Menu
Corriere Locride
L'ANPI di Reggio Calabria e Messina organizzano Il 74° anniversario della Liberazione

L'ANPI di Reggio Calabria e Me…

Festa Nazionale della ...

Inizia dalla Francia la stagione agonistica di Francesco Scagliola

Inizia dalla Francia la stagio…

Dopo la tappa nel sud ...

Giancarlo Giannini ospite d’onore della Varia di Palmi 2019

Giancarlo Giannini ospite d’on…

Giancarlo Giannini osp...

Reggio. Il pittore reggino Alessandro Allegra sarà uno degli artisti che rappresenterà l’Italia all’evento "Fabriano in acquerello”

Reggio. Il pittore reggino Ale…

Il pittore reggino Ale...

Locri. 1° maggio: "Festival della creatività", prima estemporanea di pittura per bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni

Locri. 1° maggio: "Festiv…

L’Amministrazione comu...

Locri. L'Ambito Territoriale ha presentato il progetto HCP 2019

Locri. L'Ambito Territoriale h…

L'Ambito Territoriale ...

San Roberto (RC): le congratulazioni del Sindaco Vizzari a Francesca Porpiglia, neo Assessore di Villa San Giovanni

San Roberto (RC): le congratul…

Il Sindaco di San Robe...

Associazione Nazionale Decorati di Medaglia d’Oro Mauriziana “Nastro Verde”: «rinnovate le cariche sezionali»

Associazione Nazionale Decorat…

Il 04 aprile 2019 a Re...

Bovalino. Nota stampa di Francesco Gangemi e Rosalba Scarfò del gruppo Consiliare “Impegno e Partecipazione”

Bovalino. Nota stampa di Franc…

«Non è questo il nostr...

É partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”: «sviluppo economico del territorio attraverso l’inclusione»

É partito dal Comune di Badola…

E’ partito dal Comune ...

Prev Next

Nuova s.s.106: «appello a tutti i parlamentari, vogliamo la verità sull’avvio dell’opera»

  •   Redazione
Nuova s.s.106: «appello a tutti i parlamentari, vogliamo la verità sull’avvio dell’opera»

L’Associazione chiede a tutti parlamentari calabresi di interrogare il Governo sull’avvio dei lavori.

Apprezzate le posizioni degli on. Gallo e Bevaqua ma anche l’interpellanza urgente dell’on. Tripodi. ora però l’associazione pretende risposte chiare che facciano capire quali sono i tempi esatti per l’avvio dei cantieri.

L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” nei giorni scorsi è intervenuta per denunciare la infondatezza delle dichiarazioni rilasciate dal Ministro Toninelli in riferimento al progetto esecutivo della seconda tratta del Megalotto 3 che, a suo dire, sarebbe stato definito entro il corrente mese di marzo.

Le affermazioni dell’Associazione circa l’impossibilità di avere il progetto esecutivo a marzo 2019 erano già note a gennaio per chi segue e conosce con attenzione le vicende complesse legate all’Opera: da qui l’enormità delle dichiarazioni del Ministro che, a seguito del nostro intervento, è stato smentito anche da un recente articolo su “Il Fatto Quotidiano”.

La smentita ufficiale, invece, è arrivata dall’Anas Gruppo FS Italiane che – proprio nei giorni scorsi – con una nota ufficiale dichiara che il contraente generale ha chiesto una proroga di tre mesi per realizzare il progetto esecutivo e, confermava, in modo decisivo e definitivo le dichiarazioni dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” che, pur non occupandosi far polemica politica, segue con attenzione le vicende complesse legate all’Opera ed ha il dovere di denunciare ogni inesattezza o dichiarazione che non trova riscontro nella realtà ancor più se queste sono espresse da un Ministro della Repubblica Italiana.

A seguito di quanto avvenuto non sono mancate le iniziative politiche: dalle forti prese di posizioni sulla stampa degli onorevoli consiglieri regionali Gianluca Gallo (FI) e Domenico Bevaqua (PD), passando per l’interpellanza urgente presentata al Ministro delle Infrastrutture dall’On. Maria Tripodi (FI) l’Associazione ha apprezzato con  soddisfazione tutte, nessuna esclusa, le iniziative tese a chiarire ma, soprattutto, a sollecitare il Governo affinché segua con maggiore serietà ed attenzione le vicende legate al Megalotto 3 e s’impegni ad accelerare l’avvio dei lavori senza più alcuna perdita di tempo. 

Resta solo il rammarico che all’interpellanza urgente presentata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, la risposta del Governo in Aula, – per come riferisce l’On. Tripodi di Forza Italia – “è stata una colossale presa in giro, vaga, generica e per sommi capi. Meglio sarebbe stato – ha continuato l’On. Tripodi – se avessero preso tempo per dare motivazioni più serie perché la Calabria e i cittadini calabresi meritano maggior rispetto".

Sul tema, quindi, l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” resta insoddisfatta ed invita pubblicamente tutti i parlamentari calabresi ad interrogare il Governo sui tempi previsti per l’avvio dell’Opera: riteniamo che la conoscenza di un crono programma che stabilisca tempi e fasi precise previste per l’inizio dei lavori di ammodernamento della S.S.106 tra Sibari e Roseto siano il minimo sindacabile richiesto. Un atto dovuto e doveroso nei confronti dei tanti cittadini che attendo l’avvio dei cantieri.

L’Associazione, quindi, auspica che si possano al più presto conoscere e definire i tempi che porteranno all’avvio del Megalotto 3 della S.S.106 “Jonica” e si augura che le tutte le forze parlamentari elette in Calabria si determinino con impegno al fine di consentire a tutti i cittadini che attendono l’avvio di quest’Opera ormai da decenni di poter conoscere quali saranno i tempi necessari anche al fine di eliminare ogni ragionevole dubbio legato ad un Progetto a cui un’intera comunità regionale è legato perché garantirà più sicurezza sulle strade ma anche un investimento di 1.335 milioni di euro per lo sviluppo ed il progresso della Calabria. 

Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 26 Marzo 2019