Menu
Corriere Locride
Windsurf - Tra Mondiali...e maturità: il reggino Scagliola continua a stupire

Windsurf - Tra Mondiali...e ma…

Prosegue nel migliore ...

Giovanni Nucera, Capogruppo “La Sinistra”, a sostegno della manifestazione unitaria Cgil, Cisl e Uil

Giovanni Nucera, Capogruppo “L…

Il capogruppo "La Sini...

Incontro all’Asp di Reggio Calabria tra i sindaci e il prefetto Meloni

Incontro all’Asp di Reggio Cal…

«Sono molte le critici...

Anas: personale e mezzi Anas impegnati nella pulizia delle gallerie e nella manutenzione del verde in provincia di Reggio Calabria

Anas: personale e mezzi Anas i…

- Pulitura delle galle...

Siderno. Il progetto "Camminando insieme verso il futuro" vince un premio di 10.000 euro

Siderno. Il progetto "Cam…

«Camminando insieme ve...

Il 21 giugno si terrà la seconda edizione della “Festa della Musica di Palmi” nell’incantevole scenario del Monte Sant’Elia

Il 21 giugno si terrà la secon…

“Orizzonti Epici - Suo...

Delianuova. Un murale per l’ufficio postale: l’opera è parte della seconda fase del progetto “PAINT - Poste e Artisti Insieme Nel Territorio”

Delianuova. Un murale per l’uf…

Inaugurata la seconda ...

“Paesaggio e Mito” un itinerario naturalistico virtuale per scoprire e riscoprire i tesori di Scilla

“Paesaggio e Mito” un itinerar…

«Il 19 giugno l’innova...

Windsurf, il reggino Francesco Scagliola primo nel campionato mondiale under 21

Windsurf, il reggino Francesco…

Ennesima soddisfazione...

Prev Next

Flat tax e Costituzione

  •   Franco Borrello
Flat tax e Costituzione

di Francesco  Borrello - Si è fatto in questi ultimi tempi un gran parlare di flat tax come toccasana di molti mali, evasione fiscale in primis. Lasciando agli economisti le discussioni sui suoi vantaggi, svantaggi e pratiche applicazioni, proviamo a chiederci se i criteri che la informano sono in armonia con i principi espressi dalla nostra Costituzione.

La definizione più ricorrente di flat tax  è quella sintetica che segue: “La flat tax è un sistema fiscale caratterizzato da un’aliquota fissa non progressiva”.

Di contro, la nostra Costituzione prevede che la porzione di reddito da versare in tasse aumenti percentualmente all’aumentare di questo, infatti il suo art 53, al suo secondo comma, recita: “Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.”.

Quindi balza subito all’occhio che, nella sua applicazione più rigida che si ispira a criteri di semplice proporzionalità, la flat tax si pone in irrimediabile contrasto con detto articolo.

Basta a sanare questo contrasto la strumentale introduzione di una seconda aliquota e di uno scarno sistema di deduzioni e detrazioni assieme all’individuazione di una tipologia o livello di reddito non soggetto a tassazione (no tax area)? Un’interpretazione letterale dell’art. 53 Cost. ci farebbe rispondere di sì. Ma la Costituzione non può essere interpretata letteralmente. Per interpretare correttamente non pochi dei suoi articoli  bisogna fare riferimento ai principi cardine espressi negli articoli 2, 3 e 4. e la lettura combinata dell’art. 53 e dell’art 2 (diritti inviolabili e doveri di solidarietà) rende difficilmente armonizzabile la flat tax con i principi della nostra Costituzione. Anche l’art. 3 (principio d’eguaglianza) che, se superficialmente interpretato, parrebbe giustificare siffatto sistema fiscale in effetti, alla luce del suo II comma (È compito delle Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana …)  finisce per bocciarlo.

È anche vero che aliquote eccessivamente elevate spingono all’evasione fiscale perché cozzano contro il sentire comune anche se applicate a compensi spropositati e moralmente non concepibili come quelli percepiti dagli artisti del pallone e dello spettacolo ma … ci sarà pure la giusta via di mezzo.