Menu
Corriere Locride
Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Nota stampa Uil sulla "vicenda" Sorical

Nota stampa Uil sulla "vi…

Il clima venutosi a cr...

San Valentino, negli uffici postali di Reggio Calabria, Locri e Palmi le cartoline per gli innamorati

San Valentino, negli uffici po…

REGGIO CALABRIA, 5 feb...

Prev Next

Il premio “Perla del Tirreno” al palmese Oreste Kessel Pace

  •   Sigfrido Parrello
Il premio “Perla del Tirreno” al palmese Oreste Kessel Pace

di Sigfrido Parrello - PALMI CALABRO (RC) - Una serata all’insegna della musica, del teatro, della danza, persino della lirica e del cabaret, fino a notte fonda, per fare da cornice alla cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento “Perla del Tirreno”.

Voluta dall’Amministrazione Comunale e dalla Pro Loco di San Lucido di Cosenza la splendida targa viene, ogni anno, conferita ad eccellenze calabresi dotate di un importante biografia decennale spintasi tra le frontiere dell’economia, della cultura fino a quelle della ricerca atta a contribuire ed accrescere le materie di appartenenza.

Quest’anno, tra i premiati, anche Oreste Kessel Pace, studioso e scrittore di Palmi che da oltre 20 anni si prodiga nella scrittura, nella ricerca in seno alla letteratura calabrese, alle civiltà antiche e soprattutto alla Tecnica Narrativa.

Con la seguente motivazione “Appassionato ricercatore delle civiltà antiche del Mediterraneo, documentarista, fotografo, divulgatore nelle scuole e scrittore. Le sue trame, sia sotto l’aspetto della poetica che della tecnica e, più in generale, per l’amabile espressività, sono floridi di significati, valori emotivi, sentimentali e ideologici. Per avere riservato alla Città di San Lucido le bellissime parole che descrivono con l’acutezza dell’ospite attento osservatore dagli occhi incantati”.

Con decine di romanzi, sillogi e saggi pubblicati e venduti anche all’estero, reportage in riviste internazionali, centinaia di racconti, studioso di civiltà antiche e tecnica narrativa, Kessel ha guadagnato consensi positivi da emeriti letterati e studiosi del calibro di Maffia, Piromalli, Albanese, Tesio, Nisticò, Raso, Melis, Ascagni, Siclari, etc. E’ membro collaboratore di Comitati Scientifici Internazionali, Movimenti Culturali e riconosciuto dall’albo degli scrittori nazionali dall’Accademia Ippolito Nievo di Roma. A Palmi organizza, periodicamente, i “Simposi Internazionali sulle Civiltà Antiche”. Ha già ricevuto ben TRE premi alla carriera ed all’impegno culturale. Ed è considerato, a ragione, un orgoglio per la città di Palmi.