Menu
Corriere Locride
Parco Aspromonte, l’appello del Presidente Bombino ai candidati

Parco Aspromonte, l’appello de…

“E’ necessario che i f...

Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Prev Next

Clementine Antiviolenza. Confagricoltura Donna: Calabria scende in piazza a difesa dei diritti delle donne

  •   Redazione
Clementine Antiviolenza. Confagricoltura Donna: Calabria scende in piazza a difesa dei diritti delle donne

Il 25 Novembre, nel giorno celebrativo della violenza sulle donne, le imprenditrici agricole di Confagricoltura Donna Calabria saranno in Piazza 11 Settembre a Cosenza per testimoniare il loro impegno. Un impegno assunto 5 anni fa, quando in sede nazionale presentarono il progetto: “Clementine Antiviolenza”. Questo frutto, divantato icona del ricordo, verrà venduto anche in altre piazze d’Italia e il ricavato sarà devoluto interamente ai centri Antiviolenza che aderiscono alla rete “D.i.Re”, di cui a Cosenza fa parte il centro contro la violenza alle donne “Roberta Lanzino”. Come già espresso per le precedenti edizioni, le clementine sono state scelte proprio per ricordare Fabiana Luzzi, una giovane ragazza di Corigliano Calabro barbaramente uccisa dal suo fidanzato in un agrumeto del suo paese, famoso proprio per la produzione di questo agrume. Con le clementine, le donne di Confagricoltura Donna Calabria vogliono evocare il mondo di Fabiana e di tante altre donne scomparse prematuramente allo stesso modo; un mondo fatto di sole, profumi e colori, come quello che ogni donna ha il diritto di sperimentare…! ..< La vita è l’unica grande possibilità sensoriale, e niente e nessuno può e deve privarci di questo bene>.. afferma la Presidente di Confagricoltura Donna Calabria,Paola Granata ..<La grande speranza è rappresentata dai giovani,..continua la Granata <che, se adeguatamente sensibilizzati, diventano grandi sostenitori del NO alla violenza di genere>. E’ il caso dei ragazzi della squadra di calcio A.C. Morrone,  che hanno disputato la partita del 19 Novembre scorso, al Marca, indossando le coccarde contro la violenza e dei giovani artisti del Conservatorio Stanislao Giacomantonio, che suoneranno il 25 Novembre in Piazza 11 Settembre alle ore 17:00. Si esibirà un quartetto di Sax composto da: Rosa Ferraro, Giammarco Scrivano, Antonio Lonetto e Marvin Melsa, diretti dal maestro Paolo Trampetti. La manifestazione è patrocinata dalle Città di Cosenza e di Rende.

I casi di Femminicidio e di violenza di genere non sono cosa rara e non accennano a diminuire. La cronaca quasi quotidianamente ci partecipa versioni aberranti di una malvagità diffusa che colpisce migliaia di donne con varie connotazioni e in tutti i luoghi. Non possiamo dimenticare, il ricordo diventa un impegno, una sacra disciplina per non abbassare la guardia, e in questo caso una possibilità di aiuto ai centri “Antiviolenza”, che volontariamente tutti i giorni accolgono donne in pericolo e le accompagnano in un percorso di consapevolezza del diritto alla “VITA”.

LE IMPRENDITRICI DI CONFAGRICOLTURA VI ASPETTANO NUMEROSI,PER SOSTENERE CON GRANDE GENEROSITA’, I CENTRI ANTIVIOLENZA.