Menu
Corriere Locride
“Paesaggio e Mito” un itinerario naturalistico virtuale per scoprire e riscoprire i tesori di Scilla

“Paesaggio e Mito” un itinerar…

«Il 19 giugno l’innova...

Windsurf, il reggino Francesco Scagliola primo nel campionato mondiale under 21

Windsurf, il reggino Francesco…

Ennesima soddisfazione...

Anas: per lavori, limitazioni al transito veicolare lungo ‘A2 Autostrada del Mediterraneo’ tra le province di Salerno, Vibo Valentia e Reggio Calabria

Anas: per lavori, limitazioni …

In orario notturno, fi...

Biodiversità. Sabato 15 giugno l’appuntamento organizzato da Federparchi: "alla ricerca di specie aliene nel Parco Nazionale dell’Aspromonte"

Biodiversità. Sabato 15 giugno…

Bioblitz nei Parchi: i...

Poste Italiane rifà il look alle cassette postali in 20 comuni della provincia di Reggio Calabria

Poste Italiane rifà il look al…

Il progetto “Decoro Ur...

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15 si terrà il 2° Congresso Regionale AICPR (Associazione Italiana di Cardiologia Clinica, Preventiva e Riabilitativa)

Reggio. Venerdì 14 e sabato 15…

L’unità Operativa di R...

Olio, Coldiretti: crollo del 69% della produzione e import dai paesi africani- Aumentare i controlli

Olio, Coldiretti: crollo del 6…

Una prima fotografia d...

Lamezia Terme. La Band “Regione Trucco” di Ivrea vince il “Calabria Fest – tutta italiana”

Lamezia Terme. La Band “Region…

Delirio finale per Cle...

Domenica alle 17,30, all'auditorium di Gioiosa Ionica, si presenta il libro “La collina incantata”, di Filomena Drago

Domenica alle 17,30, all'audit…

Liberate la fantasia; ...

Prev Next

Emergenza Cinghiali. Coldiretti: «gli Enti Parco non sono esenti da responsabilità»

  •   Redazione
Emergenza Cinghiali. Coldiretti: «gli Enti Parco non sono esenti da responsabilità»

Molinaro: «la Regione non resti immobile ma proceda con Piani di Controllo e misure straordinarie»

Ormai è un dato inconfutabile: il proliferare incontrollato della popolazione di cinghiali sta provocando danni rilevanti al sistema agricolo regionale. Tale situazione si trascina da anni a spese degli agricoltori e della sicurezza dei cittadini, con branchi di cinghiali che si spingono fin dentro le aree urbane alla ricerca di cibo tra rifiuti e scarti alimentari mettendo in pericolo, come ormai  ampiamente dimostrato, anche la sicurezza dei cittadini. Coldiretti su tale problematica chiama direttamente in causa anche gli Enti Parco che hanno responsabilità nello svolgimento dei compiti istituzionali per difendere un patrimonio collettivo e ristabilire un equilibrio naturale essenziale per il mantenimento della biodiversità.  La Calabria  - ricorda Coldiretti -  ha  tre Parchi Nazionali ed uno Regionale che si estendono su una superficie complessiva di circa 250.000 ettari e impattano fortemente sulla gestione della fauna selvatica.   Tale evidente ruolo – continua -  fa si che se i Parchi non attuano il monitoraggio ed il controllo/contenimento dei cinghiali, di fatto offrono notevoli  spazi tali da consentire veri e propri allevamenti di questi esemplari che alimentano la presenza sui territori agricoli e i centri urbani della Calabria.   La Regione – chiede Coldiretti -  deve sollecitare gli Enti Parco  ad attuare  i Piani di Controllo/Contenimento per eliminare il sovrappopolamento e le conseguenti scorribande  sui terreni coltivati.   Coldiretti sollecita altresì la Regione ad avviare con gli ATC il piano di adozione con i metodi ecologici che sono stati approvati dalla Giunta Regionale  a maggio 2018; questo annota Molinaro presidente di Coldiretti Calabria “ al fine di poter procedere successivamente con il contenimento mediante interventi straordinari che ripetutamente abbiamo proposto e sollecitato”.