Menu
Corriere Locride
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: «Il 22 ottobre presenteremo il primo rapporto sulla mortalità stradale negli anni 2013-2017 sulla S.S.106»

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Il lavoro dell’Associa...

Legambiente: «La Calabria seconda per abusivismi»

Legambiente: «La Calabria seco…

È stato presentato que...

Coldiretti: la Regione autorizza carburante in più per l’irrigazione di soccorso su tutto il territorio regionale

Coldiretti: la Regione autoriz…

Coldiretti aveva chies...

In occasione del nuovo anno scolastico inaugurazione del plesso “Carrera” della Scuola Primaria e nuovo scuolabus comunale a Roccella

In occasione del nuovo anno sc…

In occasione dell’iniz...

Regione. In programma il 25 e 26 settembre la conferenza internazionale sulla tratta delle donne nigeriane

Regione. In programma il 25 e …

"Doppio sguardo. La tr...

Legge di Bilancio 2019: Oliverio scrive ai parlamentari Calabresi

Legge di Bilancio 2019: Oliver…

Il Presidente della Re...

Gemellaggio internazionale per il Rotary di Locri

Gemellaggio internazionale per…

Il Rotary club di...

WWF: «Le Marche salvano lupi e allevatori»

WWF: «Le Marche salvano lupi e…

«Le Marche stanno segu...

Reggio. Antonino Castorina replica a Forza Italia su intitolazione strada

Reggio. Antonino Castorina rep…

«Apprendo con stupore ...

Vibo Valentia. Il presidente nazionale di UE.COOP Gherardo Colombo è stato in Calabria – Il report

Vibo Valentia. Il presidente n…

Il presidente Nazional...

Prev Next

Melito. Proposta di “una città da #cambiare”: Scrutatori, stop a nomine politiche, sì al sorteggio.

  •   Redazione
Melito. Proposta di “una città da #cambiare”: Scrutatori, stop a nomine politiche, sì al sorteggio.

Scegliere gli scrutatori mediante sorteggio e non più a chiamata dei politici. E’ questa la nostra proposta che si concretizza mediante l’adozione di un Regolamento che sarà presentato sotto forma di mozione nel prossimo Consiglio Comunale. La finalità è quella della formazione di un elenco da cui attingere, mediante sorteggio telematico, gli scrutatori da destinare ai seggi elettorali.

L’iniziativa prevede di regolamentare la nomina degli scrutatori individuandoli tra le persone che abbiano dato la loro disponibilità e che si trovino in una condizione di svantaggio economico. In base alla delibera, se approvata, potranno essere nominati come scrutatori: pensionati al minimo, cassintegrati, studenti universitari, lavoratori disoccupati ed inoccupati.

Attualmente a Melito è ancora in vigore il sistema a chiamata dei politici: gli scrutatori sono scelti dagli elenchi di fiduciari che ogni consigliere, membro della commissione elettorale, presenta. Sottrarre le nomine alla discrezione dei consiglieri comunali è un battaglia sociale e culturale che il nostro movimento sta portando avanti da anni.

Ci auguriamo quindi che la maggioranza, che si è sempre opposta a questa iniziativa, modifichi la sua posizione e contribuisca all’approvazione del Regolamento.

Siamo consapevoli che qualche consigliere voglia continuare ad indicare persone a lui vicine, ma confidiamo nel fatto che tutti gli altri abbiano compreso che i voti si conquistano sulle proposte e sulla credibilità politica e non sulle clientele.