Menu
Corriere Locride
L’evento “Musica nei musei e nei borghi” fa tappa a Stilo

L’evento “Musica nei musei e n…

Fa tappa a Stilo il to...

Cosenza. Venerdì 22 febbraio sarà celebrata la GIORNATA dedicata al DIALETTO E LINGUE LOCALI Minoranze Linguistiche

Cosenza. Venerdì 22 febbraio s…

GIORNATA dedicata al D...

Promozione della salute a scuola, Bussetti e Grillo presentano documento congiunto

Promozione della salute a scuo…

“Verso una Scuola che ...

Gioiosa Ionica. “Nati 80... Amori e non”: la brillante commedia di Claudio Tortora sul palco del Teatro Gioiosa

Gioiosa Ionica. “Nati 80... Am…

«Sabato 23 febbraio co...

Nota Stampa Uil Calabria sulla vertenza Gioia Tauro

Nota Stampa Uil Calabria sulla…

«La riunione tenutasi ...

Melito. Nota stampa della minoranza consiliare in merito al rischio dissesto

Melito. Nota stampa della mino…

In quest’ultimo period...

Taurianova. Incontro in prefettura per scongiurare una terza azione di sciopero dei lavoratori dipendenti della Società AVR S.p.a.

Taurianova. Incontro in prefet…

Si è tenuto, presso la...

Legambiente Calabria: restiamo vigili sulle azioni di demolizione

Legambiente Calabria: restiamo…

È dei giorni scorsi la...

Reggio Calabria. Aggiornamenti ed anticipazioni sull’attività dell’AICC

Reggio Calabria. Aggiornamenti…

A due mesi dalla rifon...

Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Prev Next

Promozione della salute a scuola, Bussetti e Grillo presentano documento congiunto

  • Published in Scuola

“Verso una Scuola che promuove salute”. Questo il titolo del documento presentato questa mattina dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, e dal Ministro della Salute, Giulia Grillo, che impegna i due dicasteri a diffondere l’educazione a corretti e sani stili di vita tra gli studenti e a inserire nel loro percorso di studi la promozione della salute come proposta educativa continuativa e integrata, a partire dalla Scuola dell’infanzia e fino alla Secondaria di secondo grado.

Il testo è frutto di un lungo percorso di valorizzazione dei temi della salute nei programmi scolastici e sancisce una stretta collaborazione tra sistema scolastico e sistema sanitario. Il documento, presentato al Ministero della Salute, è stato redatto congiuntamente dai due Ministeri e approvato in Conferenza Stato-Regioni il 17 gennaio 2019. Definisce un Piano di interventi educativi rivolti agli studenti, alle loro famiglie e al personale scolastico, con l’obiettivo di far acquisire competenze individuali su questi temi, di qualificare gli ambienti in cui i giovani vivono e si formano e di garantire il benessere complessivo del corpo sociale, nel presente e nel futuro.

Non un’ora di lezione dedicata o una materia aggiuntiva nel curricolo scolastico: l’obiettivo è rendere la promozione della salute trasversale nel percorso formativo dei giovani. Nel rispetto dell’autonomia, ogni scuola potrà strutturare percorsi per il benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi, lavorare al miglioramento della qualità dei luoghi di studio, promuovere corretti stili di vita come, ad esempio, mangiare sano e fare attività fisica. Aprendosi anche al territorio e rafforzando la collaborazione con il servizio sanitario e le comunità locali.

“Stiamo predisponendo un Piano di interventi di ampio respiro che mira a educare cittadini consapevoli. Vogliamo investire sui giovani che frequentano le nostre scuole. Far sì che sviluppino conoscenze e competenze ci consentirà di avere domani comunità composte da cittadini più responsabili. Dobbiamo operare affinché l’individuo sia in grado di utilizzare i propri strumenti culturali per la realizzazione di un equilibrio e di un benessere psicofisico personale e sociale. Consideriamo anche che ogni bambino che acquisisce un corretto stile di vita, che impara ad avere rispetto dell’ambiente, che capisce l’importanza dell’attività sportiva per la propria crescita è un ‘ambasciatore’ di queste buone pratiche e di questi valori nella sua famiglia, nella sua cerchia di amici. Per questo, attraverso questo documento, stiamo portando avanti una campagna di promozione della salute che parte negli Istituti scolastici, ma non si esaurisce in essi”, ha dichiarato il Ministro Marco Bussetti.

“Questo passo rientra all'interno di una visione complessiva che il Governo sta portando avanti. Crediamo in un approccio multisettoriale sui processi di salute, c’è un impegno multidisciplinare e la scuola rappresenta un momento fondamentale di informazione e formazione. In questi anni sono stati fatti degli sforzi ma non sono stati sufficienti: nell'ambito del nuovo Piano di prevenzione lavoreremo per avere una spinta maggiore e più stringente per avere obiettivi e risultati misurabili”, ha affermato il Ministro Giulia Grillo.

