Menu
Corriere Locride
L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” realizza il primo rapporto sugli incidenti stradali mortali nel periodo 2013-2017 sulla s.s.106

L’Associazione “Basta Vittime …

L’Associazione “Basta ...

Cinquefrondi. Il sindaco Conia chiede ai vari enti preposti di intervenire a tutela della sicurezza dei cittadini

Cinquefrondi. Il sindaco Conia…

Il Sindaco di Cinquefr...

Diocesi Locri - Gerace. Molte le comunità parrocchiali interessate dall’avvicendamento dei parroci

Diocesi Locri - Gerace. Molte …

Sulla linea del rinnov...

Coldiretti, Molinaro: succo di soli agrumi calabresi in vendita nella Gdo

Coldiretti, Molinaro: succo di…

«Produzione, testa e c...

Nota stampa del Presidente del Consorzio di Bonifica Tirreno Catanzarese sull'evento eccezionale che ha colpito il suo comprensorio

Nota stampa del Presidente del…

«L’evento eccezionale ...

Nubifragio, Coldiretti, Molinaro: gli interventi urgenti della Regione

Nubifragio, Coldiretti, Molina…

«Prima stima dei danni...

Bovalino (RC). Premio Letterario La Cava 2018: Le opere in concorso

Bovalino (RC). Premio Letterar…

Sono 33 le opere in co...

Locri. Martedì 9 ottobre verrà presentata la ricognizione archeologica del Locri Survey

Locri. Martedì 9 ottobre verrà…

Martedì 9 ottobre 2018...

Ardore. Grande partecipazione all'iniziativa di questa domenica mattina organizzata da AISM (associazione italiana sclerosi multipla)

Ardore. Grande partecipazione …

Anche ad Ardore si è f...

Reggio. Nota stampa di Antonino Castorina sui lavori di riqualificazione nel quartiere Archi

Reggio. Nota stampa di Antonin…

«Il lavoro che stiamo ...

Prev Next

Careri Centro (RC): «il Comitato Genitori "SALVIAMO LA SCUOLA" ha incontrato l’assessore Regionale di riferimento per l’istruzione»

  •   Redazione
Careri Centro (RC): «il Comitato Genitori "SALVIAMO LA SCUOLA" ha incontrato l’assessore Regionale di riferimento per l’istruzione»

Il comitato spontaneo dei genitori dei 35 bambini di Careri, sorto per difendere il diritto all’istruzione dei nostri figli, quest’oggi (26 settembre2018)- grazie all’incessante azione di protesta e alla vicinanza dell’amministrazione comunale- siamo stati convocati presso la Regione Calabria dall’assessore Regionale di riferimento per l’istruzione.

All’incontro era presente il sindaco di Careri, il quale ha illustrato i riflessi socio economici che la chiusura delle scuole di Careri, produrranno nel medio e lungo termine in netto contrasto con la direttiva europea che tende a favorire il mantenimento delle piccole realtà comunali che come la nostra occupa uno spazio montano che altrimenti si spopolerebbe fino a annullarsi nel tempo.

Oltre a quanto sopra,  veniva avanzata la richiesta di motivazione circa l’esclusione delle scuole di Careri dal provvedimento della Regione Calabria - D.G.R. n. 341 del 30/07/2018 – non risulta alcun riferimento e la stessa Regione procede, così, ad approvare l’“Integrazione DGR n. 15/2018 recante “Piano della rete scolastica e della programmazione dell’offerta formativa della Regione Calabria – a.s. 2018/2019” senza la correzione richiesta (ossia la ricostituzione “formale” della Scuola di Careri).

Da questo venivamo informati che la determinazione assunta dalla Regione, veniva formulata sulla base di un parere contrario espresso dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria consiglio Metropolitano, la cosa ci lasciava sbigottiti poiché il Consiglio della Città Metropolitana di Reggio Calabria, con la delibera n. 24 Reg. Gen. del 2018 del 25/05/2018, ritenendo fondate le argomentazioni addotte dal Comune e dall’Istituto Scolastico, procedeva a riconoscere la necessità di ripristinare la Scuola di Careri, motivando con le seguenti parole: “in deroga al parametro minimo, in funzione di salvaguardare le scuole primarie e dell'infanzia dei piccoli Comuni disagiati, come strumento al mantenimento di veri presidi di legalità ed allo sviluppo dei servizi scolastici nel territorio, di contrasto all'abbandono di queste aree e quindi come strumento di democrazia e tenuta sociale”.

Alla luce di ciò l’incontro si concludeva con l’impegno a rivedere in autotutela e a produrre l’integrazione del citato DGR n. 15/2018.

Il comitato da parte sua, mantenendo la precipua funzione di vigilanza, farà buona guardia affinché le parole vengano seguite da fatti concreti, e il diritto alla scuola dei bambini di Careri sia ripristinato.

Questo comitato resta a completa disposizione delle vostre redazioni e giornalisti per qualsiasi chiarimento e dettaglio


Tags

Careri,