Menu
Corriere Locride
Blitz anti 'ndrangheta dei Carabinieri in Valle d'Aosta, in Emilia Romagna e nella provincia di Reggio Calabria

Blitz anti 'ndrangheta dei Car…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Nuova S.S.106: senza le infrastrutture la Calabria muore

Nuova S.S.106: senza le infras…

di Fabio Pugliese - (P...

Dalla Varia di Palmi un messaggio di speranza e di amore per la vita nella Giornata della Solidarietà in programma il 23 agosto

Dalla Varia di Palmi un messag…

Un gruppo di quaranta ...

I Deep Radics sbarcano al Sunset bar di Scilla

I Deep Radics sbarcano al Suns…

Tornano le note al tra...

Locri. Nota stampa del circolo di Fratelli d'Italia sulla situazione dell'Ospedale

Locri. Nota stampa del circolo…

Come circolo di Fratel...

Il Sindaco di Roccella Jonica ricorda l'ex parlamentare Domenico Bova

Il Sindaco di Roccella Jonica …

In ricordo dell’on. Do...

Prev Next

Il movimento "Il Sud che Sogna" condivide la preoccupazione dei lavoratori portuali di Gioia Tauro

  •   Redazione
Il movimento "Il Sud che Sogna" condivide la preoccupazione dei lavoratori portuali di Gioia Tauro

Il movimento "Il Sud che Sogna" condivide la preoccupazione dei lavoratori portuali di Gioia Tauro rispetto alle risultanze del tavolo ministeriale odierno alla cui fine il Ministro Toninelli ha annunciato un'ulteriore attesa di 60/90 giorni per la definizione della revoca della concessione pubblica a MCT che, tra l'altro, non ha partecipato ai lavori. 
In questi giorni una delegazione del nostro movimento è sempre stata presente ai sit in di protesta e oggi anche il nostro portavoce Michele Conia è stato presente alla protesta, in qualità di sindaco di Cinquefrondi esprimendo ancora una volta la propria vicinanza ai portuali. 
La preoccupazione è legittima, sia per l'ennesimo rinvio di decisioni che possano dare una prospettiva certa ai lavoratori, sia perché da troppo tempo il destino dei lavoratori e delle proprie famiglie (e di un intero territorio) è in balia di  istituzioni pubbliche e private che, nonostante la crescita del settore marittimo, sembrano volere il definitivo naufragio dello scalo calabrese, forse colpevole di avere teoricamente tutte le carte in regola per competere o per stare in rete coi principali porti mediterranei e mondiali e ciò è chiaramente visto come un problema politico per molti interessi nazionali ed internazionali verso altre realtà. 
Ad ogni modo "Il Sud che sogna" ritiene che qualunque accordo debba prevedere obbligatoriamente e per iscritto l'impegno per il mantenimento della continuità lavorativa di TUTTI i lavoratori di Gioia Tauro, lavoratori che hanno da sempre dimostrato di essere in grado di gestire in modo ottimale qualsiasi tipo di flusso e di tipologia di lavorazione portuale. 
Non si può dire la stessa cosa per la gestione politica della vicenda specie da parte del Governo che ancora oggi non ha provveduto a nominare il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale di Gioia Tauro, come da tempo denunciamo, ulteriore elemento di incertezza, (senza dimenticare la pantomima dell'accorpamento con Messina e il successivo smembramento con lo scippo non solo di Messina, ma anche di Reggio e di Villa S.G.) che sta lasciando senza una vera e legittimata guida politico-amministrativa lo scalo portuale della Piana. Troppe coincidenze per non pensare ad un delitto (im)perfetto.