Nel corso della mattinata, Bussetti e Grillo hanno firmato inoltre un Protocollo d’Intesa per la tutela del diritto alla salute, allo studio e all’inclusione. Obiettivi:  rendere stabile la programmazione condivisa e partecipata tra le Istituzioni centrali, regionali e locali, sanitarie e scolastiche, attraverso la condivisione di obiettivi educativi e di salute; promuovere l’inclusione scolastica di bambini, alunni e studenti con disabilità, con disturbi evolutivi specifici e con altri bisogni educativi speciali; sostenere i sistemi nazionali di sorveglianza nel monitoraggio di alcuni aspetti della salute dei bambini e degli adolescenti riguardo ai principali fattori di rischio comportamentali.

Leggi tutto

Giornata internazionale della memoria: Giovedì 24 gennaio si terrà la cerimonia d’istallazione della targa commemorativa presso la Direzione Generale dell’USR per la Calabria

  • Published in Scuola

Il giorno della memoria

Commemorazione vittime dell'olocausto

Il 27 gennaio ricorre Il Giorno della Memoria, giornata internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto; a tale ricorrenza tutto il mondo scolastico ha da sempre dedicato grande attenzione, al fine di stimolare nelle giovani generazioni una riflessione sul tema e  preservarne la memoria.

Considerando il valore formativo ed educativo della Giornata, il MIUR –Direzione Generale dello studente ha deciso di promuovere su tutto il territorio nazionale, un’iniziativa, realizzata con l’agenzia di stampa Dire-Diregiovani e dall’Istituto di Ortofonologia: ispirata all’opera di collocazione delle “pietre d’inciampo” dell’artista tedesco Gunter Demnig dal 1992, sono state realizzate delle targhe commemorative, in materiale calpestabile, ed individuate 100 scuole italiane, di cui 10 in Calabria, le quali riceveranno, unitamente alle Direzioni Generali degli Uffici Scolastici Regionali, la targa da posizionare all’interno o all’esterno degli edifici scolastici e delle Direzioni Generali Regionali.

La cerimonia d’istallazione della targa presso la Direzione Generale dell’USR per la Calabria si terrà giovedì 24 gennaio alle ore 15,00 e il Direttore Generale Maria Rita CALVOSA consegnerà le targhe ai dirigenti scolastici delle 10 scuole calabresi individuate, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose del territorio. La stampa è invitata a partecipare per dare la giusta visibilità all’iniziativa e all’impegno della scuola calabrese tutta, quale momento regionale di condivisione in modo da raggiungere l’obiettivo ultimo di sensibilizzare e stimolare la riflessione di quante più persone possibile.

                                                                                           

Leggi tutto

Messaggio d’auguri per l’Anno Scolastico 2018/2019 del Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, Maria Rita Calvosa

  • Published in Scuola

«L’incarico di Direttore Generale che ho assunto da pochissimi giorni presso l’Ufficio Scolastico regionale per la Calabria, mi sta particolarmente a cuore.
La Calabria, come sicuramente avrete appreso, è la mia Terra di origine, anche per questo, l’incarico, conferitomi dal Ministro Bussetti, mi onora e, nel contempo accresce il mio senso di responsabilità.

Il mio primo pensiero va a voi Dirigenti, Docenti, Personale Amministrativo ed Ausiliario, alle Famiglie e, soprattutto, a voi carissimi Studenti e Studentesse delle Scuole di ogni ordine e grado.

Abbiamo intrapreso un nuovo cammino di Educazione e Formazione nell’ anno scolastico 2918-19 appena iniziato.

La Scuola è sempre là, mentre cambiano gli assetti istituzionali, sociali, politici, mentre percepiamo il divenire delle concezioni filosofiche, mentre appare e scompare la fragile illusione di una rinascita che tarda a venire, la Scuola è là, ferma, solida nella sua “missione” e nella sua consapevole responsabilità di essere e volere essere la risposta valida e assolutamente coerente al bisogno di Libertà dei nostri Ragazzi!

Sarà proprio questa Libertà il “segno” dell’impronta non fuggevole che ogni operatore della Scuola è chiamato a imprimere prima che nella mente, nel cuore di ogni Allievo: “Libero, diritto e sano è tuo arbitrio”.

Libertà che non può consistere, quindi, nella irrazionale scelta di morire per uno inutile quanto assurdo gioco estremo indotto dal web!
Libertà che non può consistere nell’uso smodato e inconsulto dei social!
Libertà che non può essere affronto e disprezzo dei propri simili, qualunque sia la loro etnia, o nell’insulto spesso violento verso i propri compagni più deboli!

