Menu
Corriere Locride
Condofuri. Ai nastri di partenza il Mercatino Estivo Condofurese

Condofuri. Ai nastri di parten…

Mancano poche ore all’...

Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Storie, note e sapori della nostra Terra al castello Ruffo di Scilla con Maria Barresi, autrice de "L'essenza della Felicità"

Storie, note e sapori della no…

Evento promosso dalla ...

Siderno (RC): a Palazzo Falletti, per "L'Ulisse calabrese" la presentazione del romanzo "Omero al Faro" di Mimmo Rando (Rubbettino)

Siderno (RC): a Palazzo Fallet…

Ci sono Omero, il cant...

Addio a don Cosimo Simone, papà del Presidente della Palmese e mitico custode del “Lopresti”

Addio a don Cosimo Simone, pap…

di Sigfrido Parrello -...

Prev Next

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: «Amianto all’ex Fata Morgana, ancora silenzi dal Comune»

  •   Redazione
Reggio. Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: «Amianto all’ex Fata Morgana, ancora silenzi dal Comune»

«Sono passati 35 giorni da quando è stato avviato il cantiere per l’abbattimento dell’ex Fata Morgana; sono passati 32 giorni dalla nostra denuncia per mezzo stampa sulla presenza di amianto all’interno dello stesso stabile; sono passati 18 giorni dalla nostra conferenza stampa in cui abbiamo reso noto di aver presentato esposto alla Procura della Repubblica, all’Asp ed all’Arpacal sui possibili rischi di inquinamento e sulla salute dei cittadini causati dai lavori di demolizione.

Insomma, ne è passato di tempo e ne è passato anche di vento ed acqua su questo cantiere tanto da poter immaginare che la situazione, già critica, si sia addirittura aggravata. Eppure, lavori che necessitavano di interventi urgenti continuano ad essere fermi e tutto sembra essere avvolto dal silenzio, nessuna parola sembra uscire persino dagli ambientalisti né da associazioni che dicono di non tacere. Ma soprattutto è oltraggioso l’atteggiamento di palazzo San Giorgio che ancora non ha nemmeno messo in sicurezza l’area di cantiere se non con una precaria rete, ma si è saldamente trincerato dietro un muro di silenzio. Ci avevano presentato la “Svolta” nel segno della trasparenza ed invece l’attuale amministrazione ancora una volta preferisce non dare risposte ai cittadini, questa volta su un tema delicato quale la salute pubblica, chiarendo eventuali rischi oltre ai tempi ed alle modalità di bonifica dell’area.

A questo punto non ci resta che attendere il corso del nostro esposto e che l’Asp e la magistratura, sui quali riponiamo piena fiducia, facciano chiarezza sulla vicenda in favore dei residenti sempre più preoccupati per lo stato dell’ex Fata Morgana».