Menu
Corriere Locride
Condofuri. Ai nastri di partenza il Mercatino Estivo Condofurese

Condofuri. Ai nastri di parten…

Mancano poche ore all’...

Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Storie, note e sapori della nostra Terra al castello Ruffo di Scilla con Maria Barresi, autrice de "L'essenza della Felicità"

Storie, note e sapori della no…

Evento promosso dalla ...

Siderno (RC): a Palazzo Falletti, per "L'Ulisse calabrese" la presentazione del romanzo "Omero al Faro" di Mimmo Rando (Rubbettino)

Siderno (RC): a Palazzo Fallet…

Ci sono Omero, il cant...

Addio a don Cosimo Simone, papà del Presidente della Palmese e mitico custode del “Lopresti”

Addio a don Cosimo Simone, pap…

di Sigfrido Parrello -...

Prev Next

Bova Marina. Prima edizione del Pi Greco Games: «hanno partecipato più di 140 fra bambini e ragazzi»

  •   Redazione
Bova Marina. Prima edizione del Pi Greco Games: «hanno partecipato più di 140 fra bambini e ragazzi»

Più di 140 fra bambini e ragazzi si sono sfidati Giovedì 14 Marzo presso il Cine Teatro don Bosco di Bova Marina alla prima edizione del PI GRECO GAMES. Nata dall'idea dei componenti dello Staff di Bibliopedìa, un gruppo di volontari che operano all'interno dell'Oratorio Salesiano di Bova Marina, è stata un’occasione per celebrare l'ormai noto Pi Greco Day.

Il Pi Greco Day si celebra ogni anno il 14 marzo perché nel sistema anglosassone la data si scrive 03/14, come le prime tre cifre del Pi Greco; inoltre coincide con il compleanno di Albert Einstein.

Nata nel 1988 su iniziativa del fisico Larry Shaw, da allora questa giornata è diventata un appuntamento annuale. La prima celebrazione ha visto i partecipanti marciare intorno a un grande cerchio e consumare torte di tutti i gusti perché 'PI' e 'Pie' ('torta' in inglese) hanno lo stesso suono, ma anche perché la torta è rotonda ed è quindi correlata al Pi Greco.

Questa costante infatti è il prodotto del rapporto fra circonferenza del cerchio e il suo diametro e serve a calcolarne sia l'area che la circonferenza.

Il numero π compare in ambiti inaspettati: per esempio nella disuguaglianza che descrive il principio di indeterminazione di Heisenberg (meccanica quantistica), nel valore della zeta di Riemann calcolata per x=2 (teoria dei numeri), nell’equazione di campo di Albert Einstein (relatività generale) ed è essenziale nella forma dei numeri complessi, ideata da Eulero, che lega π a “e”, la base dei logaritmi naturali, e all’unità immaginaria “i”. Per questo π compare in una delle più belle uguaglianze esistenti al mondo: eiπ+1=0.

 Proprio per l'importanza di questo numero e della matematica nella società, l'Unione matematica internazionale (Imu) ha proposto all'Unesco di dichiarare il Pi Greco Day Giornata Internazionale della Matematica e se la proposta sarà approvata la prima celebrazione potrebbe esserci nel 2020.

Sono tantissime le iniziative organizzate in Italia e nel mondo, che nascono con lo scopo di avvicinare bambini, ragazzi e giovani al mondo della matematica, spesso vissuta con ostilità perchè ritenuta ostica e non accessibile a tutti. Lo stesso spirito ha guidato gli organizzatori del Pi Greco Games. I concorrenti, suddivisi in tre categorie (Starters, Moviers e Flyers) si sono sfidati a colpi di calcoli e ragionamenti logici in due manche da 10 domande ciascuno. E non sono mancati momenti ludici, in cui oltre a sfruttare le proprie conoscenze matematiche, è stato necessario mettere a frutto le proprie capacità di problem solving.

Appuntamento dunque al prossimo marzo... o chissà... visto il successo riscontrato tra concorrenti, genitori e docenti, anche prima... magari per il Fibonacci day.