Menu
Corriere Locride
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. La Calabria non è libera, sulla S.s.106 ancora i ponti del fascismo

“Basta Vittime Sulla Strada St…

La Calabria non è...

Coldiretti Calabria: con villaggio contadino per 3 giorni Bari capitale agricoltura italiana

Coldiretti Calabria: con villa…

Molinaro: all’evento u...

Coldiretti: «gli assaggiatori di salumi nuovo fiore all’occhiello per la valorizzazione della salumeria calabrese»

Coldiretti: «gli assaggiatori …

Molinaro: ulteriori po...

Reggio. Il 24-26-27 Aprile si terrà la competizione Locale dei Laboratori Students Lab

Reggio. Il 24-26-27 Aprile si …

Competizione Locale de...

AIA Locri: svolta la Riunione Tecnica con ospite una psicologa

AIA Locri: svolta la Riunione …

Si è tenuta venerdì 20...

Calabria, Anas: senso unico alternato per l’installazione delle barriere di sicurezza sulla strada statale 682 ‘Ionio Tirreno’ nel comune di Cinquefrondi (RC)

Calabria, Anas: senso unico al…

Anas comunica che, per...

Uil: «La Regione Calabria azzeri gli sprechi e si doti di un bilancio rivolto al sociale»

Uil: «La Regione Calabria azze…

Semplificare, rendere ...

Coldiretti: il Presidente Oliverio la "Ristorazione a Km zero" alla Cittadella Regionale con Campagna Amica è un esempio virtuoso

Coldiretti: il Presidente Oliv…

Molinaro: PECCO luogo ...

Coldiretti Calabria. Domani l'inaugurazione di PECCO: servizio Ristorazione alla Cittadella Regionale con i prodotti di Campagna Amica - Coldiretti

Coldiretti Calabria. Domani l'…

Molinaro: Scelta ...

Straordinario successo per il I° Slalom automobilistico Città di San Roberto, trionfano il giovanissimo Rechichi ed il territorio

Straordinario successo per il …

Tutto esaurito per il ...

Prev Next

Monasterace. In pericolo i “draghi e i delfini” dell'antica Kaulonia

  •   Redazione
Monasterace. In pericolo i “draghi e i delfini” dell'antica Kaulonia

Nonostante le piogge, le mareggiate e i ripetuti appelli lanciati da Associazioni, Cittadini e Amministrazione Comunale per la salvaguardia del sito archeologico di Kaulonia; nonostante  le poche e timide assicurazioni da parte della Soprintendenza sulla rapida soluzione della questione, non riusciamo a vedere la luce in fondo al tunnel. Le scoperte di Paolo Orsi e i 14 anni di scavi portati avanti dalla Soprintendenza di Reggio Calabria, le Università di Pisa, Firenze, Reggio Calabria e la Normale di Pisa, rischiano di finire in fondo al mare, soluzione forse da preferire vista la capacità di Poseidone di conservare meglio e più a lungo i reperti archeologici(vedi, per es., i Bronzi di Riace). Ma non avremmo più la possibilità di ammirarli. Allora, per sfinimento, proponiamo un’altra soluzione altrettanto drastica, ma, se non dovesse cambiare nulla, assolutamente necessaria: i reperti più a rischio ( non solo a causa delle mareggiate, ma anche dei tombaroli), in particolare la stanza mosaicata delle terme dei “draghi e dei delfini”, a tutt’oggi coperta da terra e teloni, venga trasferita nei locali del Museo di Monasterace, consentendo  ai cittadini e ai turisti di poterla visitare e ammirare, in attesa di tempi migliori.

Sul sito archeologico potrebbe essere collocata una copia mosaicata o una stampa fotografica su un pannello della stessa grandezza dell’originale,  opportunamente protetti. Del resto non è una novità né una profanazione, nel momento in cui si agisce per la salvaguardia del bene culturale: il Marco Aurelio in piazza del Campidoglio e i Cavalli della Basilica di San Marco sono una copia; gli originali sono conservati e protetti nei rispettivi Musei.

Ma non abbandoniamo ancora la speranza di vedere, quanto prima, l’inizio dei  lavori per la salvaguardia e la valorizzazione di tutto il sito di Kaulonia.

Giovanni Scarfò

Presidio Italia Nostra

Monasterace