Menu
Corriere Locride
Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Reggio. Teatro della Girandola, Terza stagione della rassegna “Approdi”: Cartellone teatrale 2017

Reggio. Teatro della Girandola…

Il Teatro della Girand...

Taurianova. Precisazione dell'Amministrazione sull’Avviso pubblico per la selezione e la formazione di “Operatori per la corretta gestione dei rifiuti”

Taurianova. Precisazione dell'…

TAURIANOVA – Alla luce...

Prev Next

Locri. Libera Polis esprime preoccupazione per la pressione fiscale a cui sono sottoposti i cittadini per il 2017

  •   Redazione
Locri. Libera Polis esprime preoccupazione per la pressione fiscale a cui sono sottoposti i cittadini per il 2017

Libera Polis- Spazio Politico Culturale per la Città di Locri- come già espresso recentemente da movimenti politici e dopo aver ascoltato numerose lamentele di cittadini  in merito alla richiesta rivolta agli stessi di pagamento di ben tre annualità di canone idrico per gli anni 2014-2015-2016 e della TARI- tassa rifiuti- per gli anni 2016- 2017 esprime la propria preoccupazione di fronte alla possibilità, da parte delle famiglie in particolare,  di far fronte a tale pressione fiscale per l’anno 2017.

Fermo restando il dovere ineludibile di tutti i cittadini di pagare le imposte comunali, affermato anche a livello costituzionale, ad oggi si chiede come mai non si è proceduto prima all’emissione dei ruoli e si ricorda solo ora, ponendosi in un atteggiamento vessatorio nei confronti dei cittadini, non giustificabile dalla situazione di dissesto dell’ente comunale.

Non sono certo i cittadini coloro che devono sopportare e sostenere la cattiva gestione dei conti comunali e le eventuali inadempienze/dimenticanze.

Per quanto riguarda la TARI, inoltre va detto che una raccolta differenziata avviata in maniera efficace gioco forza avrebbe dovuto avere una sostanziale riduzione sull’imposta stessa. La normativa prevede che: "nella modulazione della tariffa sono assicurate riduzioni per la raccolta differenziata". Il pagamento della TARI può essere ridotto dai comuni, non solo con agevolazioni di carattere economico, ma anche con l'assegnazione di buoni spesa ai cittadini a fronte di determinate condizioni: raccolta differenziata e altri parametri predeterminati. È quanto ha affermato in passato la Corte dei Conti dell'Emilia Romagna, sezione regionale di controllo, con delibera emessa a seguito della richiesta di parere di un sindaco della provincia di Rimini.

Ci auguriamo che le prossime amministrazioni siano in netta discontinuità con quelle precedenti, prestando così maggior attenzione e senso di responsabilità nell’emissione a ruolo dei tributi comunali, nella conseguente lotta all'evasione fiscale e nell’attuazione della raccolta differenziata.