Menu
FanduCorriere Locride
Bovalino. Emergenza Covid19, nota stampa del Capogruppo di “Nuova Calabria”: «i Comuni mettano in campo tutte le strategie per fare emergere i bisogni delle famiglie»

Bovalino. Emergenza Covid19, n…

«L’emergenza Covid19 h...

Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Sant'Ilario festeggia i 100 anni della signora Rosa. Gli auguri dell'amministrazione comunale

Sant'Ilario festeggia i 100 an…

Ha festeggiato 100 ann...

Roccella Jonica. Il Circolo PD scrive al Sindaco

Roccella Jonica. Il Circolo PD…

"Lettera aperta al sin...

Poste Italiane e Microsoft rafforzano la collaborazione per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft raf…

«Lanciato un piano con...

Nota stampa di Cisl Fp: «il lavoro silente del pubblico impiego»

Nota stampa di Cisl Fp: «il la…

«Istituita una Task fo...

Prev Next

Disagi Ufficio Postale Sant’Eufemia d’Aspromonte, il Sindaco Creazzo: “Superati i limiti di tollerabilità”

  •   Redazione
Disagi Ufficio Postale Sant’Eufemia d’Aspromonte, il Sindaco Creazzo: “Superati i limiti di tollerabilità”

“Per i nostri concittadini diventa un’impresa ardua anche il semplice pagamento di un bollettino o la riscossione della pensione. Si è giunti ormai al limite di ogni comprensibile tollerabilità”.

Lo scrive, nell’ennesima accorata lettera indirizzata ai Vertici nazionali e Regionali di Poste Italiane, tra cui l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Dott. Matteo Del Fante, il Sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte Domenico Creazzo rimarcando, ancora una volta, la situazione di disagio ed ai disservizi riguardanti l’Ufficio postale del Comune aspromontano, più volte segnalati dal Primo Cittadino sia attraverso le vie ufficiali, sia per le “vie brevi”.

“Nonostante l’ultima lettera da me inviata nel febbraio di quest’anno, durante il lungo intervallo temporale intercorso le nostre richieste sono state puntualmente disattese e, la nostra segnalazione, non ha avuto alcun riscontro concreto e tangibile, se non una laconica ed insufficiente lettera di risposta. Così come viene disatteso, ad oggi, il senso dell’incontro voluto a Roma il 26 novembre scorso dai Vertici Nazionali di Poste, definito “un importante momento di confronto con i Sindaci sulle esigenze delle singole Comunità, sui bisogni specifici di ciascun territorio, sulle opportunità comuni  di crescita e sostenibilità economica e sociale”, ma che rischia di limitarsi ad un facile slogan.

Ci venga consentito dissentire sul concetto di adeguatezza – prosegue il Sindaco Creazzo - in un contesto in cui, non la straordinaria eventualità coincidente con periodi di scadenze particolari, bensì l’ordinaria quotidianità è rappresentata da lunghe ed estenuanti code, che si protraggono per un tempo dilatato, in cui rimangono “incastrati” i suddetti flussi di clientela. Tale sollecito si rende indispensabile e doveroso, e d’altronde ciò che si chiede non è altro che l’attualizzazione concreta di quella politica di attenzione mirata ai bisogni concreti delle piccole comunità quale la nostra, la soluzione delle problematiche contingenti, la messa in opera di piccoli accorgimenti volti a migliorare la funzionalità e l’efficienza degli uffici prima di qualunque altro progetto stratosferico, auspicabile ed encomiabile sì, ma in un secondo momento.

Crediamo questo sia un atto dovuto nei confronti dei cittadini eufemiesi - conclude il Sindaco Domenico Creazzo -  e, nella convinzione che insieme si possa valutare con maggiore oculatezza la soluzione del problema, ci dichiariamo disponibili ad un confronto diretto, che riteniamo opportuno e necessario”.

IL  SINDACO

Domenico Creazzo