Menu
Corriere Locride
Windsurf, il reggino Francesco Scagliola primo nel campionato mondiale under 21

Windsurf, il reggino Francesco…

Ennesima soddisfazione...

Anas: per lavori, limitazioni al transito veicolare lungo ‘A2 Autostrada del Mediterraneo’ tra le province di Salerno, Vibo Valentia e Reggio Calabria

Anas: per lavori, limitazioni …

In orario notturno, fi...

Biodiversità. Sabato 15 giugno l’appuntamento organizzato da Federparchi: "alla ricerca di specie aliene nel Parco Nazionale dell’Aspromonte"

Biodiversità. Sabato 15 giugno…

Bioblitz nei Parchi: i...

Poste Italiane rifà il look alle cassette postali in 20 comuni della provincia di Reggio Calabria

Poste Italiane rifà il look al…

Il progetto “Decoro Ur...

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15 si terrà il 2° Congresso Regionale AICPR (Associazione Italiana di Cardiologia Clinica, Preventiva e Riabilitativa)

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15…

L’unità Operativa di R...

Olio, Coldiretti: crollo del 69% della produzione e import dai paesi africani- Aumentare i controlli

Olio, Coldiretti: crollo del 6…

Una prima fotografia d...

Lamezia Terme. La Band “Regione Trucco” di Ivrea vince il “Calabria Fest – tutta italiana”

Lamezia Terme. La Band “Region…

Delirio finale per Cle...

Domenica alle 17,30, all'auditorium di Gioiosa Ionica, si presenta il libro “La collina incantata”, di Filomena Drago

Domenica alle 17,30, all'audit…

Liberate la fantasia; ...

Locri (RC), domenica l’incontro culturale “Nei luoghi perduti della follia”

Locri (RC), domenica l’incontr…

Domenica 9 giugno alle...

Prev Next

Reggio Calabria. Pellaro, inaugurata l'area «streetball» attesa da diversi decenni

  •   Redazione
Reggio Calabria. Pellaro, inaugurata l'area «streetball» attesa da diversi decenni

Uno spazio per i ragazzi pensato dai ragazzi. L'area sportiva di strada che sorge sul Lungomare "Paolo Latella" di Pellaro, oltre ad essere affascinante per il suo contrasto tra il contesto urbano e lo Stretto è certamente una sfida vinta. Il "GamesintheStreet" rappresenta una novità assoluta in termine di gestione degli spazi pubblici e nasce dall'afflato del Centro Sportivo Italiano di Reggio Calabria che, proprio nella periferia sud della Città dei Bronzi di Riace, gestisce da diversi anni il PalaColor, struttura polivalente che - attraverso questa attività - ribadisce la propria centralità per gli adolescenti (ma non solo) del popoloso hinterland reggino. 

È stato installato un canestro e trasformata un'area pedonale in un campo underground di basket; inoltre è stato sistemato un campetto in terra e reso praticabile attraverso la posa in opera di due porte da calcetto. Accanto al "prodotto sportivo" è stata sistemata l'intera area attraverso la pulizia e la rigenerazione delle aiuole. Infine, inaugurato - per l'occasione - anche il murales realizzato all'interno del progetto "PeriferichEnergie". L'idea messa in campo dai ragazzi, guidati dagli educatori e animatori del Csi, ha previsto una rigenerazione dello spazio attraverso la creazione di aree sportive pubbliche e gratuite e di luoghi d'incontro e confronto. Con tanta fatica e grazie a  tante famiglie coinvolte, alle associazioni e aziende del territorio, l'Equipe è riuscita a dare concretezza al sogno dei giovanissimi.  

Il taglio del nastro è avvenuto nel week-end, ma la progettazione - sostenuta dalla pazienza dell'architetto Maria Rita Cotronei - è stata sviluppata proprio dai ragazzi del quartiere che si sono visti più volte per "disegnare" qualcosa su misura per loro. Il risultato è sotto gli occhi di tutti ed evidenzia quanto e come i giovani (e in questo caso gli adolescenti) possano essere da esempio per gli adulti: un luogo abbandonato, spesso ricettacolo di disagio, si è trasformato in uno «spazio a colori» dell'entusiasmo e della passione per lo sport.

La partita inaugurale del campetto di basket è stata arricchita dalla presenza dei giocatori della Mood Project Viola Reggio Calabria accompagnati dal direttore generale del club, Andrea Gotti. I ragazzini presenti si sono potuti confrontare con i loro beniamini sfidandoli in un 3 vs 3 significativo e molto emozionante.

Tra le sfide tecniche, una sfida educativa che nasce dalla necessità di creare uno spazio alternativo alle sale slot presenti sul territorio (tantissime e popolate di giovani) e rigenerare, attraverso lo sport di strada, il tempo e il luogo di tanti ragazzini.All'interno del percorso educativo "Lavoro di Squadra", l'idea del Csi Reggio Calabria, in collaborazione con Libera, ActionAid e Consorzio Macramè per l'occasione rappresentati da Giuseppe Marino, Eleonora Scrivo e Gildo De Stefano, è quella di far nascere, come già fatto ad Arghillà Nord, avamposti educativi e presidi di legalità attraverso spazi sportivi di strada pubblici e gratuiti. All'interno della manifestazione sono intervenuti anche il delegato comunale allo Sport, Giovanni Latella, e l'assessore alle Politiche Comunitarie, Giuseppe Marino. Va sottolineato come la collaborazione e disponibilità dell'Amministrazione sia stata fondamentale per trasformare l'area comunale sul Lungomare di Pellaro in uno spazio ludico – sportivo aperto a tutti. «Siamo felici di poter "regalare" uno spazio di condivisione a questi ragazzi - ha commentato Paolo Cicciù, presidente provinciale del Csi reggino e promotore dell'iniziativa - adesso ciò che conta è la capacità di tutti di saperlo mantenere integro e funzionale. Un'attività che crediamo sia fortemente simbolica e che si auspica venga replicata in tutto il territorio metropolitano».