Menu
Corriere Locride
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: «Il 22 ottobre presenteremo il primo rapporto sulla mortalità stradale negli anni 2013-2017 sulla S.S.106»

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Il lavoro dell’Associa...

Legambiente: «La Calabria seconda per abusivismi»

Legambiente: «La Calabria seco…

È stato presentato que...

Coldiretti: la Regione autorizza carburante in più per l’irrigazione di soccorso su tutto il territorio regionale

Coldiretti: la Regione autoriz…

Coldiretti aveva chies...

In occasione del nuovo anno scolastico inaugurazione del plesso “Carrera” della Scuola Primaria e nuovo scuolabus comunale a Roccella

In occasione del nuovo anno sc…

In occasione dell’iniz...

Regione. In programma il 25 e 26 settembre la conferenza internazionale sulla tratta delle donne nigeriane

Regione. In programma il 25 e …

"Doppio sguardo. La tr...

Legge di Bilancio 2019: Oliverio scrive ai parlamentari Calabresi

Legge di Bilancio 2019: Oliver…

Il Presidente della Re...

Gemellaggio internazionale per il Rotary di Locri

Gemellaggio internazionale per…

Il Rotary club di...

WWF: «Le Marche salvano lupi e allevatori»

WWF: «Le Marche salvano lupi e…

«Le Marche stanno segu...

Reggio. Antonino Castorina replica a Forza Italia su intitolazione strada

Reggio. Antonino Castorina rep…

«Apprendo con stupore ...

Vibo Valentia. Il presidente nazionale di UE.COOP Gherardo Colombo è stato in Calabria – Il report

Vibo Valentia. Il presidente n…

Il presidente Nazional...

Prev Next

Bova Marina. Riparte anche quest’anno la collaborazione fra l’IIS EUCLIDE e il CNOS – FAP

  •   Redazione
Bova Marina. Riparte anche quest’anno la collaborazione fra l’IIS EUCLIDE e il CNOS – FAP

Dopo l’esperienza positiva del precedente anno scolastico, è ripartita anche quest’anno la collaborazione fra l’IIS EUCLIDE di Bova Marina e il CNOS – FAP sede di Bova Marina.

Grazie alla collaborazione dello staff di Bibliopedìa e dell’Associazione Culturale CGS SALES nei primi giorni di Febbraio ha preso il via il calendario delle attività di alternanza scuola-lavoro che vede coinvolti circa 40  studenti del terzo anno dell’indirizzo Liceo Scientifico dell’IIS “Euclide”.

Introdotto dalla legge 107 del 2015, il progetto di alternanza scuola-lavoro intende fornire ai giovani, oltre alle conoscenze di base, quelle competenze necessarie ad inserirsi nel mercato del lavoro, alternando le ore di studio con la formazione in aula e le ore trascorse all’interno delle aziende. Tutto ciò per garantire agli studenti esperienze dirette sul campo, superando così, via via, il gap formativo tra mondo del lavoro e mondo accademico, in termini di competenze e formazione. L’obiettivo è quello di stringere un’alleanza formativa tra le scuole e il mondo del lavoro, in modo che i ragazzi possano arricchire il bagaglio di competenze, unendo nozioni teoriche e pratica professionale.

In quest’ottica, il percorso di 70 ore si snoderà all’interno di due biblioteche - l’una presente all’interno dell’Oratorio Salesiano "Bibliopedìa" e l'altra all'interno dell’Istituto Euclide.

La novità di quest’anno è l’integrazione dell’attività pratica con delle lezioni teoriche – tre -   tenute da esperti del settore. Il primo incontro si è svolto sabato 18 dicembre presso l’Aula Magna dell’IIS Euclide e ha ruotato attorno ai principi della Biblioteconomia.

Don Gaetano Nalesso, Parroco dell’Opera salesiana e presidente del CNOS-FAP, ha accolto i giovani dell'Istituto e i docenti coinvolti, e insieme a Silvio Cacciatore, componente dello staff di Bibliopedìa, hanno sottolineato la valenza formativa dell’A.S/L, anche alla luce di quanto fatto da San Giovanni Bosco in merito all’istituzione delle scuole di formazione professionale.

Con una pedagogia fatta di comprensione e di amore, di equilibrata fiducia verso la natura umana, di slancio catechistico e missionario, il Santo dei giovani ha provveduto alla formazione integrale dei giovani e naturalmente anche dei giovani lavoratori, educandone la mente, il cuore, la volontà, il carattere. Da ciò la specificità dell’apporto salesiano ad un tale percorso: un contributo di competenza, disponibilità e qualificazione, che, conciliando spontaneità e organicità, inclinazioni personali e responsabilità istituzionali, costituisca una risposta adeguata ai bisogni più profondi della gioventù stessa, in linea di continuità e fedeltà al santo patrono degli apprendisti.

Guidati dalla dott.ssa Stefania Giordano, intervenuta in qualità di esperta, nonché bibliotecaria del Dipartimento PAU e associata AIB, i ragazzi presenti hanno partecipato all'excursus sulle diverse tipologie di biblioteche e sulla loro evoluzione in seguito alla rivoluzione digitale (biblioteca tradizionale e digitale si integrano perfettamente rispetto ai servizi offerti), per poi affrontare le prime regole di biblioteconomia,  dalla sistemazione dei documenti all' attribuzione del numero d'entrata, dalla sistemazione per materie alla catalogazione. Un questionario di verifica e l'intervista a Umberto Eco in cui cita Dante e la frase dall' articolo di Morgese hanno concluso in maniera egregia questo primo incontro.