Menu
Corriere Locride
Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Taurianova. Tutto pronto per l’edizione 2018 del Carnevale Taurianovese

Taurianova. Tutto pronto per l…

La cittadina della Pia...

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il contratto per 1,2 mln di dipendenti”

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il …

Madia: “Rinnovo ricono...

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il capolista del collegio plurinominale Calabria 2 presenterà la "Lista del Popolo"

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il …

Domani- Venerdi 9 Febb...

Reggio. Sabato 10 febbraio si terrà la presentazione del libro di Michele Cannavò "Scatti di luci"

Reggio. Sabato 10 febbraio si …

"Scatti di luce, ...

Locri. Venerdì 9 Febbraio il Circuito Teatrale "Teatro Sud Calabria" presenta: "Felici Matrimoni"

Locri. Venerdì 9 Febbraio il C…

Felici Matrimoni: ...

Prev Next

Coldiretti: ancora disattenzioni e ritardi al Dipartimento Regionale Agricoltura

  •   Redazione
Coldiretti: ancora disattenzioni e ritardi al Dipartimento Regionale Agricoltura

Molinaro: eliminare l’anomalia che sta costando cara agli allevatori. Si è ormai al terzo anno di applicazione della PAC 2014-2020 ed interi territori montani e collinari della Calabria, storicamente utilizzati come pascolo dagli allevatori, continuano ad essere considerati non ammissibili al pagamento degli aiuti a superficie; questo nonostante sia stata più volte sollecitata la messa in esecuzione degli atti adottati dalla Giunta Regionale sull’applicazione delle deroghe. La fotografia che fa Coldiretti rispetto a questa inadempienza del Dipartimento Agricoltura dice che: circa 6.000 aziende zootecniche, che rappresentano il cardine dell’agricoltura di montagna, continuano a subire gravi penalizzazioni sui pagamenti degli aiuti a superficie della PAC e del PSR, con centinaia di migliaia di ettari di pascoli sotto-bosco prevalentemente inerbite. “E’ una situazione – afferma Pietro Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria - che genera, oltre ai danni diretti agli allevatori da ben tre annualità, la beffa della riduzione del valore dei titoli unitari ricalcolati e la conseguente perdita di diversi milioni di euro per la Calabria. L’art. 7 del regolamento (UE) n. 639/2014  - riferisce - stabilisce che sono ritenute ammissibili le superfici a sottobosco inerbite a condizione che siano incluse nelle superfici a pascolo sulle quali sono svolte le pratiche tradizionali. Una specificità che altre Regioni più attente (Campania, Piemonte, Lazio, e altre) hanno puntualmente adottato e reso esecutiva. La soluzione è una – sostiene Molinaro  è indispensabile  che il Dipartimento Agricoltura indicando gli estremi catastali delle particelle, affronti, con urgenza e definitivamente, presso il Mipaaf e Agea Coordinamento il riconoscimento dell’ammissibilità di tali aree per procedere all’azzeramento delle penalizzazioni sulle domande 2016 e 2017. Ulteriori rinvii e ritardi sarebbero solo clamorosi autogol”.

07.11.2017                                                               Ufficio Stampa Coldiretti Calabria