Menu
Corriere Locride
Regione Calabria. Convegno su mediazione penale e giustizia riparativa

Regione Calabria. Convegno su …

La mediazione penale è...

Convegno in collaborazione tra Inail e patronato Epaca Coldiretti - "Le malattie professionali: ieri, oggi...e domani?"

Convegno in collaborazione tra…

Si svolgerà venerdì 14...

Ambiente. Dl Semplificazioni, stop al Sistri. Costa: «Uno spreco durato 9 anni e costato più di 141 milioni»

Ambiente. Dl Semplificazioni, …

«Il nuovo sistema di t...

Reggio. CasaPound organizza raccolta alimentare in vista del Natale

Reggio. CasaPound organizza ra…

Reggio Calabria, 11 di...

Coldiretti: fatturazione elettronica e olivicoltura domani martedì 11 dicembre due importanti appuntamenti a Lamezia Terme

Coldiretti: fatturazione elett…

Aceto: «il nostro impe...

Sanità: «Riflessioni del Sindaco Calabrese in merito al "caos" che vige nell'Asp reggina»

Sanità: «Riflessioni del Sinda…

«Caos amministrativo a...

Arriva in Calabria il coro gospel “Composition of Praise”

Arriva in Calabria il coro gos…

Un importante coro ame...

Olimpiadi Nazionali di Astronomia: pubblicati i risultati delle preselezioni

Olimpiadi Nazionali di Astrono…

Il 4 dicembre si è dis...

Reggio. Domenica 9 il "Museo in cammino" con l'Archeotrekking

Reggio. Domenica 9 il "Mu…

Il progetto Archeotrek...

Prev Next

Pasquale Russo eletto presidente della sezione Coldiretti di Crotone. Eletto anche il Direttivo

  •   Redazione
Pasquale Russo eletto presidente della sezione Coldiretti di Crotone. Eletto anche il Direttivo

Torchia: accompagnare i nuovi dirigenti e renderli protagonisti. Continua ed è intensa la stagione dei rinnovi nelle sezioni  della Coldiretti in Calabria  che, una volta completati, porterà all’elezione dei dirigenti provinciali e regionali. Questa volta è stata la sezione di Crotone dove l’assemblea dei soci ha eletto presidente  l’imprenditore agricolo Pasquale Russo di 40 anni, che conduce  un’azienda agrumicola di circa 13 ettari.  Compongono il direttivo: Giuseppe Podella, circa 50 ettari con una  azienda a vocazione agrumicola - olivicola  altamente specializzata; Alessandra Chiarello, amministratrice della società agricola Montenero, circa  550 ettari tra seminativi, pascoli e bosco; Domenico Liberti, presidente dei pensionati della Federazione di Catanzaro- Crotone- Vibo, e attivissimo nella sua azienda cerealicola; Roberta Santaera, 28 anni insediata in agricoltura sui 14 ettari di famiglia dove coltiva prevalentemente ortaggi destinati alla vendita diretta. Gli adempimenti statutari sono stati guidati dal direttore Pietro Bozzo,  insieme al segretario di zona Antonio Bompignano e al responsabile di Campagna Amica Domenico Piperno. L’assemblea di Crotone è stata caratterizzata ed arricchita dall’intervento del Presidente della Federazione Interprovinciale, nonché del Consorzio di Bonifica Ionio Crotonese Roberto Torchia che, tratteggiandolo,  quasi con una “lectio magistralis”, ha messo in risalto il ruolo del dirigente Coldiretti e di come l’organizzazione  riesca nel quotidiano, con uno straordinario coinvolgimento,  a rendere i dirigenti ed i soci protagonisti dei risultati ottenuti. Torchia ha insistito sull’esigenza di implementare la classe dirigente territoriale continuando ad innestare nuove leve tra quanti fanno impresa in agricoltura professionalmente ed in forma esclusiva, in un percorso di rinnovamento che deve essere accompagnato e sostenuto. Dopotutto ha aggiunto “questa è la forza dell’organizzazione”. Presente all’incontro anche il Domenico Roselli della Confederazione Nazionale il quale ha portato un suo contributo attraverso un esempio “tutto agricolo”  utile a definire il percorso avviato da Coldiretti in questa fase di rinnovi territoriali. Ha ribadito come la continuità della classe dirigente debba essere un vero e proprio “portainnesto” per i nuovi dirigenti anche in funzione dei grandi risultati ottenuti. Il neo eletto Presidente Russo ha ringraziato i colleghi per la fiducia ottenuta ed ha dichiarato come da imprenditore è stato spinto dalla rete e dai contenuti di Campagna Amica in questo modo  ha potuto toccare come una grande organizzazione possa realmente generare passione e voglia di fare in direzione del bene comune. Il neo presidente di Crotone ha evidenziato altresì come le battaglie di Coldiretti sull’indicazione di origine e  l’innalzamento della percentuale dal 12 al 20% di succo nelle aranciate e la valorizzazione del “made in Italy” abbiano dato una rappresentazione concreta dell’impegno dell’organizzazione a favore dei produttori e  dei cittadini -consumatori. Si è sviluppato un intenso  dibattito che ha visto gli interventi di tutti i Consiglieri eletti che hanno posto in risalto, tra l’altro,  i ritardi del PSR e dei pagamenti PAC.