Menu
Corriere Locride
Reggio. Sabato 19 gennaio "Open Day" al Liceo Classico “Tommaso Campanella”

Reggio. Sabato 19 gennaio …

Sabato 19 gennaio 2019...

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente: «Amianto all’ex Fata Morgana, ancora silenzi dal Comune»

Reggio. Stanza 101 – Cenacolo …

«Sono passati 35 giorn...

Reggio. Castorina: (mozione Giachetti - Ascani) «rinunciare al congresso sarebbe errore gravissimo! Pd va rilanciato e ricostruito»

Reggio. Castorina: (mozione Gi…

Rinunciare per l’enn...

Poste Assicura promuove “i mesi della prevenzione”

Poste Assicura promuove “i mes…

«Una prestazione medic...

Locri. Venerdì 18 alle 17 a palazzo Nieddu, Rubens Curia presenta il suo recente e attualissimo saggio “Manuale per una riforma della sanità in Calabria”

Locri. Venerdì 18 alle 17 a pa…

Si chiama “Manuale per...

Anas: per lavori di Enel, limitazioni all’interno della galleria Sansinato lungo la strada statale 280 ‘Dei due Mari a Catanzaro’

Anas: per lavori di Enel, limi…

Catanzaro, 14 gennaio ...

Calabria, Confcommercio: il 32% delle imprese individuali chiude i battenti

Calabria, Confcommercio: il 32…

In Calabria il 32,1% d...

Lunedì 14 gennaio, si terrà il primo incontro del Corso di Formazione all’impegno socio–politico e alla cura del Creato “Laudato si'”

Lunedì 14 gennaio, si terrà il…

Lunedì 14 gennaio, all...

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia il ritorno del portiere Fabio Dagostino

L'ASD Bovalinese 1911 annuncia…

Fabio Dagostino, è nuo...

Coldiretti: pesante crisi dell’agrumicoltura. Aceto scrive alla Regione e sollecita urgenti interventi

Coldiretti: pesante crisi dell…

Aceto: «interventi com...

Prev Next

Locri, il Sociale prima di tutto. Oltre 10 milioni di Euro investiti nel Sociale per i comuni del Distretto Socio Sanitario Locride Sud

  •   Redazione
Locri, il Sociale prima di tutto. Oltre 10 milioni di Euro investiti nel Sociale per i comuni del Distretto Socio Sanitario Locride Sud

Si consolida il ruolo del Distretto Socio Sanitario Locride Sud che grazie agli importanti finanziamenti ottenuti in seguito ad una corretta e precisa programmazione, è sempre più vicino alle esigenze sociali del territorio della Locride a sud della Città di Locri.

Si è tenuta lunedì pomeriggio, presso il Comune di Locri - che da qualche anno è Comune Capofila - l'Assemblea dei Sindaci del Distretto sotto la guida del Sindaco di Locri, dott. Giovanni Calabrese, nella qualità di Presidente dello stesso, e del Sindaco di Bovalino, avv. Vincenzo Maesano, nella qualità di vicepresidente.

La partecipata riunione è stata l'occasione per fare il punto sullo stato di attuazione dei suddetti cospicui finanziamenti.

Grande soddisfazione è stata espressa dall'Assemblea per il progetto PON SIA REI coordinato dalla dott.ssa Antonietta Dominello, che ha esposto all’assemblea tutte le attività svolte nello specifico fino alla data odierna.

Ad oggi il progetto ha visto la contrattualizzazione di ventiquattro professionisti tra assistenti sociali, psicologi ed educatori che coprono tutto il territorio del Distretto a Sud di Locri per un totale di 23 comuni, con la possibilità di tutti nell’avere un assistente sociale con accesso settimanale. Quelli più popolosi hanno potuto usufruire del servizio sociale stabile per 5 giorni a settimana. I Sindaci si sono detti soddisfatti del servizio avviato e hanno dimostrato gratitudine anche inviando alcune lettere di referenze per molti dei professionisti inseriti nel progetto. E’ stata data la possibilità a tutti i 23 comuni di avere un assistente sociale con accesso settimanale. Quelli più popolosi hanno potuto usufruire del servizio sociale stabile per 5 giorni a settimana. I sindaci si sono detti soddisfatti del servizio avviato e hanno dimostrato gratitudine anche inviando alcune lettere di referenze per molti dei professionisti inseriti nel progetto. E’ importante dire che il territorio è stato suddiviso in tre aree d’intervento ciascuna delle quali con la disponibilità di un’equipe multidisciplinare.

