Menu
Corriere Locride
Premio “Palmi Città della Varia”: il 24 agosto la Cerimonia di premiazione

Premio “Palmi Città della Vari…

Si è conclusa con succ...

Coldiretti: Calabria vendemmia in corso di svolgimento. La seconda fotografia del vigneto Calabria

Coldiretti: Calabria vendemmia…

Già da qualche settima...

Poste Italiane: installato il primo postamat dell’ufficio postale di marina di Palizzi

Poste Italiane: installato il …

Nuova tappa del progra...

Condofuri. Ai nastri di partenza il Mercatino Estivo Condofurese

Condofuri. Ai nastri di parten…

Mancano poche ore all’...

Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Prev Next

Nota stampa della CISL FP: « Stabilizzati i 104 ex lavoratori LSU LPU del Comune di Reggio Calabria, fine di un periodo di grandi battaglie»

  •   Redazione
Nota stampa della CISL FP: « Stabilizzati i 104 ex lavoratori LSU LPU del Comune di Reggio  Calabria, fine di un periodo di grandi battaglie»

«Il Segretario Generale della CSIL FP  Vincenzo Sera, manifesta soddisfazione per il risultato raggiunto al Comune di Reggio Calabria.

E’ stato un lavoro lungo e faticoso  che ci ha visti fortemente coinvolti sin dalla entrata in vigore della normativa, passando attraverso gli incontri avuti dai Segretari Regionali in sede Regionale,  per poi giungere alla data del 25 settembre 2018 consapevoli che i nostri lavoratori ex LSU LPU non potessero più attendere.

In questo difficile periodo economico e di difficile interpretazione della norma – dichiara Vincenzo SERA - è stata una sfida doppiamente ardua,  ma che oggi ci rende ancora più orgogliosi delle nostre scelte e della caparbietà con cui sempre siamo soliti affrontare le battaglie sindacali in cui crediamo”.

Una battaglia che la FP CGIL  la CISL FP e la UIL Tem, sta portando avanti senza ma e senza se!

Mentre impera una grande confusione “mediatica politica” rispetto le tante problematiche del nostro territorio, il Sindacato continua a svolgere l’attività con grande responsabilità vigilando e sollecitando le azioni positive, gli atti per una definitiva stabilizzazione dei dipendenti a tempo determinato per tutto il territorio della Città Metropolitana, confrontandoci con Sindaci, Segretari Comunali con grande sinergia, sicuramente non mancano i Segretari o i Sindaci, che si sottraggono al confronto o negano addirittura l’informazione.

Vigileremo e Ritorneremo, su tutti gli Enti  per una completa risoluzione della vertenza.

 In piena fiducia di ciò che si stava concretizzando al Comune di Reggio Calabria, quando tutto tace come se nessuno ci credesse più, su richiesta formale la FP CGIL – CISL FP e la UIL Tem  chiedono una convocazione per verificare lo stato dell’arte dell’attività posta in essere al Comune di Reggio Calabria riguardo la stabilizzazione dei 104 dipendenti ex LSU LPU.

Il confronto risulta molto positivo si forniscono anche suggerimenti, si registra con grande soddisfazione, la volontà Politica ed una grande professionalità Amministrativa consapevole di voler chiudere la partita dei 104 lavoratori ex LSU LPU.

E' un risultato positivo per le istituzioni coinvolte nel processo, il Comune di Reggio Calabria, che con l'impegno in prima persona del Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà, e del vicesindaco Armando Neri, ci hanno creduto dal primo momento che questa era una battaglia politica da portare avanti, hanno  supportato la vertenza dando le giuste indicazioni al Dirigente al Personale e tutto lo staff degli Uffici interessati, in completa sinergia  tutti hanno salvaguardato con grande professionalità, gli ormai storici lavoratori a tempo determinato durante questo lungo periodo di contrattualizzazione,  è, infine, un risultato positivo per la Segreteria Regionale della CISL FP per tutto il lavoro dei così detti tavoli tecnici instaurati alla Regione Calabria, per la stessa  Regione Calabria che, facendosi carico di gran parte della spesa Economica, ha  deciso di porre fine al più presto ad una situazione di incresciosa incertezza.

Nei prossimi giorni la CISL FP  in tutti i Comuni e negli Enti utilizzatori, verificherà  tutta la procedura e gli atti prodotti tesi a garantire la stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato.

Non è più tollerabile che migliaia di Lsu e Lpu, che vivono da oltre 20 anni una situazione di assoluta precarietà, possano ora correre il serio pericolo di non passare a tempo indeterminato presso le amministrazioni che si avvalgono delle loro prestazioni lavorative.

Avevamo già chiesto a tutti gli Enti che si attivassero per tempo per assicurare la giusta stabilizzazione ai lavoratori socialmente e pubblicamente utili, garantendo così la prosecuzione di attività indispensabili per i gli stessi Enti ed a totale beneficio della collettività.

Molti sono stati gli impegni assunti da diversi Sindaci e Segretari Comunali, anche all’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte dove  ci sono 21 lavoratori ex LSU LPU, che da un ventennio prestano la loro attività lavorativa, il Vice Presidente con il Direttore giorno 18 si sono assunti l’impegno di salvaguardare questi lavoratori figli di un dio minore.

Per il Segretario della Cisl FP, Vincenzo Sera, "è importante sanare una lunga storia di precariato" sarebbe inaccettabile la prevedibile evoluzione della opinabile scelta operata da alcuni Sindaci o da qualche Ente di non prevedere nessun posto nel fabbisogno del personale al fine di dare corso al processo di stabilizzazione di questi lavoratori venendo meno a tutte le finalità della normativa in essere.

Certo ricondurre nel bacino una piccola minoranza rispetto agli oltre 4.600 lavoratori ex Lsu/Lpu rende ancora più amara e sgradevole la sensazione che nel nostro territorio si sta consumando l’ennesima ingiustizia sociale! 

Come CISL FP continua Sera, restiamo del parere che al momento, affinchè i Comuni e gli Enti utilizzatori, possano procedere alle assunzioni c’è necessità di storicizzare i fondi e superare tutti i vincoli assunzionali.

Naturalmente noi sosteniamo la nostra idea, più volte annunciata e ribadita a tutti i livelli, di promuovere una legge prima Regionale e poi Nazionale magari, di un solo articolo che in deroga ai vincoli assunzionali della P.A. ed in ruolo soprannumerario si proceda alla assunzione a tempo indeterminato, anche fuori ruolo, di tutto il personale ex LSU LPU negli Enti nei quali hanno operato per oltre vent’anni.

La CISL FP  ringrazia tutti  coloro  che si sono battuti e soprattutto ringrazia tutti i colleghi che hanno creduto in noi». 

Il Segretario Generale

CISL FP Reggio Calabria