Airsubsarex- Pollex ”

  •   Redazione
Roccella Jonica. Si è svolta al Porto delle Grazie l'esercitazione denominata “Airsubsarex- Pollex ”

Nella giornata di giovedì  28 settembre, si è svolta al Porto delle Grazie di Roccella Jonica una complessa esercitazione, denominata “Airsubsarex- Pollex ”. Una operazione di ricerca e soccorso ad un aeromobile con a bordo 100 persone (numero complessivo tra equipaggio e passeggeri) che ha effettuato un ammaraggio forzato nelle acque antistanti il Porto di Roccella Jonica.

L’esercitazione ha interessato sia la fase dei soccorsi in mare, con lo scopo di testare la risposta dell’organizzazione di soccorso marittimo, sia la complessa macchina dei soccorsi a terra che prevede l’accoglienza dei naufraghi, il primo soccorso, il successivo trasporto presso i presidi ospedalieri, nonché la viabilità da e per i nosocomi.

Sono stati coinvolti, oltre alle motovedette della Guardia Costiera, anche i mezzi della guardia di finanza ed i vigili del fuoco, le unità del servizio sanitario del 118 e Croce Rossa Italiana, nonché i mezzi dei servizi portuali di Roccella Jonica .

Il servizio del 118, unitamente al presidio della Croce Rossa Italiana coordinato dalla Presidente, dottoressa Concetta Gioffrè, hanno provveduto ad istituire un Presidio Medico Avanzato sul punto di sbarco dei naufraghi nel porto delle Grazie. Nel complesso sono state impiegate 3 ambulanze di cui 2 della Croce Rossa Italiana ed una del 118, un elicottero della Polizia di Stato e diverse pattuglie delle forze dell’ordine.

L’esercitazione, coordinata dalla sala operativa della capitaneria di Porto di Roccella Jonica e della Direzione Marittima di Reggio Calabria , ove si è costituita una unità di crisi, ha avuto inizio con l’allertamento da parte della torre di controllo dell’aeroporto “Minniti” di Reggio Calabria  che ha comunicato il problema ed il conseguente ammaraggio di un aereo di linea con cento persone a bordo nel tratto di mare antistante la costa jonica reggina  a circa un paio di miglia nautiche dalla costa.

L’esercitazione si è svolta, secondo le procedure prevista dal piano di soccorso ad aeromobile incidentato in mare della Direzione Marittima di Reggio Calabria  con esito positivo e con soddisfazione da parte di tutti gli enti partecipanti.

“Non ci sono stati problemi – dichiara la presidente Concetta  Gioffrè  - la squadra è stata efficiente e scrupolosa nel seguire le procedure .Mi ritengo soddisfatta – continua -  per i tempi ottenuti dal momento della richiesta di intervento all’allestimento del presidio di primo soccorso . Inoltre credo sia doveroso – conclude la presidente – ringraziare tutte le forze che sono scese in campo e un ringraziamento alla nostra presidente regionale,  dottoressa Helda Nagero che ha voluto essere con noi quest’oggi .”