Menu
Corriere Locride
“Paesaggio e Mito” un itinerario naturalistico virtuale per scoprire e riscoprire i tesori di Scilla

“Paesaggio e Mito” un itinerar…

«Il 19 giugno l’innova...

Windsurf, il reggino Francesco Scagliola primo nel campionato mondiale under 21

Windsurf, il reggino Francesco…

Ennesima soddisfazione...

Anas: per lavori, limitazioni al transito veicolare lungo ‘A2 Autostrada del Mediterraneo’ tra le province di Salerno, Vibo Valentia e Reggio Calabria

Anas: per lavori, limitazioni …

In orario notturno, fi...

Biodiversità. Sabato 15 giugno l’appuntamento organizzato da Federparchi: "alla ricerca di specie aliene nel Parco Nazionale dell’Aspromonte"

Biodiversità. Sabato 15 giugno…

Bioblitz nei Parchi: i...

Poste Italiane rifà il look alle cassette postali in 20 comuni della provincia di Reggio Calabria

Poste Italiane rifà il look al…

Il progetto “Decoro Ur...

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15 si terrà il 2° Congresso Regionale AICPR (Associazione Italiana di Cardiologia Clinica, Preventiva e Riabilitativa)

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15…

L’unità Operativa di R...

Olio, Coldiretti: crollo del 69% della produzione e import dai paesi africani- Aumentare i controlli

Olio, Coldiretti: crollo del 6…

Una prima fotografia d...

Lamezia Terme. La Band “Regione Trucco” di Ivrea vince il “Calabria Fest – tutta italiana”

Lamezia Terme. La Band “Region…

Delirio finale per Cle...

Domenica alle 17,30, all'auditorium di Gioiosa Ionica, si presenta il libro “La collina incantata”, di Filomena Drago

Domenica alle 17,30, all'audit…

Liberate la fantasia; ...

Prev Next

La Coldiretti chiede di modificare il bando per la mensa al Consiglio regionale con i prodotti a km zero

  •   Redazione
La Coldiretti chiede di modificare il bando per la mensa al Consiglio regionale con i prodotti a km zero

Molinaro: «non sprechiamo una eccellente occasione anche di marketing territoriale».

A Coldiretti Calabria proprio non va, lo giudica un passo indietro rispetto e alle scelte già fatte dalla Regione e ne chiede la revisione. L’oggetto del contendere è l’avviso esplorativo del Consiglio Regionale della Calabria che prevede “l’indagine di mercato per manifestazione d’interesse a partecipare alla procedura negoziata per l’affidamento in concessione della gestione del servizio di mensa aziendale, bar e buvette, nonché di somministrazione di bevande calde e fredde, pasticceria confezionata e prodotti freschi mediante max n. 22 (ventidue) distributori automatici presso la propria sede a Reggio Calabria.    Iltermine per presentare la manifestazione di interesse è fissato al 5 ottobre 2018. Dalla lettura degli allegati all’AVVISO, -  scrive Coldiretti al Presidente Irto -  rileviamo l’assenza dei veri prodotti di filiera corta ed a Km zero. Una scelta e/o orientamento peraltro in distonia con ladocumentazione tecnica di gara per la concessione “servizio bar, ristorazione veloce e ristorante della Cittadella Regionale”, inaugurato  il 18 aprile u.s.. Quello alla Cittadella  - argomenta Coldiretti - è un servizio pensato ed organizzato, utilizzando il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa a tutela del cittadino-consumatore. Riteniamo  - aggiunge - che sia un esempio virtuoso di scelta politica e visione strategica della Regione, che Coldiretti aveva chiesto, dove non è stato utilizzato il criterio del minor prezzo o massimo ribasso.  Una “buona pratica” che guarda certamente ai costi che però sono contemperati dalla qualità che vorremmo applicata in tutte le mense pubbliche della Calabria e in modo particolare in quella della “Sede del Consiglio Regionale”. Appare strano  - continua - che il Consiglio Regionale che ha approvato la L.R. n. 29/2008) di iniziativa popolare, promossa da Coldiretti,  “Norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli a chilometri zero” la cui normativa prevede specifici compiti anche per i gestori di mense pubbliche, di fatto la disconosca e quindi non la applichi. Chiediamo  - prosegue - che la “Manifestazione d’interesse” si caratterizzi con la richiesta di un’offerta enogastronomica con il miglior cibo Made in Calabria: DOP-IGP, Tipico e Tradizionale, Biologico, Ogm Free e Glifosate Zero. E’ superfluo sottolineare il grande valore economico e sociale per le nostre produzioni in una fase decisiva di affermazione del “Made in Calabria” nel mondo. Peraltro, vista la sede,  è una eccellente occasioni di Marketing territoriale poichè rappresenta una vetrina di produzioni enogastronomiche che sulla qualità, distintività ed eticità hanno il loro punto di forza. Alla luce di queste considerazioni, la Coldiretti chiede la revisione dell’avviso.

11.09.2018                                                                          Ufficio Stampa Coldiretti Calabria