Menu
Corriere Locride
Reggio. Il pittore reggino Alessandro Allegra sarà uno degli artisti che rappresenterà l’Italia all’evento "Fabriano in acquerello”

Reggio. Il pittore reggino Ale…

Il pittore reggino Ale...

Locri. 1° maggio: "Festival della creatività", prima estemporanea di pittura per bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni

Locri. 1° maggio: "Festiv…

L’Amministrazione comu...

Locri. L'Ambito Territoriale ha presentato il progetto HCP 2019

Locri. L'Ambito Territoriale h…

L'Ambito Territoriale ...

San Roberto (RC): le congratulazioni del Sindaco Vizzari a Francesca Porpiglia, neo Assessore di Villa San Giovanni

San Roberto (RC): le congratul…

Il Sindaco di San Robe...

Associazione Nazionale Decorati di Medaglia d’Oro Mauriziana “Nastro Verde”: «rinnovate le cariche sezionali»

Associazione Nazionale Decorat…

Il 04 aprile 2019 a Re...

Bovalino. Nota stampa di Francesco Gangemi e Rosalba Scarfò del gruppo Consiliare “Impegno e Partecipazione”

Bovalino. Nota stampa di Franc…

«Non è questo il nostr...

É partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”: «sviluppo economico del territorio attraverso l’inclusione»

É partito dal Comune di Badola…

E’ partito dal Comune ...

ADA Calabria: dalla "rete" alle nuove forme di ospitalità

ADA Calabria: dalla "rete…

Nella splendida locati...

Nomina del Direttore Sanitario dell’Asp di Reggio Calabria: «La Fsi-Usae chiede il rispetto delle leggi»

Nomina del Direttore Sanitario…

ALLA COMMISSIONE STRAO...

Antonimina (RC). Festa delle Rose 2019 (domenica 12 maggio)

Antonimina (RC). Festa delle R…

Alla Casa delle Erbe d...

Prev Next

I Calanchi di Palizzi incantano la Calabria!

  •   Carmine Verduci
I Calanchi di Palizzi incantano la Calabria!

Successo alla prima uscita del progetto Kalabria Experience che ha inaugurato l'anno con una escursione alla scoperta dei Calanchi di Palizzi (Sito di Interesse Comunitario).

I partecipanti per lo più provenienti dalle province di Reggio Calabria e Catanzaro domenica scorsa si sono dati appuntamento sulla SS106 per intraprendere un cammino fatto di storia, geologia e meraviglie. 

Con 17° di temperatura ed il biancore di queste marne bianche che caratterizzano il territorio di Spropoli di Palizzi, la giornata si è aperta con particolari suggestioni che hanno visto ed esplorato per la prima volta questo luogo dalla natura particolare e dalla luce lunare. La narrazione di colui che è anima del progetto, Sebastiano Stranges, è riuscito a calare nell'atmosfera i presenti che si sono lasciati trasportare dalla bellezza di queste collinette bianco latte.

Il sito come ha raccontato Stranges durante la visita si è formato circa 3 milioni di anni fa tra le profondità del mare che in questo territorio ha poi lasciato tracce indelebili e che oggi affascinano chiunque si trovi a passare sulla grande arteria stradale ionica. Tantissima flora, tra cui esemplari di Ginepro fenicio, una rarità che contraddistingue questo luogo fra i più singolari del Sud Italia. Alcune varietà di Bonsai che non sono altro che alberi nanizzati per via delle condizioni del terreno e della sua composizione organica, differenti dai Bonsai che sono piante artificialmente create dall'uomo a scopo ornamentale.

Altre specie di piante tipiche come il Rosmarino selvatico in piena fioritura in questo periodo, il Timo Capitato che fino agli anni '50 veniva usato per estrare il Timolo che serviva per combattere la Varroa delle api (un acaro parassita che attacca le api) e testimonianze archeologiche fra cui un forno per essiccazione di uve, fichi e pere, questo fino ai primi del novecento rappresentava un importante elemento per la commercializzazione e lavorazione di questi frutti oggi pratiche del tutto perdute.

Durante la seconda parte della giornata l'esplorazione si è spostata ai piedi di Torre Mozza che sorge a pochissima distanza dall'abitato di Palizzi Marina e che offre scenari davvero inverosimili. Dai paesaggi lunari ai paesaggi Californiani, è questa la sensazione descritta dai partecipanti, che si ha camminando in questa zona, un paesaggio che contrasta molto con l'azzurro del mare che fa da sfondo a questo paesaggio davvero incredibile.

La giornata si è conclusa presso l'Azienda Oinos Vineria Artigianale Palizzi di Nunzio Caserta, un giovane produttore di vini che ha investito in questo territorio e che dedica la sua attività alla produzione di vini pregiatissimi che i partecipanti hanno potuto degustare accompagnati da un pranzo a base di pesce che ha coronato il successo di questa giornata che entrerà negli annali della storia.

Tantissimi gli scatti fotografici che stanno circolando in questi giorni sul web e che offrono uno spaccato di territorio che potenzialmente potrà creare un interesse turistico davvero importante legato all'enogastronomia di cui Palizzi può vantarsi.

E' proprio questo l'intento del progetto, creare basi su cui improntare nuove strategie di marketing territoriale semplicemente facendole conoscere ai calabresi che spesso disconoscono realtà e luoghi dalla natura particolare e unica che possono creare i presupposti per nuove destinazioni turistiche specialmente per gli amanti del turismo lento ed esperienziale.