Menu
Corriere Locride
Regione Calabria. Convegno su mediazione penale e giustizia riparativa

Regione Calabria. Convegno su …

La mediazione penale è...

Convegno in collaborazione tra Inail e patronato Epaca Coldiretti - "Le malattie professionali: ieri, oggi...e domani?"

Convegno in collaborazione tra…

Si svolgerà venerdì 14...

Ambiente. Dl Semplificazioni, stop al Sistri. Costa: «Uno spreco durato 9 anni e costato più di 141 milioni»

Ambiente. Dl Semplificazioni, …

«Il nuovo sistema di t...

Reggio. CasaPound organizza raccolta alimentare in vista del Natale

Reggio. CasaPound organizza ra…

Reggio Calabria, 11 di...

Coldiretti: fatturazione elettronica e olivicoltura domani martedì 11 dicembre due importanti appuntamenti a Lamezia Terme

Coldiretti: fatturazione elett…

Aceto: «il nostro impe...

Sanità: «Riflessioni del Sindaco Calabrese in merito al "caos" che vige nell'Asp reggina»

Sanità: «Riflessioni del Sinda…

«Caos amministrativo a...

Arriva in Calabria il coro gospel “Composition of Praise”

Arriva in Calabria il coro gos…

Un importante coro ame...

Olimpiadi Nazionali di Astronomia: pubblicati i risultati delle preselezioni

Olimpiadi Nazionali di Astrono…

Il 4 dicembre si è dis...

Reggio. Domenica 9 il "Museo in cammino" con l'Archeotrekking

Reggio. Domenica 9 il "Mu…

Il progetto Archeotrek...

Prev Next

Careri. Comitato "salviamo la scuola": «vince il diritto allo studio»

  •   Redazione
Careri. Comitato "salviamo la scuola": «vince il diritto allo studio»

Il Comitato spontaneo dei genitori dei 35 bambini di Careri, in seguito alla convocazione del tavolo tecnico in prefettura del 02.10.2018 cui hanno partecipato tutte le autorità interessate, esprime piena soddisfazione circa il risultato conseguito.

In seguito alla decisione assunta che dovrebbe vedere riaperta in tempi brevissimi la scuola di Careri, e ripristinato il diritto all’istruzione almeno per 20 dei 35 bambini, il comitato dei genitori ha deciso di ridurre il livello della protesta, mantenendo comunque un presidio che resterà tale fino al suono della campanella.

Il Comitato esprime profondo rammarico per la chiusura dell’asilo di Careri e della frazione di Natile vecchio esprimendo al contempo viva fiducia nell’amministrazione comunale che si è offerta di fare tutto quanto in suo potere per risolvere la situazione con soluzioni rapide e alternative.

Il Comitato da parte sua dice “grazie” a tutti quelli che si sono fattivamente impegnati e spesi per la soluzione della vertenza a partire dall’amministrazione comunale con in testa il sindaco, e tutti, che fino all’ultimo momento uniti ai genitori dei bambini hanno amplificato il coro di protesta, alla prefettura di Reggio Calabria, sempre attenta ai problemi del territorio, a tutte le autorità politiche (regione provincia), a tutte le autorità scolastiche (regionali provinciali e locali) e le autorità ecclesiastiche, a tutti gli intellettuali e politici che sono venuti a Careri per unirsi a noi.

Ora non rimane che una cosa far suonare la campanella per i nostri bambini di Careri e speriamo che questa piccola manifestazione di dissenzo verso un diritto negato possa servire come annunciato a rivedere la politica regionale del dimensionamento scolastico restituendo dignità a tutti i piccoli comuni montani a rischio spopolamento.