Menu
Corriere Locride
Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Siderno, Atletica: I risultati dei CdS Assoluti, CdS Cadetti ed il Trofeo Coni Ragazzi

Siderno, Atletica: I risultati…

Sulla pista dello Stad...

Bovalino: I Mad Vintage presentano "All'Origine"

Bovalino: I Mad Vintage presen…

Sabato 13 maggio, ore ...

Locri, pubblicato avviso per il reclutamento di 25 lavoratori in mobilità in deroga

Locri, pubblicato avviso per i…

L’Amministrazione Comu...

Prev Next

Da Mons. Oliva un messaggio di solidarietà al sindaco ed ai cittadini di Bruzzano Zeffirio

  •   Redazione
Monsignor Francesco Oliva, Vescovo della Diocesi Locri-Gerace Monsignor Francesco Oliva, Vescovo della Diocesi Locri-Gerace

Signor Sindaco dott. Francesco Cuzzola,

Signori Consiglieri comunali,

Cittadini tutti,

Chiedo anzitutto di voler comprendere la mia assenza. Sono moralmente presente, perché condivido lo spirito di questo incontro che vi vede riuniti, non solo per esprimere la vostra sentita solidarietà al Sindaco, ma anche per manifestare in modo corale la disapprovazione per gesti intimidatori e di viltà come quelli che hanno colpito il dott. Cuzzola. Essere uniti nella lotta contro il male è il primo antidoto in ogni percorso di rinnovamento e sviluppo: insieme per una Bruzzano Zeffirio che non si arrende e che rifiuta sempre e senza condizioni ogni comportamento arrogante ed omertoso. Non è con la violenza che si risolvono i problemi. Dopo l’alluvione dello scorso anno ho visto la vostra comunità desiderosa di uscire fuori da quello stato di isolamento. Oggi colgo con soddisfazione la vostra ferma volontà di voler recuperare entusiasmo nel costruire una comunità civile più rispettosa e compartecipe nella costruzione del bene di ciascuno e di tutti, quel bene comune, che crea realizza una vera comunità umana. Al di là di ogni altra possibile considerazione ogni gesto distruttivo è ingiusto ed espressione soltanto di una cattiveria che non trova giustificazione. Il male compiuto nell’oscurità delle tenebre non porta da nessuna parte: è opera dell’uomo senza volto, che ama restare nel buio di una coscienza ottenebrata. Con forza dico a tutti: nessun gesto di arroganza e di violenza si concilia col messaggio di Gesù “mite ed umile di cuore”, che indica la pace e la riconciliazione come un’unica via per una civiltà degna di essere vissuta.

Esprimo pertanto la vicinanza mia personale e di tutta la comunità diocesana al sindaco, cui consegno questo mio messaggio: “Per amore del mio popolo non mi tirerò indietro”.