Libertà che non può essere scelta dissennata di cercare spazi di sballo nell’alcol, nella droga!
Libertà che non può essere scelta di compromesso, di clientelismo, di facilitazioni illegali! Libertà che non può essere scelta di sacrificare all’altare del proprio utilitarismo ogni valore morale e cristiano!

La Scuola è chiamata a far comprendere prima di ogni cosa, il vero senso della Libertà; con le Educazioni in ogni campo, oltre a trasmettere principi sani, deve cercare di mettere e conservare limiti e confini al dilagare sempre più aggressivo verso i nostri Ragazzi degli attentati contro la loro integrità fisica, morale e spirituale, contro la loro dignità.

La Scuola è chiamata ad assumere con coraggio, conoscenza e profonda professionalità, quelle determinazioni pedagogiche e formative necessarie per promuovere il vero ed autentico sviluppo della persona umana, in un percorso di crescita globale e di sviluppo dei talenti di cui ogni Allievo è dotato.

Raccomando a Voi, di incrementare i processi di autovalutazione per procedere con sempre più lena e convinzione al miglioramento ed adeguamento dell’azione educativa e formativa, al passo con questi tempi caratterizzati da gravissime emergenze educative.

Uno dei nostri più prestigiosi Presidenti della Repubblica, Sandro Pertini, ha scritto:

”condizione essenziale di progresso è che all’interno della Scuola, prima che altrove, maturi una nuova consapevolezza del valore ineliminabile del lavoro, delle responsabilità individuali, della solidarietà verso gli altri, quali che siano le loro idee, dell’integrità verso la cosa pubblica e nei rapporti privati” .

Sollecito tutti Voi a far tesoro di questi concetti, con lo sguardo volto al nostro straordinario bagaglio di cultura e di storia che ha reso grande la nostra Patria; ai principi della nostra Costituzione, nata dall’impegno e dal sacrificio di uomini illustri, una Costituzione che, come disse Piero Calamandrei ai Giovani, ”apre le vie all’avvenire, rinnovatrice, progressiva, che mira alla trasformazione di questa società”; una Costituzione che, basandosi sul fondamento della “solidarietà”, intende fare della nostra Repubblica uno Stato ove non ci siano diseguaglianze, dove i Diritti Umani siano alla base delle scelte politiche , dove la Scuola sia libera per il raggiungimento delle mete più alte di cultura, formazione e sviluppo.

Come ha sottolineato il nostro Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo discorso inaugurale all’isola d’ Elba, “La scuola è anche una cartina di tornasole, un barometro della nostra concreta condizione di giustizia, di libertà, di uguaglianza tra le persone”.

E ancora, il Ministro Bussetti ha detto che “non c’è avventura più emozionante della Scuola”, perché” è qui che “si costruisce il futuro, consapevoli del passato e attenti al presente. Si combattono i pregiudizi, si impara il rispetto per le idee degli altri.”

Rivolgo alle Famiglie l’appello perché affianchino la Scuola con un Patto di corresponsabilità che non sia un atto puramente formale, ma che serva a dimostrare la massima collaborazione e il massimo impegno a dare autentica e fattiva cooperazione allo svolgimento dei processi educativi e formativi.

Tale impegno, lungi da una giustificazione ad ogni costo dei propri figli, deve consistere nell’affiancare ancora di più i propri Ragazzi, provare a sostenere e rafforzare l’azione educativa dei Docenti, pretendere a chiare note, una Scuola fatta di alta professionalità, di trasporto amorevole verso i Minori, una Scuola dove si promuova la partecipazione degli Allievi , dove si concentri la sinergia tra tutti i Soggetti che con essa si interfacciano.

A Voi, carissimi Studenti e Studentesse, in particolare, dai più piccoli delle Scuole dell’Infanzia ai più grandi degli Istituti secondari, convinta come sono del valore grande della vostra Gioventù, dell’entusiasmo con cui sapete accogliere le buone proposte che vengono dalla Scuola, dalla Famiglia, dalla Società civile e da chi opera a favore dei Vostri Diritti per promuoverli e difenderli, Vi dico:

AMATE LA VOSTRA SCUOLA!
Scoprite in essa quel tesoro di autonomia, di capacità di discernimento, di maturità vera, di rispetto della Vita, di cultura e conoscenza, che vi daranno forza e coraggio per affrontare il futuro armati non di voglie egoistiche e di idee sovversive, ma di profonda coscienza e responsabilità volte a fare della nostra Terra luogo di comunità civile, di giustizia e di pace! Auguro a Tutti Voi un proficuo e felice nuovo Anno Scolastico, che sia un anno di lavoro gioioso, di impegno Forte e di sentita e positiva volontà!»

Maria Rita Calvosa

Direttore Generale 

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed