Menu
Corriere Locride
Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Lettera aperta di Nuccio Azzarà al commissario dell'azienda ospedaliera del G.o.m. avv. Vittorio Prejanò

Lettera aperta di Nuccio Azzar…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Prev Next

Cittanova. La Scuola di Recitazione della Calabria porta in strada “Rebound”

  •   Redazione
Cittanova. La Scuola di Recitazione della Calabria porta in strada “Rebound”

Cittanova – Sabato 26 gennaio alle ore 18:00 presso le scalinate del Teatro di Cilea di Reggio Calabria gli allievi della MasterClass II° anno della Scuola di Recitazione della Calabria metteranno in scena la performance di teatro di strada “Rebound”.

La performance racconterà: treni colmi; filo spinato; marchi sulle braccia; navi e imbarcazioni di fortuna. Momenti che ricordano il passato e parlano di un presente di deportazione. Responsabilità e storie che “ribalzano” nell’indifferenza di ieri e di oggi. Ribalzi di persone dimenticate, respinte e abbandonate al loro destino. La storia si ripete. Tutto è qui vicino a noi, a volte troppo vicino a noi. Ma noi lo guardiamo da lontano.