Menu
Corriere Locride
La nuova vincita al Superenalotto chiamata “vitalizio dei consiglieri regionali calabresi”

La nuova vincita al Superenalo…

«L’ex capo della Proci...

Libri. 1° posto ex equo a Milano per “La  mia vita oltre il cancro”, opera della scrittrice calabrese Patrizia Pipino

Libri. 1° posto ex equo a Mila…

“La mia vita oltre il ...

Processo “Terramara Closed”: La Cassazione ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico Domenico Scoleri e Rosario Scoleri accusati di far parte della cosca Zagari-Fazzalari

Processo “Terramara Closed”: L…

La prima sezione della...

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musicale, per il Sindaco Conia: «è una Giornata storica per il comune»

Cinquefrondi. Nuovo Liceo Musi…

Oggi presso l'attuale ...

Locri. Domenica 6 Ottobre si è concluso il raduno pre-campionato dei fischietti locresi

Locri. Domenica 6 Ottobre si è…

Domenica 6 Ottobre 201...

Tansi: “Cambieremo insieme la Calabria”

Tansi: “Cambieremo insieme la …

A Natile durante la pr...

Movìmundi a Benestare (RC) per i “Catoja in festa”: «Otto giorni di sensibilizzazione sull’ambiente»

Movìmundi a Benestare (RC) per…

«Sempre più numerosi g...

Processo Saggio Compagno: Concessi i domiciliari al cinquefrondese Raffaele Petullà

Processo Saggio Compagno: Conc…

«Assolto dall’accusa d...

Nuova 106: ma cosa serve ancora per l’avvio dei lavori?

Nuova 106: ma cosa serve ancor…

«1,3 miliardi di euro ...

Roccella Jonica. Circolo del Partito Democratico: «resoconto degli incontri con la Cittadinanza di Sabato 28 Settembre e Domenica 6 Ottobre»

Roccella Jonica. Circolo del P…

Su indirizzo del segre...

Prev Next

Il Frecciargento da Sibari: «speriamo che duri e che non sia il solo»

  •   Redazione
Il Frecciargento da Sibari: «speriamo che duri e che non sia il solo»

di Fabio Pugliese - (Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”)

Il Frecciargento Sibari – Roma – Bolzano presto sarà una realtà grazie alla Regione Calabria che ha stanziato  1,4 milioni euro per il servizio ad alta velocità. Questo significa, ovviamente, che sarà pagato solo da tutti i cittadini calabresi e non da tutti i cittadini italiani: c’è una bella differenza...

Credo sia una cosa giusta, infondo, restituire un po’ di dignità alla fascia jonica calabrese e c’è da sperare che questo sia il primo di una lunga serie di servizi che da oggi arriveranno sulla fascia jonica che resta sempre comunque isolata dal resto d’Italia. Tuttavia, ritengo necessario evidenziare il senso di responsabilità del Presidente e della Giunta Regionale che è stata pari solo all’incapacità, ormai davvero conclamata, di 4 parlamentari eletti nel territorio sibarita (Abate, Sapia, Forciniti e Scutellà), di non riuscire ad ottenere dal Ministro Toninelli neanche un misero milione e 400 mila euro. Pazienza: pagherà la Regione Calabria

Speriamo, almeno, che questi “onorevoli” del M5S siano quanto meno capaci di far capire al Ministro Toninelli che ora serve un treno da Crotone (sempre più abbandonata), a Sibari per consentire anche ai cittadini crotonesi di poter utilizzare questo servizio: altrimenti saranno guai se si considera che questo treno sarà effettuato un via sperimentale per 1 anno e, come se non bastasse, Trenitalia ha manifestato la disponibilità pur riservandosi però la possibilità di esercitare il diritto di recesso al termine del quarto mese...

La speranza resta quella che molti cittadini possano decidere di non utilizzare auto e/o autobus ma scelgano questo treno così come occorre auspicare che questi “onorevoli” del M5S abbiamo almeno un minimo di capacità d’intervento sul Ministro per determinare una politica dei prezzi di Trenitalia che per questo servizio non sia esosa a tal punto da spingere i cittadini a fare a meno del Frecciargento.

Se ciò accadrà sarà un bene: significherebbe meno traffico sulla S.S.106!

È importante: vuol dire meno incidenti, feriti e vittime.

Un ragionamento questo che non hanno mai capito quei deputati calabresi del M5S eletti alla Camera della Repubblica Italiana che hanno votato contro l’accelerazione del Megalotto 3; che ignorano che il Progetto Esecutivo è stato già consegnato a maggio scorso; che non sono capaci di chiedere al Ministro di determinare un crono programma per l’avvio dei lavori e, soprattutto, che non hanno fatto nulla – ma veramente nulla – per la “strada della morte” in Calabria. Aggiungo: fino a prova (documentata!), contraria!

Per questa ragione ritorno a chiedere, oltre ad un crono programma che faccia capire quanto partiranno i lavori del Megalotto 3, qual è stato l’impegno dei parlamentari calabresi del M5S per determinare che i 772,5 milioni di euro già finanziati dal precedente Governo siano investiti per realizzare un tronco di Nuova S.S.106 a Sud di Sibari e non per fare piccole inutili e dannose riparazioni tra Sibari e Crotone considerato che proprio sotto il loro Governo è stato già aggiudicata la progettazione dei lavori. Aggiungo: fino a prova (documentata!), contraria!

Torno a chiedere quanti soldi hanno intenzione di investire sulla Variante al Megalotto 6 che collegherà Catanzaro a Crotone e, soprattutto, quando lo faranno dal momento che ad oggi non c’è neanche un centesimo di euro e la prossima Finanziaria (la seconda), è alle porte. Infine, torno a chiedere quanti soldi investiranno e quali progetti intendono  realizzare sulla S.S.106 tra Catanzaro Lido e Reggio Calabria perché al momento non c’è un centesimo di euro. Aggiungo: fino a prova (documentata!), contraria!

Tutto ciò al fine di chiarire e di ricordare che sotto i tanto vituperati Governi di centro destra e di centro sinistra non era mai accaduto che neanche un euro venisse destinato per la S.S.106 anche per piccole riparazioni!

Per tutte queste ragioni comunico che l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” aderirà alla raccolta di firme lanciata dal Pd di Corigliano Rossano su un documento che impegna il Ministro alle Infrastrutture ad accelerare i tempi di realizzazione del Megalotto 3 della S.S.106 con la viva speranza che su questa iniziativa possano convergere tutte, nessuna esclusa, le forze politiche e sociali che sono a favore della realizzazione di questa Opera fondamentale per il territorio e la Calabria tutta.

3 Luglio 2019