Menu
Corriere Locride
Parco Aspromonte, l’appello del Presidente Bombino ai candidati

Parco Aspromonte, l’appello de…

“E’ necessario che i f...

Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Prev Next

La Calabria un passo indietro sull’assistenza alle Persone con Diabete

  •   Redazione
La Calabria un passo indietro sull’assistenza alle Persone con Diabete
Le Associazioni dei pazienti costrette a ricorrere al TAR per tutelare i diritti delle persone con diabete in Calabria.
La FE.DI.CAL e la CO.DI.CAL., che raggruppano numerose Associazioni fra persone con diabete presenti su tutto il territorio regionale, operano in seno alla Commissione Regionale di Diabetologia dal 2014, per tutelare gli interessi delle persone con diabete in Calabria, in ogni circostanza e per vigilare affinché venga loro garantita l'uniformità di accesso alle cure. Per anni la le Associazioni dei pazienti hanno lavorato in Commissione, insieme a tutto il gruppo tecnico, composto dalle società scientifiche SID, AMD, SIEDP, OSDI, SIMG e dai rappresentati del Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie, alla stesura di un documento per recepire l'innovazione tecnologica, definire un processo operativo per l'applicazione degli standard relativi all'uso dei tali presidi, uniformare l'utilizzo dei presidi stabilendo dei nuovi tetti prescrittivi, tenendo conto dei principi di appropriatezza e sostenibilità. Il 09 Novembre 2017 viene pubblicato sul BUR Calabria il DCA 146/2017 de Commissario ad acta del 7.11.2017, che ha disatteso in alcune parti essenziali, il lavoro svolto per anni dalla Commissione tecnica Diabetologica e si presenta illegittimo per la salute dei cittadini affetti da diabete di tipo 1 poiché, per gli effetti di tale atto, i giovani diabetici calabresi che praticano l'insulina in modalità multi-iniettiva saranno gli unici in Italia a non poter godere gratuitamente del monitoraggio in continuo della glicemia come previsto nei nuovi LEA.
Tutto ciò è inammissibile e illegittimo, il DCA n.146 pregiudica gli interessi delle persone con diabete e della collettività della nostra Regione. Da subito sono state avanzate da parte delle Associazioni delle persone con diabete e di tutti i componenti della Commissione tecnica Diabetologica le dovute osservazioni, segnalando le tante incongruenze e deficienze dell'atto chiedendone la sua correzione o integrazione. Tutto ciò invano! Pur ricevendo assicurazioni sulla integrazione e/o correzione sia dal Commissario ing. Scura che dal Dipartimento nella persona del dr. Zito, nulla è stato fatto.