Il progetto oltre alla presa in carico delle famiglie beneficiarie della misura di contrasto alla povertà SIA, investe sul benessere del nucleo familiare stesso sostenendolo attraverso degli interventi specifici di presa in carico, formazione, lavoro, supporto psico–educativo. Il progetto è coordinato insieme al Centro per l’Impiego, grazie una precedente convenzione sottoscritta tra le parti, e alla disponibilità offerta dal dott. Giuseppe Gullace, a partecipare ai lavori del tavolo tecnico, al fine di poter meglio orientare il cittadino nel percorso di formazione o inserimento lavorativo. 

Il progetto infatti prevede delle azioni secondarie quali il rimborso per corsi di formazione e/o recupero scolastico, e il coinvolgimento delle imprese del territorio unitamente al Terzo Settore per l’inserimento lavorativo dei beneficiari. A breve l’ambito pubblicherà un Avviso per la creazione di un registro dove saranno inserite le imprese del territorio che andranno ad assorbire i beneficiari del SIA attraverso un percorso di formazione al lavoro durante il quale sarà corrisposto agli utenti un riconoscimento di euro 400 mensili per un periodo massimo di 12 mesi.

A tal fine sono state concordati tre incontri nel territorio con i rappresentanti delle imprese locali, i soggetti del Terzo Settore e il Centro per l’Impiego, per discutere ed illustrare direttamente agli interessati il progetto. Il primo di questi tavoli, si terrà presso il Centro per l’Impiego di Locri, aderendo all’invito avanzato dallo stesso.

Plauso per l’importante lavoro svolto in merito al PON SIA REI è giunto direttamente dalla dirigente regionale dott.ssa Rosalba Barone – che è stata a Locri nei giorni scorsi -, che ne ha evidenziati i meriti e l’impegno profuso, riconoscendo il Distretto di Locri insieme a quello di Rende come primi in Calabria per operatività e funzionalità.

Altri riconoscimenti sono giunti dalla Regione Calabria in occasione dell’ultimo incontro tenutosi presso la Cittadella regionale nella giornata di venerdì con la presenza di tutti i distretti calabresi. Infatti il Distretto di Locri si è distinto anche per aver istituito il Piano di Zona con apposito Regolamento approvato ed inoltrato alla Regione, nonché l’unico Ambito che ha redatto il Regolamento dell’Assemblea dei Sindaci.

Quindi, professionalità e competenza vengono riconosciute agli organi preposti al monitoraggio e all’avanzamento dei progetti. A puro titolo semplificativo, stanno per avviarsi progetti inerenti il PAC Infanzia (realizzazione di nidi, micro nidi e spazi ludici nei comuni di Bovalino, Careri, Gerace, Locri, Sant’Ilario dello Jonio e Casignana); il PAC Anziani (già in fase di attuazione), è stato interamente recuperati e riprogettati dal nuovo comune Capofila, ottenendone l’approvazione; l’Home Care Premium dell’INPS, in fase di svolgimento e la cui conclusione è stata differita al 30 giugno 2019; ed altri progetti importanti che saranno resi nota al momento della pubblicazione dei bandi.

E’ notizia di questi giorni che l’Ambito è stato autorizzato ad implementare ad avviare le attività dell’iniziativa “Vita indipendente 2017”, dell’importo di 100.000,00 Euro, che prevede il servizio trasporto verso luoghi di cura per le persone in condizione di disabilità attraverso il pagamento di una piccola quota di compartecipazione a carico dell’utente, e l’acquisto di un’autovettura da destinare al progetto stesso. Si intravedono, così, i primi risultati del team di coordinamento dell’Ufficio di Piano che dovrebbe vedere realizzati, nei prossimi mesi, tutti i progetti in essere, sia quelli in fase di completamento che di attuazione. Per il raggiungimento di detto obiettivo, si è resa necessaria un’analisi del territorio che evidenziasse i bisogni e le risorse territoriali e che prevede un aggiornamento annuale in fase di attuazione, attraverso la somministrazione a ciascun comune di un questionario.

Nel frattempo tutte le parti coinvolte continuano ad operare con lo stesso impegno profuso che ha consentito di ottenere negli ultimi due anni - con piena soddisfazione da parte del Sindaco Calabrese per quanto fatto fino ad ora - potesse recuperare somme superiori ai 10 milioni di Euro, aiutando e sostenendo decine e decine di famiglie, di malati, di svantaggiati, che guardano adesso all’Ambito distrettuale con rinnovata fiducia e speranza per il futuro.

 


Tags

Locride,