Menu
Corriere Locride
Coldiretti. Molinaro: Vandana Shiva e Oliverio firmano la petizione Coldiretti “STOP al cibo falso”

Coldiretti. Molinaro: Vandana …

“Trasformare la biodiv...

Politiche sociali e Sport: domani nuovo incontro tematico promosso dalla lista Scelgo Locri

Politiche sociali e Sport: dom…

La lista Scelgo Locri ...

Cittanova, dalla memoria all'impegno contro la mafia: le parole di Panico, Gerardis, Paci e Sferlazza in vista dell'appuntamento del 21 maggio

Cittanova, dalla memoria all'i…

Con i tre magistrati e...

Oliverio: situazione sanità in Calabria non più tollerabile

Oliverio: situazione sanità in…

“L’inchiesta mandata i...

Coldiretti. Venerdi 18 alla Cittadella Regionale si svolgerà la Giornata della biodiversità con Vandana Shiva e il Presidente Mario Oliverio

Coldiretti. Venerdi 18 alla Ci…

Venerdi 18 maggio p.v....

Nota stampa congiunta Cgil, Cisl e Uil Calabria

Nota stampa congiunta Cgil, Ci…

E’ ripreso, dopo alcun...

Il 21 maggio Cittanova ricorda nove vittime innocenti di mafia con tre importanti magistrati

Il 21 maggio Cittanova ricorda…

Appuntamento alle ore ...

Siderno (RC): alla libreria Calliope Mondadori "La stirpe di fuoco", la saga high-fantasy di Francesco Thierry Marzano

Siderno (RC): alla libreria Ca…

Valim è un giovane tag...

Coldiretti: a Rende (CS) l’80° Congresso "Collegamento Svizzero" in Italia alla scoperta della Calabria

Coldiretti: a Rende (CS) l’80°…

Molinaro: nuove opport...

Reggio. L’Associazione culturale CatArTica Care ha presentato il catalogo del festival ‘Pao Spiti (Go Home)’

Reggio. L’Associazione cultura…

Settimana della Cultur...

Prev Next

Polistena. Nota della UIL FPL sulla situazione del reparto di pediatria

  •   Redazione
Polistena. Nota della UIL FPL sulla situazione del reparto di pediatria

-Al Commissario Straordinario

     c/o UGRU ASP Reggio Calabria

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-Al dott. Domenico Minasi

    Direttore D.M.I. ASP Reggio Calabria

    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-Al dott. Domenico Forte

    Direttore DEU ASP Reggio Calabria

      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  - Alla dott.ssa Loredana Carrera

     Dirigente Sanitario P.O. Polistena

      Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                          

Oggetto: Situazione U.O. Pediatria  Ospedale di Polistena.-

La situazione del reparto di Pediatria dell’ospedale di Polistena, già difficile a causa di carenze diverse, versa in enormi difficoltà causa l’afflusso, con la relativa chiamata di  “consulenza”, di pazienti in età minore che si recano al pronto soccorso. Con la scusante della particolare tipologia di pazienti, minori spesso bambini,  sono dirottati al reparto con le inevitabili ricadute e conseguenze. E’ evidente che questo modus operandi pregiudica anche l’andamento della stessa unità operativa di pediatria. Infatti la richiesta di “consulenza” dal pronto soccorso, significa che per un paziente recatosi al pronto soccorso per qualunque patologia, dall’ortopedia alla semplice radiografia, è richiesta la consulenza del pediatra. La consulenza avviene, non già all’interno dei locali del pronto soccorso si dice per inidoneità degli stessi a ricevere bambini, ma sono dirottati nel reparto di pediatria dove gli infermieri di reparto devono fronteggiare l’emergenza oltre la gestione delle attività ordinarie  dei ricoverati presso il reparto, ricoverati spessissimo in numero superiore a quello previsto dai posti letto.

Considerato che oltre le attività di reparto, lo stesso personale (infermieri) di pediatria deve garantire   l’assistenza neonatale (parto e nido) che dal mese di luglio 2016 è aumentata in maniera esponenziale causa la chiusura di due dei cinque punti nascita della provincia. Questa aumentata domanda di prestazioni pediatriche e non solo,  non è stata preceduta o susseguita da una razionalizzazione/assunzione di risorse professionali (nel frattempo cinque unità infermieristiche sono state “cedute” all’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria) ma è stata affrontata ed ancora oggi si affronta con lo stesso numero di personale nel mentre l’attività si è più che raddoppiata.

La situazione sopra descritta è aggravata dal fatto che nell’arco della giornata non esiste all’interno del reparto, se non sporadicamente, la presenza di personale di supporto causa la condivisione con altro reparto delle pochissime unità OSS, (due di questi assisteno parenti in condizione di handycap (legge 104)), ed ancora si deve aggiungere la mancanza assoluta, dalle ore 9,00 alle ore sei del giorno successivo, di personale addetto alle pulizie, questo per una scellerato bando di gara che non ha classificato l’ospedale di Polistena con le diverse tipologie (alto, medio e basso rischio) con la riduzione delle ore dedicate all’attività di pulizia, non è infrequente che lo stesso personale di servizio (infermieri) debbano pulire lo sporco provocato dai degenti e quindi immaginare lo stato in cui versa.

Si chiede pertanto alle LL.SS.:

a) di voler tempestivamente intervenire emanado le opportune direttive organizzative per risolvere in maneira definitiva le modalità di svolgimento delle consulenze pediatriche e assegnare le incombenze dell’assistenza agli stessi operatori che erogano prestazioni al pronto soccorso

a) di assumere il personale necessario (medici, infermieri, OSS), dopo aver espletato ogni necessario provvediento di razionalizzazione delle risorse umane;

b) di provvedere e ottemperare alla scellerata mancata classificazione del rischio (alto,basso e medio)  in fase di gara di appalto delle pulizie che ha portato alla riduzione delle ore e quindi alla contrazione di detto servizio.

Si rimane in attesa di sollecito riscontro.

      La segreteria Provinciale

*Nuccio Azzarà    *Nicola Simone  *Francesco Politanò 

*firma autografa sostituita da indicazione a mezzo posta, ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 39/1993