Menu
Corriere Locride
Paola. Fulmine si abbatte sulla spiaggia: ferite due persone

Paola. Fulmine si abbatte sull…

Due fratelli sono rima...

Addio a Kofi Annan, Uomo di Pace: il pittore Guadagnuolo lo ricorda con la sua opera “Il Debito Estero”

Addio a Kofi Annan, Uomo di Pa…

Dall’Italia sono stati...

Roccella Jazz Festival. Lunedì 20 agosto una giornata speciale tutta dedicata a Frank Zappa

Roccella Jazz Festival. Lunedì…

Lunedì 20 agosto una g...

Seminara. Martedì 21 agosto l'Amministrazione sottoscriverà il protocollo d'intesa tra il Comune e la società "Enjoy Calabria"

Seminara. Martedì 21 agosto l'…

L'Amministrazione Comu...

“Fatti di Musica 2018”: «Reggio Calabria esplode con il live dei Negrita»

“Fatti di Musica 2018”: «Reggi…

Premiati con il “Ricci...

Calcio. Locri – Roccella si gioca al “Ninetto Muscolo”

Calcio. Locri – Roccella si gi…

Il preliminare di Copp...

Taurianova. Il 17 e 18 agosto si terrà l’evento dell’Associazione Mammalucco: "Musica Sottolio" XIII edizione - Il festival più unto d'Italia

Taurianova. Il 17 e 18 agosto …

Una certezza portata a...

Torre Camigliati. Il 18 agosto l'incontro con l'archeologo Francesco Cuteri su: "Il viaggio e l’altrove nei mosaici delle terme ellenistiche di Kaulonia"

Torre Camigliati. Il 18 agosto…

Il 20 settembre del 20...

Lunedì 20 Agosto, l'Associazione Culturale Traiectoriae, presenta il Galà Lirico "Vissi d'arte"

Lunedì 20 Agosto, l'Associazio…

Vissi d'arte... Le ste...

Bovalino. Domenica 19 agosto si terrà l'incontro su Mario La Cava, L'uomo, Lo scrittore. Racconto per immagini, testo e musica a 110 anni dalla nascita e a 30 anni dalla morte

Bovalino. Domenica 19 agosto s…

MARIO LA CAVAL'UOMO, L...

Prev Next

Calabria, nel 2016 consumati 77 mila ettari di terreno come se fossero spariti i cinque capoluoghi di provincia

  •   Redazione
Calabria, nel 2016 consumati 77 mila ettari di terreno come se fossero spariti i cinque capoluoghi di provincia

Molinaro: le modifiche del 2015 alla legge urbanistica regionale sono solo affermazioni “politicamente corrette”. Nel 2016 la Calabria ha sottratto all’agricoltura e al suolo naturale 77.096 ettari di terreno con una percentuale del 5.11% . Dati che confermano la  perdita di una risorsa fondamentale, il suolo, con le sue funzioni e i relativi servizi eco sistemici.  Lo rende noto Coldiretti Calabria  sulla base del rapporto 2017 sul consumo di suolo dell’Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra), sottolineando che nell’ultimo anno in Calabria è stato cementificato appunto il 5,11%  dei 1.522.200 ettari della superficie regionale, che pone seri interrogativi vista la conformazione del nostro territorio prevalentemente collinare e montuoso  e con poco spazio per l’attività agricola.  “E’ come se fossero sparite tutte e cinque le città capoluogo di provincia e anche di più – commenta Pietro Molinaro presidente di Coldiretti Calabria – il consumo di suolo e la cementificazione – continua – riducono la capacità dell’assorbimento dell’acqua da parte dei terreni e aumentato il rischio di frane e alluvioni.. La conseguenza  di tutto ciò– continua  – è un aumento del rischio di alluvioni e un incremento della situazione franosa della nostra regione. “È un fenomeno sempre più preoccupante – commenta Molinaro – che va fermato velocemente. Basta quindi  sottrarre  terreno fertile all’agricoltura e lasciando in eredità suolo incolto, asfalto e capannoni abbandonati. La disponibilità di terra coltivata significa produzione agricola di qualità, sicurezza alimentare e ambientale per i cittadini nei confronti del degrado e del rischio idrogeologico. Il consumo di suolo ha  pesanti effetti dal punto di vista economico, occupazionale, ma anche ambientale. Le modifiche del 2015 alla Legge Regionale Urbanistica – sottolinea Molinaro - pur avendo introdotto nella legge la cosiddetta opzione “consumo di suolo zero” questa rimane solo una affermazione “politicamente corretta” visto che, di fatto, è possibile continuare ad edificare sul suolo calabrese e questo lo confermano i dati del 2016. Il “consumo suolo zero”, non può restare un sogno perché siamo una regione agricola e tra le poche con una forte richiesta di suolo agricolo per avviare una impresa o potenziare e allargare una esistente. I dati impongono che il Governo regionale  prima e il Consiglio Regionale dopo intervengano per adottare una norma che garantisca il consumo zero di suolo agricolo”.

 06.12.2017                                                              Ufficio Stampa Coldiretti Calabria