Menu
Corriere Locride
Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Nota stampa Uil sulla "vicenda" Sorical

Nota stampa Uil sulla "vi…

Il clima venutosi a cr...

San Valentino, negli uffici postali di Reggio Calabria, Locri e Palmi le cartoline per gli innamorati

San Valentino, negli uffici po…

REGGIO CALABRIA, 5 feb...

Prev Next

Mafia Capitale: Confermate le assoluzioni di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero

  •   Redazione
Mafia Capitale: Confermate le assoluzioni di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero

La Corte d’Appello di Roma, Terza Sezione Penale, ha confermato ad esito della lettura del dispositivo in data odierna, le assoluzioni di Rocco Rotolo (difeso dagli Avv.ti Davide Vigna e Roberta Giannini) e Salvatore Ruggiero (difeso dagli Avv.ti Guido Contestabile e Alessandro De Federicis), già imputati di partecipazione all’associazione mafiosa denominata “Mafia Capitale”.

I due, originari di Gioia Tauro (RC) ma da tempo residenti a Roma, erano stati tratti in arresto l’11 dicembre 2014 con l’accusa di partecipazione al cd. “Mondo di Mezzo”; secondo l’impostazione accusatoria, la loro presenza nell’ambito dell’associazione avrebbe dovuto costituire prova sintomatica dei collegamenti della cupola Romana con ambienti di criminalità organizzata calabresi.

A seguito del giudizio di primo grado, la cui sentenza era stata pronunciata il 20 luglio 2017, gli stessi erano stati assolti con la formula “per non aver commesso il fatto” e scarcerati dopo più di due anni e mezzo di custodia cautelare in carcere, essendo state accolte le tesi difensive con le quali si dimostrava l’insussistenza dei collegamenti ipotizzati dalla Procura Romana.

L’assoluzione viene pertanto confermata pur a fronte della riqualificazione dell’ipotesi associativa (per la quale il Collegio di primo grado aveva escluso la qualifica mafiosa, diversamente da quanto disposto in data odierna dalla Terza Sezione della Corte d’Appello che ha riconosciuto la matrice mafiosa dell’associazione romana), con il rigetto nei confronti di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero dell’appello del PM mediante il quale era stata richiesta la riforma della sentenza di primo grado e la condanna ad anni 16 di reclusione.